NOTIZIE "ASTRONOMICHE"

Pagina 3 di 6 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Hubble e Makemake pianeta nano

Messaggio  annali il Sab 21 Mag 2016, 02:42

Hubble ha identificato un satellite in orbita attorno al  pianeta nano Makemake, il terzo oggetto per luminosità nella fascia di Kuiper.
 


annali
Senior
Senior

Messaggi : 7379
Data d'iscrizione : 06.06.13

Tornare in alto Andare in basso

Galassie esplosive

Messaggio  annali il Ven 01 Apr 2016, 13:35

Dalla galassia ellittica 3C348, a circa 2 miliardi di anni luce di distanza da noi, è in atto una gigantesca esplosione di plasma e altro materiale. La galassia, 1000 volte più massiva della Via Lattea ospita al suo interno un buco nero di 2,5 miliardi di masse solari.
I getti di plasma e particelle subatomiche e campi magnetici emittenti onde radio quasi un miliardo più del nostro Sole, sono stati osservati dal radioscopio Very Large Array nel Nuovo Messico. 


annali
Senior
Senior

Messaggi : 7379
Data d'iscrizione : 06.06.13

Tornare in alto Andare in basso

Con Kepler 2 in cerca di esopianeti

Messaggio  annali il Sab 12 Mar 2016, 00:10

In aprile si svolgerà su scala mondiale un grande e originale esperimento di ricerca e osservazione di esopianeti. La campagna che inizierà il 9 di aprile, coinvolgerà contemporaneamente l’osservatorio spaziale “Kepler” della Nasa e astronomi di Osservatori a terra sparsi nei cinque continenti. Tutti insieme esploreranno la stessa regione della nostra galassia, in direzione della costellazione del Cigno, ricercando piccoli pianeti simili alla Terra in orbita intorno a stelle alla distanza che possano consentire la vita. Nel corso dell’esperimento i ricercatori si avvarranno anche delle “microlenti gravitazionali”, il fenomeno per il quale una massa interposta, deformando opportunamente lo spazio, concentra la luce proveniente da oggetti più lontani non osservabili diversamente. Con questo metodo gli scienziati potranno determinare la massa di pianeti che orbitano a grandi distanze dalla loro stella, come Giove, Urano e Nettuno nel nostro sistema solare.
“Kepler”, prima che un grave guasto al sistema di puntamento, nel 2013, facesse temere che il satellite fosse perduto, scoprì con il metodo dei transiti più di duemila candidati esopianeti. Gli ingegneri aerospaziali del Ball Center di Boulder, Colorado, riuscirono poi a “raddrizzare” il satellite usando la pressione della radiazione solare, permettendogli, così, di iniziare la sua seconda vita. Ora, con la prima campagna globale di caccia agli esopianeti, si può dire che “Kepler” entra nella sua terza vita scientifica. Quanti pianeti simili alla Terra, si andranno a scoprire?
         

annali
Senior
Senior

Messaggi : 7379
Data d'iscrizione : 06.06.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: NOTIZIE "ASTRONOMICHE"

Messaggio  Charade il Gio 25 Feb 2016, 19:14

Sicuramente con questi "numeri" e queste condizioni spaziali , si avrà maggior probabilità di "catturare" un eventuale evento - L'unico problema che vedo è l'unicità dell'esperimento che non permetterebbe di escludere casuali o reinterpretabili rumori o disturbi di fondo ,,, scientificamente parlando è fondamentale che uno stesso evento possa essere registrato da due sistemi distinti e separati - esattamente come nel problema del "doppio-cieco" 
avatar
Charade
Senior
Senior

Messaggi : 9887
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 38
Località : Modena/Milano

Tornare in alto Andare in basso

Oro e Platino nello spazio

Messaggio  annali il Gio 25 Feb 2016, 16:02

Oro e platino galleggianti nello spazio.

La sonda LISA Pathfinder dell’Agenzia Spaziale Europea, lanciata per dimostrare la fattibilità tecnologica del rilevamento di onde gravitazionali nello spazio, ha rilasciato a un milione e mezzo di chilometri dalla Terra, due cubetti di oro e di platino che galleggiano nell’equilibrio gravitazionale di un Punto di Lagrange. 

Cubetti di oro-platino galleggianti nel vuoto insieme a un raggio laser, riveleranno le deformazioni dello spaziotempo che avvengono quando grandi masse accelerano, tecnologia che si sta mettendo alla prova per la prima volta. In un prossimo futuro, LISA Pathfinder sarà munita di un’antenna, provvisoriamente chiamata eLISA, da “evolved Laser Intereroter Space Antenna” si estenderà su 5 milioni di km, da confrontare con i 4 km delle antenne LIGO americane e i 3 dell’antenna europea VIRGO.

I cubetti fluttuanti nello spazio in assenza di peso, rilasciati il 3 febbraio 2016, misurano 4,6 centimetri di lato, ciascuno di kg 1,96 e stanno accumulando dati sulle misurazioni laser. 
  

annali
Senior
Senior

Messaggi : 7379
Data d'iscrizione : 06.06.13

Tornare in alto Andare in basso

Onde dallo spazio

Messaggio  annali il Ven 12 Feb 2016, 15:08

Confermata la scoperta delle onde gravitazionali.
 Alle 16,30 ora italiana dell'11 febbraio una conferenza congiunta LIGO-VIRGO ha confermato la scoperta. L'articolo compare su 'Physical Review Letters', la rivista della Società dei fisici americani.
Il segnale osservato risale al 14 settembre 2015, ore 10, 50 minuti e 45 secondi, ora italiana, ed è attribuito alla fusione di due buchi neri che vorticando attorno al loro comune baricentro, hanno raggiunto la folle velocità di 150 mila chilometri il secondo, la metà di quella della luce. Le antenne LIGO hanno registrato il passaggio dell'onda gravitazionale dentro una finestra temporale coincidente di 10 millesimi di secondo. Il buco nero binario si trovava a circa un miliardo e mezzo di anni luce da noi. La massa dei due buchi neri che formano il sistema binario è stimata rispettivamente 36 e 29 volte del Sole, mentre l’oggetto generato dalla loro fusione sarebbe un buco nero di 62 masse solari. Le tre masse solari mancanti sarebbero state dissipate in vari modi, uno dei quali l’emissione di radiazione elettromagnetica, dai raggi gamma e all’X, alla luce visibile alle onde radio.

Si verifica così  una fondamentale previsione della teoria della relatività generale pubblicata da Albert Einstein cento anni fa, l'11 maggio 1916. A questo punto sarà l’inizio di una nuova astronomia, che potrà  osservare l’universo dalla finestra gravitazionale.
   

annali
Senior
Senior

Messaggi : 7379
Data d'iscrizione : 06.06.13

Tornare in alto Andare in basso

Invasione di microcorpi!

Messaggio  annali il Ven 29 Gen 2016, 14:47

Da Astronomia News
Il futuro è dei microsatelliti e delle microsonde spaziali. E’ la rivoluzione delle nanotecnologie – nuovi materiali, sensori, motori e generatori di energia su scala molecolare – che si appresta a colonizzare l’orbita terrestre, Marte, gli asteroidi. La parola magica è “cubesat” e non è nuova: sono piccoli satelliti modulari, tipicamente di 10 centimetri di lato, peso tra 1 e 10 kg, controllo termico e schermatura antiradiazioni, che da un decennio vengono sviluppati da studenti delle università e dei politecnici come esercitazioni ma anche un po’ come supporto alla ricerca scientifica. Nuove sono però le prospettive che la nanotecnologia apre alla prossima generazione di “cubesat”. Avremo presto un gran numero di questi satelliti a basso costo di produzione e di lancio, e potranno lavorare in squadra nell’esplorazione e nella sorveglianza dello spazio. Più avanti nel tempo, ci saranno veri sciami di sonde, grandi come un insetto, che lavoreranno sulla Luna, su Marte, sugli asteroidi.
 

annali
Senior
Senior

Messaggi : 7379
Data d'iscrizione : 06.06.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: NOTIZIE "ASTRONOMICHE"

Messaggio  Charade il Gio 28 Gen 2016, 19:42

Ahh ahh , ma che t'importa , mica ci dobbiamo andare noi ! Razz
Tu pensa , che se prima non sistemano la storia psicologica della coabitazione forzata , allora sarà inutile anche lontanamente pensare di poter partire per qualsiasi destinazione a medio/lungo termine

,,, Cioè vivere in quelle casupole claustrofobiche , che neanche la villetta di Cogne , con annessi di regalo , fax simili di Franzoni o Sacco & Franzetti , cioè non arriverebbero neanche le briciole di corpi umani - 

nb., La terra è bella grande ed a costo quasi zero , sapendola usare ,,, Se quei cervelloni che ci governano ne capissero un pelin peletto tutti quei soldi sarebbe spesi molto più utilmente : 


avatar
Charade
Senior
Senior

Messaggi : 9887
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 38
Località : Modena/Milano

Tornare in alto Andare in basso

Ci dobbiamo proprio andare su Marte?

Messaggio  annali il Gio 28 Gen 2016, 14:56

Recentemente, il Congresso degli Stati Uniti ha approvato il piano di finanziamenti alla Nasa per il 2016, che si attesta a 19,3 miliardi di dollari da ripartire fra i vari settori di ricerca.
La relazione che accompagna il bilancio tuttavia richiede espressamente all’Agenzia di spendere almeno 55 milioni di dollari per un “modulo abitativo” a supporto dei programmi di esplorazione spaziale.
Il denaro dovrebbe saltare fuori dai fondi destinati al programma Advanced Exploration Systems che, per la parte di ricerca e sviluppo, ha incassato 350 milioni di dollari. Così si legge nella relazione:
“La Nasa deve sviluppare il prototipo di un modulo abitativo spaziale all’interno del programma Advanced Exploration Systems entro e non oltre il 2018. È inoltre richiesto che la Nasa fornisca al Congresso entro 180 giorni dall’approvazione (che risale al 18 dicembre) una relazione sullo stato del programma e su come ha speso i fondi a disposizione”.
   
    
   Li ha spesi per costruirci questi "cosi"???

annali
Senior
Senior

Messaggi : 7379
Data d'iscrizione : 06.06.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: NOTIZIE "ASTRONOMICHE"

Messaggio  Charade il Lun 25 Gen 2016, 18:57

La fisica che sta dietro a questo fenomeno la ignoro proprio ,,, 

Penso od intuisco comunque che ci sia una fonte energetica calorica di base dietro all'eruzione , ovvero , potrebbe essere un gas (del sottusuolo) ad espansione rapida , che come si sa è generatore di freddo ! 
Da approfondire - 
avatar
Charade
Senior
Senior

Messaggi : 9887
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 38
Località : Modena/Milano

Tornare in alto Andare in basso

Il crio-vulcano di Plutone

Messaggio  annali il Dom 24 Gen 2016, 23:50

Plutone, definito per decreto, pianeta nano, può vantare sul suo suolo,un gigante geologico: il più grande crio-vulcano del Sistema solare, che non erutta lava ma ghiaccio, con un diametro di 150 km e un’altezza di 4000 metri. Di relativamente recente formazione, è stato battezzato Wright Mons, in onore dei fratelli Wright che nel 1903 fecero volare il primo aereo.
L’eccezionale struttura è stata riconosciuta lavorando sulle immagini raccolte dalla sonda della Nasa “New Horizons, durante il veloce sorvolo di Plutone avvenuto il 14 luglio 2015. Componendole insieme  è stata ottenuta l’immagine riprodotta, che mostra una regione di Plutone estesa 230 per 190 chilometri. I dati raccolti  hanno permesso di colorare l’immagine e di riconoscere, con buona probabilità, il “ghiaccio sporco” eruttato. Se questa interpretazione sarà confermata, Plutone può entrare nel Guinness dei Primati per il settore crio-vulcani. 

 

annali
Senior
Senior

Messaggi : 7379
Data d'iscrizione : 06.06.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: NOTIZIE "ASTRONOMICHE"

Messaggio  annali il Sab 23 Gen 2016, 19:19

Sembra che la notizia, letta altrove, dove si diceva la coltivazione d'insalate non avesse ricevuto gran successo, non sia del tutto vera. Infatti, nel sito della NASA trovo questo video (tutto in inglese, però) in cui la coltivazione di verdure prosegue con ottimi risultati.
 

annali
Senior
Senior

Messaggi : 7379
Data d'iscrizione : 06.06.13

Tornare in alto Andare in basso

Sbocciano fiori sulla Stazione Spaziale Internazionale

Messaggio  annali il Gio 21 Gen 2016, 16:14

Grande risalto è stato dato alla coltivazione di un fiore (la zinnia) sbocciato sulla ISS. 
Esperimenti di coltivazione sono stati fatti in orbita fin dal tempo della stazione spaziale russa Mir. Famoso è un esperimento di coltivazione di trevigiana, l’insalata rossa dal piacevole gusto amarognolo. Di pochi mesi fa è la coltivazione di una insalata verde, la lattuga, alla luce di Led rossi e azzurri, che non ha avuto successo perché l’assenza di peso non ha consentito una buona irrorazione delle radici. 
La zinnia ha reagito meglio. I suoi petali si sono aperti il 15 gennaio. Ha curato la coltivazione Kjell Lindgren della Nasa. Anche in questo caso Led rossi e blu, le due lunghezze d’onda utilizzate dalla clorofilla per la fotosintesi, hanno surrogato il Sole. Dalla semina, il 16 novembre 2015, alla fioritura, la zinnia ha dovuto superare parecchi malanni e acciacchi dovuti a un ambiente certo non ideale dal punto di vista agricolo.
                   

annali
Senior
Senior

Messaggi : 7379
Data d'iscrizione : 06.06.13

Tornare in alto Andare in basso

Il 2015 l'anno più caldo

Messaggio  annali il Gio 21 Gen 2016, 15:49

Essendo la Terra  uno degli otto pianeti del Sistema solare, e per noi il più importante perché è la nostra casa, questa è forse la notizia “astronomica” più rilevante del nuovo secolo: secondo i satelliti americani che tengono sotto controllo il clima, il 2015 ha di nuovo battuto il record di caldo globale (stabilito nel 2014) ed è stato l’anno più caldo da quando si compiono misure precise, cioè dal 1880. 
La Nasa e la National Atmospheric Administration precisano che la temperatura media globale della Terra per dieci mesi del 2015 è stata la più alta di sempre (fanno eccezione solo gennaio e aprile). La temperatura della superficie oceanica è stata di 0,74 °C sopra la media del decennio di riferimento 1880-1890, quella della superficie terrestre di 1,33 °C. Oltre ai dati satellitari sono stati considerati anche quelli raccolti da 6300 stazioni meteorologiche marine e terrestri.


annali
Senior
Senior

Messaggi : 7379
Data d'iscrizione : 06.06.13

Tornare in alto Andare in basso

Reliquie stellari

Messaggio  annali il Mar 12 Gen 2016, 22:15

Un gruppo di ricercatori con il Very Large Telescope (VLT) dell’ESO ha scoperto una nube di gas molto antica e distante che potrebbe dare parecchie indicazioni sulle stelle che dopo il Big Bang hanno popolato l’universo. Gli esperti hanno scoperto che la nube presenta una piccola percentuale di elementi pesanti quale carbonio, ossigeno e ferro, piccola intesa meno di un millesimo di quanto osservato sul nostro Sole.
Si trova a miliardi di anni luce dalla Terra, tanto lontana che la luce rilevata dal VLT risale a 1,8 miliardi di anni dopo il Big Bang.
Gli elementi pesanti non sono nati con il Big Bang ma sono stati formati in seguito dalle stelle, le prime nate da gas puro diversamente da quelle più recenti. Subito dopo la formazione, queste prime stelle sono esplose in potenti supernove diffondendo i loro elementi nell’ambiente circostante e nelle nuvole di gas sino allora incontaminate.

Nell'imagine una delle prime stelle esplose nell'universo, un guscio di gas in espansione e un filamento di gas più grande.
                      

annali
Senior
Senior

Messaggi : 7379
Data d'iscrizione : 06.06.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: NOTIZIE "ASTRONOMICHE"

Messaggio  annali il Gio 07 Gen 2016, 14:25

La sonda della Nasa “New Horizons”, mentre visitava Plutone e il suo sistema di lune, ha girato il primo videoclip oltre i confini (convenzionali) del Sistema solare. Per apprezzarlo bisogna però accontentarsi di una qualità modesta e conoscere il codice-colore per interpretarlo, perché i fotogrammi sono solo due al secondo, in bassa definizione (256 x 256 pixel) e non sono in luce visibile ma nell’infrarosso, con una strana scansione: ogni riga di pixel registra una sua specifica lunghezza d’onda, lievemente maggiore o minore della riga precedente e della seguente, ma sempre entro la banda tra 2,5 e 1,25 micron (millesimi di millimetro – il rosso dello spettro visibile termina a 0,7 micron). Lo strumento è in sostanza un particolare tipo di spettrometro, noto con l’acronimo Leisa – da Linear Etalon Imaging Spectral Array –, è stato progettato per riprendere superfici geologiche ghiacciate ed è entrato in funzione il 14 luglio 2015, quando avvenne il fly-by del sistema plutoniano. 
 

annali
Senior
Senior

Messaggi : 7379
Data d'iscrizione : 06.06.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: NOTIZIE "ASTRONOMICHE"

Messaggio  Charade il Mar 05 Gen 2016, 19:21

Vorrei aggiungere che la velocità della "luce" , oltre che essere una costante sarebbe anche un limite dell'energia così come la conosciamo in questo universo , dove le 4 forze fondamentali sono definite così come attualmente conosciute ,,, nulla vieta di poter immaginare che in altri ipotizzabili universi , ognuno col suo possibile big bang o big crunch , le leggi fisiche , con tutte le loro costanti possano essere differenti - 




avatar
Charade
Senior
Senior

Messaggi : 9887
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 38
Località : Modena/Milano

Tornare in alto Andare in basso

Supernova osservata in diretta

Messaggio  annali il Lun 04 Gen 2016, 18:47

La teoria della relatività generale di Einstein, a cent’anni dalla formulazione, ne trova altra conferma dalla luce di una supernova esplosa in una lontanissima galassia, che passando attraverso una lente gravitazionale si è suddivisa in quattro punti luminosi disposti lungo una circonferenza.
L’evento era noto già da marzo 2015, ma ora c’è un nuovo capitolo da aggiungere alla storia.
Gli astronomi dell’University of California lavorando con il telescopio spaziale “Hubble”, l’11 dicembre scorso hanno ripreso una quinta e nuova immagine dell’esplosione della stessa supernova. La luce della stella esplosa è arrivata in tempi diversi perché la lente gravitazionale ha determinato percorsi di lunghezza differente con il quinto fascio luminoso che ha dovuto superare una distanza maggiore. Si è potuto così, per la prima  volta “prevedere” una supernova, o meglio l’arrivo in successione della sua luce deviata da una lente gravitazionale interposta.
Le osservazioni sono fondate sulla  scoperta di Einstein, ossia la curvatura dello spazio-tempo. Le lenti gravitazionali sono una previsione della sua teoria. L’arrivo della luce in tempi diversi conferma ancora una volta che la velocità della luce è una costante fisica fondamentale e la massima possibile in natura.
La supernova è stata chiamata con il nome dell’astronomo canadese Sjur Refsdal, il quale cinquant’anni fa predisse che un giorno si sarebbe potuto osservare in diretta esplosioni di supernova per mezzo delle lenti gravitazionali.
Nell’immagine la galassia  Macs J1149 +2223 e la supernova  con i quattro punti luminosi. 

 
 

annali
Senior
Senior

Messaggi : 7379
Data d'iscrizione : 06.06.13

Tornare in alto Andare in basso

La conferenza di Parigi: accordo per salvare la Terra

Messaggio  annali il Lun 14 Dic 2015, 18:27

La Conferenza delle Nazioni Unite  sul cambiamento climatico si è conclusa a Parigi il 12 dicembre con un esito soddisfacente: in un documento di 31 pagine, per la prima volta nella storia, dopo anni di negoziati,  183 governi del pianeta si sono impegnati a ridurre le emissioni inquinanti con l’obiettivo di contenere l’aumento della temperatura media globale della Terra al di sotto di 2 °C rispetto all’era pre-industriale, e possibilmente entro 1,5 °C. Per raggiungere questo obiettivo si è deciso uno stanziamento annuale di 100 miliardi di dollari da parte dei paesi più ricchi per aiutare i paesi in via di sviluppo a convertire le loro fonti energetiche da quelle fossili e inquinanti in quelle rinnovabili (idroelettrico, fotovoltaico, eolico etc.). Il rispetto dei piani nazionali sul taglio delle emissioni verrà controllato ogni 5 anni. La spesa è giustificata dal fatto che le perdite causate da disastri ambientali sono ben maggiori: assommano a 2700 miliardi di euro, con 525 mila morti in quindicimila eventi catastrofici.
Non tutto è perfetto nell’accordo firmato a Parigi, Il documento siglato entrerà in vigore nel 2020, senza prevedere sanzioni per gli inadempienti. Nel 2014 abbiamo scaricato nell’atmosfera 35,7 miliardi di tonnellate di anidride carbonica contro i 22,5 del 1990. Oggi il paese più inquinante è la Cina con 10,6 miliardi, seguita dagli Stati Uniti con 5,3 e dall’India con 2,3. Questi tre paesi da soli sono responsabili di oltre metà delle emissioni di anidride carbonica.
 

 

annali
Senior
Senior

Messaggi : 7379
Data d'iscrizione : 06.06.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: NOTIZIE "ASTRONOMICHE"

Messaggio  annali il Lun 07 Dic 2015, 00:30

Ecco la partenza della sonda in video.


annali
Senior
Senior

Messaggi : 7379
Data d'iscrizione : 06.06.13

Tornare in alto Andare in basso

Lisa Pathfinder - Precursore delle onde gravitazionali nello spazio

Messaggio  annali il Gio 03 Dic 2015, 22:35

La sonda è partita oggi 3 dicembre. È stata collocata in un’orbita di parcheggio che ha il perigeo a 200 chilometri dalla superficie terrestre e l’apogeo a 1540. Di qui spiccherà il volo che il 14 febbraio terminerà a 1,5 milioni di chilometri dal nostro pianeta nel Punto di Lagrange L 2, dove il Sole e la Terra creano un perfetto equilibrio gravitazionale, cioè l’ambiente giusto per il delicato test in programma: se avrà successo si aprirà la strada ad antenne gravitazionali estremamente sensibili che inaugureranno una nuova astronomia.
Proprio cento anni fa, tra la fine del 1915 e l’inizio del 1916, Albert Einstein completava la teoria della relatività generale prevedendo le onde gravitazionali. Già osservate indirettamente in sistemi binari di pulsar, le onde gravitazionali finora sono sfuggite a una rilevazione diretta. 


annali
Senior
Senior

Messaggi : 7379
Data d'iscrizione : 06.06.13

Tornare in alto Andare in basso

Il motore a curvatura

Messaggio  annali il Mer 02 Dic 2015, 16:21

L’idea centrale, per ora soltanto teorica, è attraversare le curve e le pieghe dello spazio per tagliare le distanze e renderle a misura della vita umana che non si conta in anni luce.
Einstein realizzò che il limite di velocità della luce non può essere superato, allora non rimarrebbe che, per superarlo, anziché accelerare il moto, si dovrebbe ridurre lo spazio.   
Fino a ieri nessuno sapeva come costruire un veicolo capace di comprimere lo spazio, ridurre il tempo e navigare tra le pieghe dello spazio.
Ora, a quanto pare, la NASA sembra intenzionata alla realizzazione basandosi sulle teorie di un fisico specialista in sistemi di propulsione di nuova generazione.
Praticamente si tratterebbe di dotare un’astronave di sistemi a curvatura, in grado, quindi di “piegare” lo spazio accorciando le distanze ma muovendosi a velocità inferiori a quelle della luce, non violando le teorie di Einstein.
   
   
  "Velocità Warp! Alla via così, signor Sulo!"Direbbe il capitano Kirk

annali
Senior
Senior

Messaggi : 7379
Data d'iscrizione : 06.06.13

Tornare in alto Andare in basso

Nascita di un sistema planetario

Messaggio  annali il Mar 10 Nov 2015, 19:47

Tre strumenti molto diversi tra loro ma che integrano perfettamente le loro informazioni: il radiotelescopio nella banda sub-millimetrica ALMA nel deserto di Atacama, il gigantesco telescopio binoculare da 8,4 + 8,4 metri LBT in Arizona e un potente computer in grado di simulare il comportamento di un disco di polveri e gas intorno a una stella giovane, ci permettono di vedere in diretta la nascita di un sistema planetario. La stella è HL Tauri, distante da noi 450 anni luce, ed è stata “fotografata” esattamente un anno fa con ALMA: mostrava, vari nettissimi cerchi alternatamente chiari e scuri di materiale vorticante intorno all’astro. Le zone scure furono interpretate come quelle in cui i pianeti stanno formandosi, ripulendo lo spazio da polveri e gas. 
  
  
  
                                    


Ultima modifica di annali il Mer 11 Nov 2015, 12:43, modificato 1 volta (Motivazione : aggiunto video)

annali
Senior
Senior

Messaggi : 7379
Data d'iscrizione : 06.06.13

Tornare in alto Andare in basso

La Cassini ora maggiorenne

Messaggio  annali il Sab 17 Ott 2015, 15:41

Il giorno 15 di questo mese di ottobre 2015, la missione "Cassini” è diventata maggiorenne.
 Diciotto anni fa partiva diretta a Saturno con a bordo la navicella-lander “Huygens”, una collaborazione complessivamente da oltre da due miliardi di dollari tra la Nasa e l’Agenzia spaziale europea. Per l’ingresso di “Cassini” nella “maggiore età”, l’agenzia spaziale americana ha di nuovo diffuso questa immagine del lancio, avvenuto di notte da Cape Canaveral con un razzo Titan IVB / Centaur. Giunta al pianeta degli anelli nel giugno 2004, da allora “Cassini” ha inviato centinaia di gigabyte di dati e fornito materiale per più di tremila pubblicazioni scientifiche. La sonda “Huygens” si staccò dalla navicella madre “Cassini” il 14 gennaio 2005 e scese sul satellite Titano da dove ha inviato immagini di laghi di metano e di altre insolite caratteristiche geologiche.
La missione avrebbe dovuto concludersi nel 2008 però è stata prolungata di dieci anni ancora. La navicella ha compiuto molti sorvoli su Titano, aiutando la comprensione dei dati inviati da “Huygens”. Altra scoperta riguarda il satellite Enceladus, dove dopo tre sorvoli ravvicinati, Cassini ha osservato zampilli di ghiaccio eruttato da un’inedita topologia di geyser.
Ora sta continuando nell’esplorazione del sistema di Saturno, pianeta molto speciale per i numerosi satelliti e ancor più per i numerosi anelli che lo avvolgono.

 

annali
Senior
Senior

Messaggi : 7379
Data d'iscrizione : 06.06.13

Tornare in alto Andare in basso

Le Nubi di Magellano come un quadro di Van Gogh

Messaggio  annali il Sab 12 Set 2015, 22:11

Le Nubi di Magellano viste dal satellite europeo Planck  e  riprese come pennellate di colore sulla tela di un pittore impressionista. Sono un insieme  di emissioni provenienti dalle stelle, dalle galassie e dalla radiazione cosmica di fondo.

 

annali
Senior
Senior

Messaggi : 7379
Data d'iscrizione : 06.06.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: NOTIZIE "ASTRONOMICHE"

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 3 di 6 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum