L'Amore per gli ANIMALI

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: L'Amore per gli ANIMALI

Messaggio  annali il Gio 26 Lug 2018, 19:30

Charade ha scritto:

Re: *** Sperem *** 13th sezione _





  Teti Oggi alle 19:13Aec-messaggio num#43919
Ciao!
Non so voi..ma a me..

per non dire dei piccioni che mi hanno ridipinto l'auto, ogni santo giorno la trovo con qualche "fiorellino" in più...
qui da noi qualche locale ha assunto un falconiere che fa piantonare i ristoranti dai suoi volatili addestrati così i piccioni girano alla larga e dove vanno a finire? A casa mia no? E ti pareva..........


Non so voi ma a me, gli uccellini sul mio balcone fanno molto di peggio... e pensare che li nutro con tanto amore... due pasti al giorno assicurati...Forse per questo che per ripagarmi non possedendo altro che le loro piume, per sdebitarsi di tanta cura mi lasciano abbondanti "ricamini"... che per la verità farei volentieri a meno...  Laughing Laughing Laughing Mah...
avatar
annali
Senior
Senior

Messaggi : 7629
Data d'iscrizione : 06.06.13

Torna in alto Andare in basso

apps "furbo" , ma non tanto ...

Messaggio  Charade il Gio 26 Lug 2018, 19:09

Andate , se volete , a visitare questo sito :
https://shopit.furbo.com/?gclid=EAIaIQobChMI-vW91c-q3AIVWflRCh0fbQ9bEAAYASAAEgKQBvD_BwE
Dove si promuove un prodotto per quei possessori di più o meno pelosi deliziosi dog , che purtroppo vengon lasciati da soli ... Addirittura il marchingegno è adibito a lanciare "caramelline" in forma di crocchette per tenerlo buono ... 


Uhmmm va da se , che questa è la forma padronale di non amore per non eccellenza , per questo essere che avrebbe bisogno di vivere in un giardino insieme con un altro suo simile e non da solo tra 4 mura con un lancia-cibo ingannatore - 
avatar
Charade
Senior
Senior

Messaggi : 10370
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 39
Località : Modena/Milano

Torna in alto Andare in basso

Re: L'Amore per gli ANIMALI

Messaggio  Charade il Mar 17 Lug 2018, 19:22

Re: *** Sperem *** 13th sezione _

  Teti Oggi alle 19:13Aec-messaggio num#43919
Ciao!
Non so voi..ma a me..

per non dire dei piccioni che mi hanno ridipinto l'auto, ogni santo giorno la trovo con qualche "fiorellino" in più...
qui da noi qualche locale ha assunto un falconiere che fa piantonare i ristoranti dai suoi volatili addestrati così i piccioni girano alla larga e dove vanno a finire? A casa mia no? E ti pareva..........
Contro i piccioni , basta munirsi di girandole con dischi vecchi dei cd e scappano da altre parti ... Per le zanzare se fuori il classico Geranio o le Citronelle e si risolve , per dentro le zanzariere la fanno da padroni - 

avatar
Charade
Senior
Senior

Messaggi : 10370
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 39
Località : Modena/Milano

Torna in alto Andare in basso

Re: L'Amore per gli ANIMALI

Messaggio  Charade il Ven 11 Mag 2018, 18:34

Re: L'Amore per gli ANIMALI Azzurra Oggi alle 09:50 Aec-messaggio num#42787
Molto commovente ma spesso succede che le persone che si sentono tanto in sintonia e provano grandi sentimenti per gli animali, altrettanto non lo siano con i loro simili umani. Sarà perché delusi, o incapaci a comunicare allo stesso livello, a volte però aridi e respingenti tranne che col proprio cagnetto, gatto e fauna varia.
Anche se con condiviso stridente cinismo , hai centrato appieno un aspetto controverso dell'incapacità di alcuni umani, nel rivolgere le proprie attenzioni anche verso un essere senziente un po' più complesso e volitivo o dialetticamente articolante come lo può essere un umano ...

La 'gestione' degli animali rispetto agli umani è molto più semplice , poiché i primi si accontentano di poco … e quel poco , in soldoni , si riassume tutto nel soddisfacimento dei bisogni primari , della serie : tu mi riempi la ciotola ed io ti sarò fedele e riconoscente per tutta la vita ( o almeno finché dura ) … altro che : affetto incondizionato... così è , anche se non si vuole che appare -

Molto tempo fa , avevamo in azienda un trovatello cagnetto-mascotte , che tanto ci faceva feste ad ogni ora... , poi per alterne ragioni : dagli da mangiare tu , aspetta no , che glielo do io … risultato : per ben 2 giorni ci siamo astrusamente 'dimenticati' di dargli da mangiare (!) e quello è sparito , cercandosi probabilmente un nuovo padrone …

Alcuni hanno un bel rapporto anche solo con le piante ma c e' da preoccuparsi. Poi per arrivare ai casi estremi .. tanti malati mentali oltre ai simboli religiosi .. adorano bruchi e farfalle in cui identificano le bassezze e perfezione a cui aspira la loro mente malata.
Ahh , queste ultime alterne cose , già le intuivo , anche se in realtà , sono state ben rappresentate in film cult (le silence des innocents)…

Una riconferma duale che le vie della perdizione-perversione, anche loro , sarebbero oscure ed infinite … però direi di lasciar perdere questi casi estremi , valutandoli per quel che sono , ovvero abissali anomalie -
avatar
Charade
Senior
Senior

Messaggi : 10370
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 39
Località : Modena/Milano

Torna in alto Andare in basso

Re: L'Amore per gli ANIMALI

Messaggio  Azzurra il Ven 11 Mag 2018, 09:50

Molto commovente ma spesso succede che le persone che si sentono tanto in sintonia e provano grandi sentimenti per gli animali, altrettanto non lo siano con i loro simili umani. Sarà perché delusi, o incapaci a comunicare allo stesso livello, a volte però aridi e respingenti tranne che col proprio cagnetto, gatto e fauna varia. Alcuni hanno un bel rapporto anche solo con le piante ma c e' da preoccuparsi. Poi per arrivare ai casi estremi .. tanti malati mentali oltre ai simboli religiosi .. adorano bruchi e farfalle in cui identificano le bassezze e perfezione a cui aspira la loro mente malata.

Azzurra
Senior
Senior

Messaggi : 4785
Data d'iscrizione : 01.07.13
Località : Milano

Torna in alto Andare in basso

da National Geographic Travel

Messaggio  Charade il Gio 10 Mag 2018, 19:34

C'è chi infonde profondo affetto e tanto rispetto per gli animali , facendone anche un mestiere pagato Shocked … Cosa volere di più ?


Tale custode (Kamara) si prende cura di animali orfani , come questa piccola d'elefante a nome 'Nadasoit' , rimettendoli in sesto e se possibile reintroducendoli alla loro precedente vita selvatica...
avatar
Charade
Senior
Senior

Messaggi : 10370
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 39
Località : Modena/Milano

Torna in alto Andare in basso

Re: L'Amore per gli ANIMALI

Messaggio  spitfire il Mer 11 Apr 2018, 12:57

Lo so, lo so, ancora di gatti... pero'visto che il tempo e'quello che e'Smile)


Per le previsioni del tempo basterebbe guardare meglio il nostro gatto... e'piu'preciso di un satellite (quando non dorme:)))


E’ sempre stata una tradizione molto diffusa quella di ritenere i nostri amici felini sensibili trasmettitori dei fenomeni atmosferici. Si dice infatti che il gatto preannuncia la pioggia. 

Qualcosa di vero esiste in proposito. Il gatto, quando intuisce un temporale, si agita più del normale e diventa sempre più irrequieto continuando a leccarsi il pelo, che, come se fosse impregnato di elettricità, si rizza. Se poi il temporale è in aria e sta per esplodere continua a dare poderose leccate sulle zampe per poi passarle ripetutamente sulle orecchie. Noi tutti conosciamo il gatto e possiamo definirlo un animale pulito come ben pochi altri nel mondo. 

Personalizzando il gatto non potremmo che eleggerlo, in nome delle specializzazioni, oggi più che mai necessarie, un esperto di problemi igienico sociali. Potendolo proporre come super responsabile nel campo dell’igiene, la società contemporanea raggiungerebbe traguardi insperabili. 

Avranno le orecchie del gatto bisogno di particolare pulizia in quel determinato momento? Le orecchie del gatto sono organi di ricezione ad alto potenziale a guisa dei moderni e perfezionatissimi radar, sensibili agli ultrasuoni e sensibilissimi ad altre onde elettromagnetiche. 

Autorevoli studiosi, in proposito, forniscono la seguente spiegazione del fenomeno; i gatti passano la zampa sulle orecchie per tentare di calmarsi, di attenuare le sollecitazioni elettriche che si succedono e che invadono, e che lo agitano,quando la pioggia non cade, ma è vicina, quando esistono in natura delle perturbazioni atmosferiche in atto. Infatti non appena comincia a piovere ed il fenomeno atmosferico si risolve il gatto diventa più normale e più rilassato e di solito si raggomitola per addormentarsi. 

Questo per modo di dire, perchè non esiste al mondo animale simile al gatto sempre attento, sempre vigile, che ad una minima ed impercettibile sollecitazione reagisca in modo sorprendente e rapido. E’ dunque proprio vero che ogni gatto possiede una carica esplosiva sempre pronta ed attiva come quella di un razzo. Se così non fosse non potremmo riconoscere nei nostri amici felini dei perfetti Giuliacci e dei validi cacciatori di topi a salvaguardia della salute e dell’igiene.

fonte: parafarmacia blue flax genova

saluti Smile
avatar
spitfire

Messaggi : 312
Data d'iscrizione : 03.09.17

Torna in alto Andare in basso

Re: L'Amore per gli ANIMALI

Messaggio  spitfire il Mer 28 Feb 2018, 19:16

Ritornero' su entrambi gli amici sperando nella partecipazione di altri Voi del forum  I love you
avatar
spitfire

Messaggi : 312
Data d'iscrizione : 03.09.17

Torna in alto Andare in basso

Re: L'Amore per gli ANIMALI

Messaggio  Charade il Mer 28 Feb 2018, 18:51

,,, temo di essermi espresso male , non intendendo mettere il soggetto sul volatile animale , ma sul disegno naturistico immane ...

Del mondo delle api , ben venga una vostra futura ode , in quanto societarie operaie noi di miele se ne gode - 
Parimenti a tempo mio , in mia futura ode , del cavallo e della sua lateralità prossimamente , anche in paradossal concetto , se ne disporrà ... 
avatar
Charade
Senior
Senior

Messaggi : 10370
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 39
Località : Modena/Milano

Torna in alto Andare in basso

il riccio

Messaggio  spitfire il Mer 28 Feb 2018, 18:47

Il riccio e’ un piccolo mammifero dalle abitudini notturne, un po’ impacciato a vedersi, eppure molto rapido nei movimenti, soprattutto nel nuoto. Simboleggia la Fede, intesa come fiducia nella vita, da conservare anche nelle circostanze più difficili. Ma anche l’amicizia, l’innocenza e la spensieratezza, per merito del suo atteggiamento pacifico, poco rissoso. E’ anche simbolo di auto-difesa perché, com’è noto, si ritira in se stesso in caso di pericolo, sfoderando gli aculei.


Nell’antichità era considerato emblema della dea madre babilonese Ishtar, per altre civiltà era un simbolo solare, in Oriente simbolo di ricchezza, mentre in ambito cristiano si dice rappresenti l’avidità, la rabbia e l’ingordigia. Tutt’altra prospettiva lo vuol nemico per eccellenza delle forze ctonie malvagie e questo perché è solito nutrirsi di larve, lombrichi e animali simili. Alcune leggende narrano che le streghe riuscissero a trasformarsi in ricci per succhiare il latte alle mucche.


Altre simbologie lo vedono collegato alla fertilità e all’elemento Terra visto che striscia su di essa. Mentre la posizione fetale che assume quando si rannicchia indicherebbe il suo profondo legame con la fonte.
 
In Asia Centrale si dice venga associato all’abbondanza del raccolto e che sia considerato un animale energico e solare, forse in virtù della somiglianza con il Sole nella posizione rannicchiata con aculei in vista. Al tempo stesso non bisogna dimenticare che è pur sempre un mammifero notturno, e quindi i simboli ad esso associati hanno a che vedere anche con la notte: dall’intuizione ai sogni profetici fino alle visioni. Gli venne attribuita particolare intelligenza dai Greci e dai Romani.

Il dilemma del porcospino di Arthur Schopenhauer (Parerga e paralipomena)

Una compagnia di porcospini, in una fredda giornata d’inverno, si strinsero vicini, per proteggersi, col calore reciproco, dal rimanere assiderati. Ben presto, però, sentirono le spine reciproche; il dolore li costrinse ad allontanarsi di nuovo l’uno dall’altro. Quando poi il bisogno di scaldarsi li portò di nuovo a stare insieme, si ripeté quell’altro malanno; di modo che venivano sballottati avanti e indietro tra due mali, finché non ebbero trovato una moderata distanza reciproca, che rappresentava per loro la migliore posizione.“ 


Arthur Schopenhauer riscontra molte somiglianze tra i porcospini e gli uomini.


Come loro, pur muovendoci in gruppo e avendone bisogno, se ci avviciniamo troppo gli uni agli altri rischiamo di ferirci con gli “aculei”. Terrorizzati dall’idea di rimanere soli quanto dalla troppa vicinanza ai nostri simili, dovuta a una natura fondamentalmente schiva e solitaria, è nella “giusta distanza reciproca” che troviamo un po’ di pace. Secondo Schopenhauer chi ha sufficiente calore interno può permettersi di evitare la società e gli attriti psicologici che derivano dall’interazione sociale.


fonte: http://www.eticamente.net/56368/il-riccio-le-leggende-piu-belle.html?refresh_ce

Saluti ibernato-arricciati!
avatar
spitfire

Messaggi : 312
Data d'iscrizione : 03.09.17

Torna in alto Andare in basso

Re: L'Amore per gli ANIMALI

Messaggio  spitfire il Mer 28 Feb 2018, 18:41

Charade ha scritto:Farfalla-uccellino:(uccellino-ndr) il colibri. spitfire il Ven 16 Feb 2018, 22:37 Aec-messaggio num#41475
Gradevole resoconto-omaggio per un animaletto estremo nel variodipinto mondo naturale...
Tuttavia risulta sempre curioso come gli esseri umani tutti , soprattutto coloro che ne hanno tramandato dalla notte dei loro tempi , versioni e dizioni , ne hanno sempre derivato questioni misteriche-magiche , non avvicinandosi mai punto alla realtà vera determinata solo da una sana osservazione del suo reale comportamento , non molto differente da quello di un operosa ape in seno al disegno naturistico che in ogni caso vive per sé e con sé ma non per altri o per altro -
Saluti operosi od operati da qui ...  couffe-break
Buonasera,
Grazie Mr Charade della sua annotazione sul mondo delle api, a me molto caro, sul quale ritornero'.


<<comportamento , non molto differente da quello di un operosa ape in seno al disegno naturistico che in ogni caso vive per sé e con sé ma non per altri o per altro ->>


Mi spiace ma un ape non lavora mai solo <<per se e con se>>... anzi... a pensare che facendo la guardia puo' lasciare sulla pelle di qualche malcapitato curiosone, insieme al pungiglione, anche la sua vita...  Sad
avatar
spitfire

Messaggi : 312
Data d'iscrizione : 03.09.17

Torna in alto Andare in basso

Re: L'Amore per gli ANIMALI

Messaggio  Charade il Lun 19 Feb 2018, 19:27

Farfalla-ucellino:(uccellino-ndr) il colibri. spitfire il Ven 16 Feb 2018, 22:37 Aec-messaggio num#41475
Gradevole resoconto-omaggio per un animaletto estremo nel variodipinto mondo naturale...
Tuttavia risulta sempre curioso come gli esseri umani tutti , soprattutto coloro che ne hanno tramandato dalla notte dei loro tempi , versioni e dizioni , ne hanno sempre derivato questioni misteriche-magiche , non avvicinandosi mai punto alla realtà vera determinata solo da una sana osservazione del suo reale comportamento , non molto differente da quello di un operosa ape in seno al disegno naturistico che in ogni caso vive per sé e con sé ma non per altri o per altro -


Saluti operosi od operati da qui ...  couffe-break
avatar
Charade
Senior
Senior

Messaggi : 10370
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 39
Località : Modena/Milano

Torna in alto Andare in basso

Farfalla-ucellino: il colibri.

Messaggio  spitfire il Ven 16 Feb 2018, 22:37

Il colibrì oltre a essere un uccello bellissimo, è ritenuto un animale magico. 
Ne erano convinti, stando a un’antica leggenda, i Maya, che gli attribuivano potere curativo per via dell’amore che questo uccello trasmette alle persone che vi entrano in contatto. Ma in realtà le leggende che lo riguardano sono molteplici, numerosi popoli lo hanno infatti dipinto come animale di potere, in grado di aiutare le persone in difficoltà o come messaggero degli dei.
Si tratta dell’uccello più piccolo del mondo e a quanto pare ne esistono 334 specie, concentrate soprattutto in Sud America. I colibrì più piccoli fra tutti non superano una farfalla mentre il più grande, il Colibrì Gigante pesa 20g ed è lungo 21,5 cm. La caratteristica più distintiva di questo uccello è sicuramente il piumaggio dai colori iridescenti, più vivace nei maschi adulti, che permette ai colibrì di diventare invisibili per i predatori, visto che riescono a confondersi con i colori dei fiori. Il becco è diritto e ricurvo, la forma allungata gli permette di succhiare agevolmente il nettare dei fiori oppure di cibarsi di piccoli insetti. I colibrì sono molto utili per l’impollinazione perchè il nettare che rimane sul loro becco viene portato di fiore in fiore.

La leggenda attribuita ai Maya narra che gli dei crearono i vari animali dando loro un compito specifico, quando terminarono di assegnare i ruoli a ciascuno, si accorsero che mancava un messaggero in grado di trasportare pensieri e desideri da un posto all’altro. Essendo terminato il materiale per costruire un altro animale, gli dei si procurarono una pietra di giada scolpendoci una freccia simbolo del viaggio. 
Soffiarono forte nei due giorni a seguire e la freccia volò tramite il cielo trasformandosi in un uccello multicolore che prese il nome di colibrì. 
Dotato di piume molto fragili, questo uccello riusciva ad avvicinarsi ai fiori più delicati senza danneggiarli. Per assolvere al compito per cui era nato, iniziò a trasportare pensieri e desideri umani. 
Questi ultimi tuttavia, ammaliati dalla sua bellezza, vollero catturarlo ma gli dei, contrariati, dissero che chiunque avesse osato catturare un colibrì, sarebbe stato punito con la morte. Per questo si dice che è impossibile prendere un colibrì, troppo agile per l’uomo perché protetto dagli dei. 
Se vedete un colibrì nelle vicinanze, probabilmente qualcuno vi sta mandando pensieri di amore.



Un’antica leggenda africana narra che nella foresta dei grandi alberi un giorno scoppiò un incendio che si espanse verso il cielo e tutt’intorno. Gli animali fuggirono verso la cima della montagna innevata fatta eccezione per il colibrì che invece si diresse verso il lago. Raggiunta l’acqua il colibrì iniziò a riempire il becco d’acqua andando avanti e indietro, dal fiume all’incendio, per poi raggiungere nuovamente il lago e tornare indietro con altra acqua. Pur essendo così piccolo e apparentemente indifeso, il colibrì dimostrò un grande coraggio ma il leone, re della foresta, gli domandò: “Che pensi di fare con una goccia d’acqua?”. Il colibrì rispose:”Sono la goccia d’acqua che porto in dono”. Il leone rispose che non sarebbe mai riuscito a spegnere l’incendio con quella quantità minima di acqua ma il colibrì replicò: “Forse, ma faccio la mia parte”.


Talmente piccolo e fragile che se non fosse per il piumaggio colorato, lo si noterebbe appena. Eppure nonostante le dimensioni ridotte, il colibrì è determinato e coraggioso, a dimostrazione che questa qualità non è esclusiva degli animali (e degli uomini) apparentemente più forti. Le apparenze ingannano anche nel mondo animale. Concetto ribadito nella leggenda africana che lo vede protagonista, in cui è l’unico che trova il coraggio di restare tra le fiamme, tentando, nel suo piccolo, di salvare la sua terra. La forza del leone, senza il coraggio, non serve a nulla. Una lezione importante per tutti noi: mai mollare, anche quando sembra impossibile. 




Fonte: http://www.eticamente.net/60500/cosa-ci-insegna-il-colibri.html




Saluti floreali da qui. 




Ultima modifica di spitfire il Ven 16 Feb 2018, 22:40, modificato 1 volta (Motivazione : size :))
avatar
spitfire

Messaggi : 312
Data d'iscrizione : 03.09.17

Torna in alto Andare in basso

Re: L'Amore per gli ANIMALI

Messaggio  spitfire il Gio 08 Feb 2018, 07:27

Per chi rinuncia all'Enel, potrebbe adottare gentilmente un pennuto come qui presentato, l'allegria e la musica non mancheranno Smile

saluti canticchiati da qui!
avatar
spitfire

Messaggi : 312
Data d'iscrizione : 03.09.17

Torna in alto Andare in basso

Re: L'Amore per gli ANIMALI

Messaggio  spitfire il Ven 12 Gen 2018, 01:02

Charade ha scritto:Cioè , da non crederci ... ma volendo spiegarsela , basta pensare semplicemente al condizionamento dovuto ad imitazione ed addestramento...   silent

ps., 
per la cronaca : dicono che il 4-zampe munito , sia andato avanti a divertirsi per ore ... ah ah da crederci - 
Molto intelligentemente, i padroni di questo cane hanno trovato il modo di farlo divertire e diventare autosufficiente in materia di "tempo libero" (almeno in inverno). Bravi!
Beato il cane... si diverte, davvero!
Smile
avatar
spitfire

Messaggi : 312
Data d'iscrizione : 03.09.17

Torna in alto Andare in basso

Re: L'Amore per gli ANIMALI

Messaggio  spitfire il Ven 12 Gen 2018, 01:00

Charade ha scritto:lager d'allevamento intensivi
Questi posti farebbero ribrezzo a chiunque...
Tranne ovviamente chi di esso ne fa mestiere e guadagno … e non sono pochi -

Sapevo di un chirurgo oncologo che appena usciva dal lavoro si tuffava nelle braccia di Buon Bachus per "lavarsi" la visione... il lavoro e' lavoro... che fa ribrezzo o no lo potrebbe dire solo il soggetto in questione...

Io per esempio ho dovuto sacrificare dei pesci per non "aspettare che muoiano" fuori dall'acqua... e posso garantire che non e' per nulla un'operazione piacevole... 

molti mettono "le mani davanti agli occhi", non volendo manco vedere queste realta'.
Nell'era della comunicazione spinta , le bende sugli occhi è ben difficile non conoscerle , quindi è un po' come certe malattie , per non sentirle le si ignora almeno finché non si è coinvolti in prima persona, come nel seguente caso da voi qui sotto-riportato -

Ne ho appena riportato uno nuovo.. sopra

Posso dire di aver avuto uno choc emotivo quando un pulcino di gallina - a casa degli dei (dei-ndr) [grazie] miei, molti anni addietro- si era rotto un'aletta ed il veterinario di zona l'avrebbe amputata... con il pianto in gola l'ho disinfettato con acqua ossigenata e soluzione di iodio ,ri- mettendo a posto le piccole ossicina[piccole ossicina, grazie] spargendo sulla ferita una pommata (pomata-ndr) ed antibiotico, dopo di che ho fissato il punto debole tra due piccoli legnetti lisci (qualcuno ci aveva portato dei bastoncini nuovi per il gelato, ne avevo usato di quelli) ... legato con una fascetta sterile non troppo stretto ma neanche debole, sostenendola passando sopra la spalla opposta il tessuto... risultando alla fine come avesse "una spada" addosso sul piccolo corpicino ... devo dire che dopo questo incidente non ho potuto piu' mangiare la carne di pollo... per un bel po' di tempo...anche ora se lo ricordo mi fa ancora impressione... pero' il piccolo si e' ripreso, la sua ala si e' "rimessa a posto"... l'unica cosa che non e' andata normalmente era il suo atteggiamento rispetto ai suoi fratellini, era diventato timido, pauroso, e si nascondeva dagli altri. 
Ennesima riprova che anche gli animali provano ciò che noi riconosciamo come “sentimento” , anche se in loro non sapremo mai con certezza , quale grado di consapevolezza essi ne hanno -

Se si ha il tempo a disposizione per osservarli, si ri-confermano uno per uno i "sentimenti" che loro provano nei confronti di noi, umani. Consapevolezza? Anche ragionamenti... ritornero' con altri racconti...

Saputo e' che il regno gallinaceo e' un carnivoro (dicasi cosa si dice al contrario
Cannibale ?...
si, anche.

... se osservano un loro simile con una ferita o sanguignante, (sanguinante-ndr) se lo mangiano!!!)
Il piccolino essendo bendato certamente e' stato tenuto lontano dagli altri ma al ritorno nel gruppo teneva ancora la "ferita" lontana dagli altri... per istinto..
Diciamo allora un pulcino fortunato nella sfortuna -
si...

Spero di non arrivare mai a dover appendere dipendere(dipendere-ndr) dalla loro bistecca chimica... No 
Purtroppo o per fortuna o per necessità , ci si arriverà … Di sicuro la commercializzazione garantirà , la piena accettabilità del prodotto tanto da dover discernere con difficoltà da quella originale -

spero vivamente di non dover arrivare li' !!! pale
[...]
sostanze proteiche essenziali
E si "muore" per la mancanza di esse???
Per alcune accertate categorie d'età o di situazione sanitaria (infanti ,anziani o debilitati in genere) , un evento del genere si potrebbe anche verificare … D'altronde un vegano , per chi ha un occhio clinico , lo si vede subito a colpo d'occhio : massa magra , emaciata e con colorito quasi cadaverico … esami del sangue senz'altro a posto , anzi più che a posto , rispetto alla media delle persone , ma avendo una dieta comunque parziale , quindi disequilibrata , non avrà quell'aspetto di “forza” e potenza tipica delle diete complete,
Nota bene : anche se non si hanno statistiche corpose , abbiamo pur sempre dati derivanti dalla storia di quell'Italia passata dalla guerra (e quindi dalla privazione alimentare) , dove altezza media e corporatura in generale , non sono come quelle odierne … Idem per popolazioni asiatiche , (piccole) rispetto a quelle occidentali - – Al di là di ogni estremismo o limitazione contingente , la regola è cibarsi equilibratamente di un po' di tutto, visto che l'equilibrio è l'unica legge biologica istituita -

si, l'equilibrio... sarebbe invece piu' "sano" mangiare sano... equilibrare tutta la roba chimica che ci propongono nel commercio.. sarebbe un "equilibrio" disequilibrato comunque per il nostro organismo.


Piante carnivore o vegane ?
Ottima ideea, (idea-ndr) complimenti!
Complimenti esteso a tutti/tutte … se potessi intervenire con maggior tutela , di certo apporterei anch'io il mio tormentoso contributo , magari convincendo le piantine al veganesimo … sai mai ?
Piante carnivore vegane??? vuol dire CANNIBALE!!! Smile))

+
Tra l'altro, le ortiche sono un(')ottimo (un ottimo-ndr) allimento (alimento-ndr) , ed una pianta molto usata/utilizzata come rimedio nelle tisane, pozioni piu' o meno magiche... non so per carnivore...
Pianta multifunzionale esistendo anche lo shampoo alle ortiche , con ovvie preoccupazioni Smile
In quanto alla magia , questo è un campo dell'omeopatia , che per la scienza medica ufficiale è solo acqua-fresca , in quanto rientrante nella logica del placebo - 

Si, ma solo per chi  fa dalla scienza medica una "bibbia".

Grazie per tutte le correzioni e per le spiegazioni/aggiunte vari. 
avatar
spitfire

Messaggi : 312
Data d'iscrizione : 03.09.17

Torna in alto Andare in basso

Bambini come umani ...

Messaggio  Charade il Mar 09 Gen 2018, 19:28

Cioè , della serie , questa (border collie) è la razza di cane più intelligente del parco canino 


Cioè , da non crederci ... ma volendo spiegarsela , basta pensare semplicemente al condizionamento dovuto ad imitazione ed addestramento...   silent

ps., 
per la cronaca : dicono che il 4-zampe munito , sia andato avanti a divertirsi per ore ... ah ah da crederci - 
avatar
Charade
Senior
Senior

Messaggi : 10370
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 39
Località : Modena/Milano

Torna in alto Andare in basso

Re: L'Amore per gli ANIMALI

Messaggio  Charade il Gio 07 Dic 2017, 19:20

Re: L'Amore per gli ANIMALI spitfire Oggi alle 09:40 Aec-messaggio num#40459
lager d'allevamento intensivi
Questi posti farebbero ribrezzo a chiunque...
Tranne ovviamente chi di esso ne fa mestiere e guadagno … e non sono pochi -

molti mettono "le mani davanti agli occhi", non volendo manco vedere queste realta'.
Nell'era della comunicazione spinta , le bende sugli occhi è ben difficile non conoscerle , quindi è un po' come certe malattie , per non sentirle le si ignora almeno finché non si è coinvolti in prima persona, come nel seguente caso da voi qui sotto-riportato -

Posso dire di aver avuto uno choc emotivo quando un pulcino di gallina - a casa degli (dei-ndr) miei, molti anni addietro- si era rotto un'aletta ed il veterinario di zona l'avrebbe amputata... con il pianto in gola l'ho disinfettato con acqua ossigenata e soluzione di iodio ,ri- mettendo a posto le piccole ossicina, spargendo sulla ferita una pommata (pomata-ndr) ed antibiotico, dopo di che ho fissato il punto debole tra due piccoli legnetti lisci (qualcuno ci aveva portato dei bastoncini nuovi per il gelato, ne avevo usato di quelli) ... legato con una fascetta sterile non troppo stretto ma neanche debole, sostenendola passando sopra la spalla opposta il tessuto... risultando alla fine come avesse "una spada" addosso sul piccolo corpicino ... devo dire che dopo questo incidente non ho potuto piu' mangiare la carne di pollo... per un bel po' di tempo...anche ora se lo ricordo mi fa ancora impressione... pero' il piccolo si e' ripreso, la sua ala si e' "rimessa a posto"... l'unica cosa che non e' andata normalmente era il suo atteggiamento rispetto ai suoi fratellini, era diventato timido, pauroso, e si nascondeva dagli altri.
Ennesima riprova che anche gli animali provano ciò che noi riconosciamo come “sentimento” , anche se in loro non sapremo mai con certezza , quale grado di consapevolezza essi ne hanno -

Saputo e' che il regno gallinaceo e' un carnivoro (dicasi cosa si dice al contrario
Cannibale ?...
... se osservano un loro simile con una ferita o sanguignante, (sanguinante-ndr) se lo mangiano!!!)
Il piccolino essendo bendato certamente e' stato tenuto lontano dagli altri ma al ritorno nel gruppo teneva ancora la "ferita" lontana dagli altri... per istinto..
Diciamo allora un pulcino fortunato nella sfortuna -

Spero di non arrivare mai a dover appendere (dipendere-ndr) dalla loro bistecca chimica... No
Purtroppo o per fortuna o per necessità , ci si arriverà … Di sicuro la commercializzazione garantirà , la piena accettabilità del prodotto tanto da dover discernere con difficoltà da quella originale -
Ovviamente una “fiorentina” (tipico taglio di bistecca della cucina toscana) completa d'osso

non la si potrà produrre se non con artificio (crescita in vitro delle simil proteine su un anima di simil osso ) … e qui a furia di verosimigliante , allora gli occhi li si dovrà chiudere comunque -
sostanze proteiche essenziali
E si "muore" per la mancanza di esse???
Per alcune accertate categorie d'età o di situazione sanitaria (infanti ,anziani o debilitati in genere) , un evento del genere si potrebbe anche verificare … D'altronde un vegano , per chi ha un occhio clinico , lo si vede subito a colpo d'occhio : massa magra , emaciata e con colorito quasi cadaverico … esami del sangue senz'altro a posto , anzi più che a posto , rispetto alla media delle persone , ma avendo una dieta comunque parziale , quindi disequilibrata , non avrà quell'aspetto di “forza” e potenza tipica delle diete complete,
Nota bene : anche se non si hanno statistiche corpose , abbiamo pur sempre dati derivanti dalla storia di quell'Italia passata dalla guerra (e quindi dalla privazione alimentare) , dove altezza media e corporatura in generale , non sono come quelle odierne … Idem per popolazioni asiatiche , (piccole) rispetto a quelle occidentali - – Al di là di ogni estremismo o limitazione contingente , la regola è cibarsi equilibratamente di un po' di tutto, visto che l'equilibrio è l'unica legge biologica istituita -

Piante carnivore o vegane ?
Ottima ideea, (idea-ndr) complimenti!
Complimenti esteso a tutti/tutte … se potessi intervenire con maggior tutela , di certo apporterei anch'io il mio tormentoso contributo , magari convincendo le piantine al veganesimo … sai mai ?
+
Tra l'altro, le ortiche sono un'ottimo (un ottimo-ndr) allimento (alimento-ndr) , ed una pianta molto usata/utilizzata come rimedio nelle tisane, pozioni piu' o meno magiche... non so per carnivore...
Pianta multifunzionale esistendo anche lo shampoo alle ortiche , con ovvie preoccupazioni Smile
In quanto alla magia , questo è un campo dell'omeopatia , che per la scienza medica ufficiale è solo acqua-fresca , in quanto rientrante nella logica del placebo - 
avatar
Charade
Senior
Senior

Messaggi : 10370
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 39
Località : Modena/Milano

Torna in alto Andare in basso

Re: L'Amore per gli ANIMALI

Messaggio  spitfire il Gio 07 Dic 2017, 09:40

Charade ha scritto:Re: L'Amore per gli ANIMALI Aec-messaggio num#40381

Molti vegani si sono convertiti , proprio dalla realizzata conoscenza scioccante dei lager d'allevamento intensivi odierni -


Questi posti farebbero ribrezzo a chiunque... molti mettono "le mani davanti agli occhi", non volendo manco vedere queste realta'.

Posso dire di aver avuto uno choc emotivo quando un pulcino di gallina  - a casa degli miei, molti anni addietro- si era rotto un'aletta ed il veterinario di zona l'avrebbe amputata... con il pianto in gola l'ho disinfettato con acqua ossigenata e soluzione di iodio ,ri- mettendo a posto le piccolo ossicine, spargendo sulla ferita una pommata ed antibiotico, dopo di che ho fissato il punto debole tra due piccoli legnetti lisci (qualcuno ci aveva portato dei bastoncini nuovi per il gelato, ne avevo usato di quelli) ... legato con una fascetta sterile non troppo stretto ma neanche debole, sostenendola passando sopra la spalla opposta il tessuto... risultando alla fine come avesse "una spada" addosso sul piccolo corpicino ... devo dire che dopo questo incidente non ho potuto piu' mangiare la carne di pollo... per un bel po' di tempo...anche ora se lo ricordo mi fa ancora impressione... pero' il piccolo si e' ripreso, la sua ala si e' "rimessa a posto"... l'unica cosa che non e' andata normalmente era il suo atteggiamento rispetto ai suoi fratellini, era diventato timido, pauroso, e si nascondeva dagli altri. Saputo e' che il regno gallinaceo e' un carnivoro (dicasi cosa si dice al contrario... se osservano un loro simile con una ferita o sanguignante, se lo mangiano!!!)
Il piccolino essendo bendato certamente e' stato tenuto lontano dagli altri ma al ritorno nel gruppo teneva ancora la "ferita" lontana dagli altri... per istinto..


Al di la delle mode o delle convinzioni personali , l'umano è biologicamente strutturato ad essere onnivoro , poiché che che se ne dica , alcune sostanze essenziali (aminoacidi) non siamo in grado di sintetizzarle da soli come specie – L'unica via d'uscita è riuscire a produrre la cosiddetta bistecca da laboratorio di cui già se ne ha notizia -
https://www.wired.it/lifestyle/food/2017/08/30/produzione-carne-in-laboratorio-riduzione-impatto-ambientale-allevamenti/

Spero di non arrivare mai a dover appendere dalla loro bistecca chimica... No

Ben d'accordo , tutto parte dalla consuetudine che è l'altra enorme forza (ambiente) che con la genetica ci forma e ci trasforma – Rimettere le consuetudini in discussione è quell'altra più valida idea , non fissa ma cangiante , che eviterebbe appunto la fissità -

Grazie. per non rimanere nei "fissismi" ...  Basketball bounce

 
Il male , lo ho appena definito qui sopra , circa l'impossibilità di sintetizzare sostanze proteiche essenziali purtroppo da sola origine animale -

E si "muore" per la mancanza di esse??? affraid
 
Vorrei precisare che nella definizione di “carne” rientrerebbe anche tutta la parte ittica …

Allora si, cambia qualcosa.  scratch

Sicuramente , magari accompagnato dalla logica delle tre elle (latte, lana, letto) -

Bella logica, non la conoscevo. Pur se separatamente, ognuna delle tre non mi erano estranee... Grazie  okx1


Potrei farlo anch'io potendo essere de facto, il suo primo ideatore… poi utilizzate da mrs Green + Ero-il , prima come piantine urticanti (ortiche) infestanti il selciato del “castello” , poi come piante carnivore vere e proprie …

Ottima ideea, complimenti! Tra l'altro, le ortiche sono un'ottimo allimento, ed una pianta molto usata/utilizzata come rimedio nelle tisane, pozioni piu' o meno magiche... non so per carnivore...
  questionmarl


Mi si permetta di dire , che l'unica utilità dei suddetti vegetali è quella di essere un gradito umorale tormentone , ad uso e consumo dei presenti … 

Oh, grazie, certo che glielo si permetta, trovai anche io utilissima l'utilita' suddetta.
saluti!
avatar
spitfire

Messaggi : 312
Data d'iscrizione : 03.09.17

Torna in alto Andare in basso

Re: L'Amore per gli ANIMALI

Messaggio  Charade il Mer 06 Dic 2017, 19:23

Re: L'Amore per gli ANIMALI spitfire Lun 27 Nov 2017, 16:40 Aec-messaggio num#40381
Charade ha scritto:
Re: L'Amore per gli ANIMALI Aec-messaggio num#40323
Più che convissuto diciamo meglio : sopravvissuti , in quanto solo l'animale umano per generali necessità ne ha anche largamente abusato … Allevamento per aiuto lavori o compagnia potrebbe essere eticamente accettabile , meno per l'aspetto necessariamente cruento per nutrizione (macelli) ,
o ancora meno per mera attività venatoria (caccia) , fine a se stessa (divertimento !?)
Vero, la sopravvivenza spesse volte e' avvenuta "macellando" altri esseri viventi... ma il "salto evolutivo" ha cambiato un po' i parametri... se nell'antichita' si cacciava per mangiare (non per puro divertimento come ben affermate voi sopra, Mr. Charade) nei giorni odierni come da un bel po' di tempo si sacrifica il bestiame per guadagno... un "mestiere" che non tutti potrebbero fare... e allora sembra logico che un'altro lo faccia per loro...come "servizio prestato"
Nel caso sovvracitato (sovracitato-ndr) non si tratta di 'amore" per gli animali ... ma di "mestiere"... di "lavoro".
Attenzione che il salto evolutivo lo si è avuto già in quell'antichità dei tempi difficilmente databile , ma che ci si racconta storicamente , evocando gli umani delle caverne , dove siamo passati dall'essere nomadi , quindi non legati necessariamente ad un territorio , ad essere stanziali … gli animali di cui nutrirsi , non venivano più inseguiti e cacciati nei loro periodici spostamenti , ma allevati e più o meno costretti in recinti adeguati … Da qui , il guadagno è stato un passo “naturalmente” conseguenziale , in quanto il subentro della logica di scambio di commercio ne ha garantito nel tempo la sua liceità –

Al pastore/allevatore di un tempo , che dava addirittura un nome ad ugnun dei suoi animali , si è sostituito il generico lavorante umano o addirittura robotico , dove appunto il rapporto diretto con gli animali ed il loro crescente numero , raggiunge il suo apice di spersonalizzazione –
Molti vegani si sono convertiti , proprio dalla realizzata conoscenza scioccante dei lager d'allevamento intensivi odierni -

In dipendenza delle civiltà umane ci sono regole scritte dalla consuetudine ; per alcune , inaccettabili (ricchi) , per altre possibili (classe media) , per altre ancora necessarie (povertà e fame)-
Aggiungo ... per i non-carnivori... inutili. (se il riferimento era al "sopprimere" la vita di un essere vivente per consumo)
Al di la delle mode o delle convinzioni personali , l'umano è biologicamente strutturato ad essere onnivoro , poiché che che se ne dica , alcune sostanze essenziali (aminoacidi) non siamo in grado di sintetizzarle da soli come specie – L'unica via d'uscita è riuscire a produrre la cosiddetta bistecca da laboratorio di cui già se ne ha notizia -
https://www.wired.it/lifestyle/food/2017/08/30/produzione-carne-in-laboratorio-riduzione-impatto-ambientale-allevamenti/

I cinesi , ad esempio o gli orientali in genere , i cani li amano mangiare (!?) oltre a qualsiasi cosa che : striscia , cammina , nuota o vola , non risparmiando neanche il mondo dittero … , qui da noi , sempre che sia vero , i vicentini hanno una storica nomea (mangia-gatti) non proprio edificante... Senza contare poi come sia ben apprezzata la carne di cavallo -
Si, ho letto informazioni simili... se da piccoli i bambini vengono abituati a mangiare cavallette o altri insetti... per loro sara' normale... torniamo alle "idee fisse" messe in testa dagli altri? ( a chi tranne noi/loro?)
Ben d'accordo , tutto parte dalla consuetudine che è l'altra enorme forza (ambiente) che con la genetica ci forma e ci trasforma – Rimettere le consuetudini in discussione è quell'altra più valida idea , non fissa ma cangiante , che eviterebbe appunto la fissità -

Quindi per gli animali considerati domestici , non possiamo criticare nessuno, in quanto tutti/tutte lo possiamo essere e nessuno potrebbe essere ritenuto indenne – Non per nulla il fiorire di vegani e loro evoluti estremisti (fruttariani) risponde a questa loro esigenza puramente etica ma pericolosamente per la salute , poco pratica -
Non vedo nessun male nell'astenersi al consumo di carne, nonostante per natura sono stata da sempre un piccolo carnivore...
Il male , lo ho appena definito qui sopra , circa l'impossibilità di sintetizzare sostanze proteiche essenziali purtroppo da sola origine animale -

ho vissuto l'alternativa per un periodo abbastanza lungo senza il consumo di carne continuando di consumare pesce, crostacei, frutta di mare, uova e tutto cio' che significa latte ed i suoi derivati... devo dire che non ho sentito nessuna differenza nel mio stato di salute...
Vorrei precisare che nella definizione di “carne” rientrerebbe anche tutta la parte ittica …

ah, si.. ci sarebbe qualcosa: in tre anni non ho fatto neanche un'influenza... (sara' stato "colpevole" l'aglio???)
Sicuramente , magari accompagnato dalla logica delle tre elle (latte, lana, letto) -

D'altronde , dulcis in fundo , come considerare l'uso delle piante carnivore del castello incantato da mrs Green opzionato ?... Ahh ahh … scusate la digressione , ma questo riferimento era troppo ghiotto a non metterlo qui -
Eh...si, le piante carnivore di Mrs. Green... sapra' dire essa di piu' (non conosco in dettaglio la loro storia)
Potrei farlo anch'io potendo essere de facto, il suo primo ideatore… poi utilizzate da mrs Green + Ero-il , prima come piantine urticanti (ortiche) infestanti il selciato del “castello” , poi come piante carnivore vere e proprie …

ma da quanto capisco sono utili al Castello... si evita pure l'uso degli insetticidi...
Ri-saluti in tardo pomeriggio.

Mi si permetta di dire , che l'unica utilità dei suddetti vegetali è quella di essere un gradito umorale tormentone , ad uso e consumo dei presenti … 
avatar
Charade
Senior
Senior

Messaggi : 10370
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 39
Località : Modena/Milano

Torna in alto Andare in basso

Re: L'Amore per gli ANIMALI

Messaggio  spitfire il Lun 27 Nov 2017, 16:40

Charade ha scritto:Re: L'Amore per gli ANIMALI  Aec-messaggio num#40323

Più che convissuto diciamo meglio : sopravvissuti , in quanto solo l'animale umano per generali necessità ne ha anche largamente abusato … Allevamento per aiuto lavori o compagnia potrebbe essere eticamente accettabile , meno per l'aspetto necessariamente cruento per nutrizione (macelli) ,
o ancora meno per mera attività venatoria (caccia) , fine a se stessa (divertimento !?)

Vero, la sopravvivenza spesse volte e' avvenuta "macellando" altri esseri viventi... ma il "salto evolutivo" ha cambiato un po' i parametri... se nell'antichita' si cacciava per mangiare (non per puro divertimento come ben affermate voi sopra, Mr. Charade) nei giorni odierni come da un bel po' di tempo si sacrifica il bestiame per guadagno... un "mestiere" che non tutti potrebbero fare... e allora sembra logico che un'altro lo faccia per loro...come "servizio prestato" 

Nel caso sovvracitato non si tratta di 'amore" per gli animali ... ma di "mestiere"... di "lavoro".

In dipendenza delle civiltà umane ci sono regole scritte dalla consuetudine ; per alcune , inaccettabili (ricchi) , per altre possibili (classe media) , per altre ancora necessarie (povertà e fame)-

Aggiungo ... per i non-carnivori... inutili. (se il riferimento era al "sopprimere" la vita di un essere vivente per consumo)

I cinesi , ad esempio o gli orientali in genere , i cani li amano mangiare (!?) oltre a qualsiasi cosa che : striscia , cammina , nuota o vola , non risparmiando neanche il mondo dittero … , qui da noi , sempre che sia vero , i vicentini hanno una storica nomea (mangia-gatti) non proprio edificante... Senza contare poi come sia ben apprezzata la carne di cavallo -

Si, ho letto informazioni simili... se da piccoli i bambini vengono abituati a mangiare cavallette o altri insetti... per loro sara' normale... torniamo alle "idee fisse" messe in testa dagli altri? ( a chi tranne noi/loro?)

Quindi per gli animali considerati domestici , non possiamo criticare nessuno, in quanto tutti/tutte lo possiamo essere e nessuno potrebbe essere ritenuto indenne – Non per nulla il fiorire di vegani e loro evoluti estremisti (fruttariani) risponde a questa loro esigenza puramente etica ma pericolosamente per la salute , poco pratica -

Non vedo nessun male nell'astenersi al consumo di carne, nonostante per natura sono stata da sempre un piccolo carnivore... ho vissuto  l'alternativa per un periodo abbastanza lungo senza il consumo di carne continuando di consumare pesce, crostacei, frutta di mare, uova e tutto cio' che significa latte ed i suoi derivati... devo dire che non ho sentito nessuna differenza nel mio stato di salute... ah, si.. ci sarebbe qualcosa: in tre anni non ho fatto neanche un'influenza... (sara' stato "colpevole" l'aglio???Smile
    

D'altronde , dulcis in fundo , come considerare l'uso delle piante carnivore del castello incantato da mrs Green opzionato ?... Ahh ahh … scusate la digressione , ma questo riferimento era troppo ghiotto a non metterlo qui -
 

Eh...si,  le piante carnivore di Mrs. Green... sapra' dire essa di piu' (non conosco in dettaglio la loro storia) ma da quanto capisco sono utili al Castello... si evita pure l'uso degli insetticidi...


Ri-saluti in tardo pomeriggio.
avatar
spitfire

Messaggi : 312
Data d'iscrizione : 03.09.17

Torna in alto Andare in basso

Piante carnivore , vegane ?

Messaggio  Charade il Gio 23 Nov 2017, 19:31

Re: L'Amore per gli ANIMALI spitfire Ieri alle 23:52 Aec-messaggio num#40323
Vi saluto, cari,
Gli animali hanno sempre convissuto con gli esseri umani ma in altri "rapporti", nello specifico "aiutarsi" a vicenda, sia che si tratta di cavalli, mucche, asini, oche, catti o cani, colombe e via dicendo. L'errore sta nell'<abusare> di cio' che poteva essere una convivenza utile, leale, piacevole... L'abuso e' una brutta malattia dei secoli che vediamo passare, passando anche noi... guardando con un occhio critico o comprensivo, ad ognuno la sua.. Vi ringrazio di essere passati da queste parti, Annali, Mr. Charade, a cavallo o a passo... di tastiera.
Più che convissuto diciamo meglio : sopravvissuti , in quanto solo l'animale umano per generali necessità ne ha anche largamente abusato … Allevamento per aiuto lavori o compagnia potrebbe essere eticamente accettabile , meno per l'aspetto necessariamente cruento per nutrizione (macelli) ,
o ancora meno per mera attività venatoria (caccia) , fine a se stessa (divertimento !?)

In dipendenza delle civiltà umane ci sono regole scritte dalla consuetudine ; per alcune , inaccettabili (ricchi) , per altre possibili (classe media) , per altre ancora necessarie (povertà e fame)-

I cinesi , ad esempio o gli orientali in genere , i cani li amano mangiare (!?) oltre a qualsiasi cosa che : striscia , cammina , nuota o vola , non risparmiando neanche il mondo dittero … , qui da noi , sempre che sia vero , i vicentini hanno una storica nomea (mangia-gatti) non proprio edificante... Senza contare poi come sia ben apprezzata la carne di cavallo -

Quindi per gli animali considerati domestici , non possiamo criticare nessuno, in quanto tutti/tutte lo possiamo essere e nessuno potrebbe essere ritenuto indenne – Non per nulla il fiorire di vegani e loro evoluti estremisti (fruttariani) risponde a questa loro esigenza puramente etica ma pericolosamente per la salute , poco pratica -

D'altronde , dulcis in fundo , come considerare l'uso delle piante carnivore del castello incantato da mrs Green opzionato ?... Ahh ahh … scusate la digressione , ma questo riferimento era troppo ghiotto a non metterlo qui -
 
avatar
Charade
Senior
Senior

Messaggi : 10370
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 39
Località : Modena/Milano

Torna in alto Andare in basso

Re: L'Amore per gli ANIMALI

Messaggio  Charade il Gio 23 Nov 2017, 18:45

Re: L'Amore per gli ANIMALI annali Ieri alle 20:13 Aec-messaggio num#40315
E allora quel'amor per gli animali sarebbe una scusa per "socializzare"??? E. Per socializzare c'è forse bisogno di "scuse???
Si , ma leggi meglio che si è aggiunta la congiunzione “anche” , quindi significa non solo... il che determina che la “scusa” evocata , non essendo fine solo ed univocamente a se stessa , in pratica non lo è del tutto -

Ah, certo che andare a prendere ad esempio l'amor equino... roba per tutti, come ben si sa...
Guarda che un cane sopra una certa taglia medio-gigante (alani e molossoidi) ti costa più dell'affitto di una mattinata sopra uno splendido puledro fremente e scalpitante, sempre che se ne abbia l'impagabile passione pur essendo cittadini di città …

O ancora prendere coloro, uomo o donna siano, che portano il cagnetto al giardinetto per "socializzare" con l'altro sesso ( o indifferentemente con lo stesso)
Si unisce l'utile al dilettevole come in qualsiasi ambito di aggregazione umana , indipendentemente anche da implicazioni sessistiche … Lo scambio d'informazioni di prima mano su : veterinaria , corretto passeggio e correzione di comportamento animale , sono necessarie quanto impagabili... Poi , certo che ci sono anche le degenerazioni di perfette/i ignoranti che “usano” i can latranti per scopi impropri , così come per tutte le cose …
avatar
Charade
Senior
Senior

Messaggi : 10370
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 39
Località : Modena/Milano

Torna in alto Andare in basso

Re: L'Amore per gli ANIMALI

Messaggio  spitfire il Mer 22 Nov 2017, 23:52

Vi saluto, cari,

Gli animali hanno sempre convissuto con gli esseri umani ma in altri "rapporti", nello specifico "aiutarsi" a vicenda, sia che si tratta di cavalli, mucche, asini, oche, catti o cani, colombe e via dicendo.

L'errore sta nell'<abusare> di cio' che poteva essere una convivenza utile, leale, piacevole...

L'abuso e' una  brutta malattia dei secoli che vediamo passare,  passando anche noi... guardando con un occhio critico o comprensivo, ad ognuno la sua..

Vi ringrazio di essere passati da queste parti, Annali, Mr. Charade, a cavallo o a passo... di tastiera.  cheers
avatar
spitfire

Messaggi : 312
Data d'iscrizione : 03.09.17

Torna in alto Andare in basso

Re: L'Amore per gli ANIMALI

Messaggio  annali il Mer 22 Nov 2017, 20:13

E allora quel'amor per gli animali sarebbe una scusa per "socializzare"??? E. Per socializzare c'è forse bisogno di "scuse???
Ah, certo che andare a prendere ad esempio l'amor equino... roba per tutti, come ben si sa...
O ancora prendere coloro, uomo o donna siano, che portano il cagnetto al giardinetto per "socializzare" con l'altro sesso ( o indifferentemente con lo stesso)  Twisted Evil Twisted Evil Twisted Evil
avatar
annali
Senior
Senior

Messaggi : 7629
Data d'iscrizione : 06.06.13

Torna in alto Andare in basso

Re: L'Amore per gli ANIMALI

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Torna in alto

- Argomenti simili

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum