LA MALEDIZIONE DEL MACBETH

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

LA MALEDIZIONE DEL MACBETH

Messaggio  annali il Gio 26 Set 2013, 00:30


 
Una delle più grandi opere di William Shakespeare porta con sé un compendio di maledizioni e incidenti che hanno colpito non soltanto chi la recitava ma anche chi vi assisteva.
La sua trama è nota, si svolge nella Scozia del IX secolo, gli interpreti principali sono il re Duncan e i suoi due generali, Macbeth, barone di Glamis e Banquo, appena usciti vittoriosi dalle battaglie sostenute contro le forze congiunte di Norvegia e Irlanda.
Mentre i due generali passeggiano, incontrano tre streghe, che profetizzano il loro futuro. 
La prima saluta Macbeth come barone di Glamis, la seconda come barone di Cawdor e la terza gli  annuncia che diverrà re, mentre per Banquo prevedono che sarà capostipite di una dinastia di re.
La profezia delle streghe si realizza quando Macbeth  diviene re dopo avere ucciso Duncan, il re di Scozia. La sua sete di potere però non si ferma e, ricordando la premonizione che vedeva Banquo capostipite di una dinastia reale,  lo uccide.
Macbeth comincia a comportarsi sempre più come un vero tiranno, costringendo alcuni baroni a congiurare contro di lui.  Alla fine della tragedia è decapitato ed è dalla  stirpe di Banquo discenderà poi re Giacomo I.
 
Molte sono superstizioni sorte relative a questa tragedia, tanto è vero che gli attori che la portano in scena si riferiscono ad essa solamente come: “la tragedia scozzese” tacendone il titolo, evitando di pronunciare le frasi rituali  delle streghe, perché, a seconda di alcuni, pare  Shakespeare sia ricorso a vere formule magiche.
La prima volta che l’opera fu messa in scena, l’attore che interpretava Lady Macbeth morì appena salito sul palco. Era l’anno 1606 ed era la prima rappresentazione in assoluto, alla presenza di re Giacomo I. La tragedia fu bandita da ogni teatro del regno per cinque anni.
Nel 1672 è stata proposta ad Amsterdam da una compagnia teatrale e proprio quando tutto sembrava essere andato nel migliore dei modi, alla fine accade l’impensabile. La spada di scena era stata sostituita con una vera e l’attore che interpreta Duncan cade sul palco trafitto.
Per quasi un secolo la tragedia non venne più interpretata da nessuna compagnia, nel timore fosse in balia  di una  maledizione.
Per sfatare la leggenda alcuni gruppi  tentarono di presentare l’opera, ma nel 1703, a Londra, mentre si allestivano le scene, si scatenò una delle più terribili tempeste nella storia della capitale, costringendo la regina Anna a ordinare di chiudere tutti i teatri per una settimana.
Più tardi nel 1849, a New York, durante le prove della commedia, scoppiarono tumulti e disordini che causarono 22 morti e parecchi feriti.
La leggenda del Macbeth riapparve nel 1937 e di scena quale interprete principale era il grande Laurence Olivier. Poco prima del debutto morì il regista in un incidente d’auto, mentre l’attrice interprete di Lady Macbeth rimase gravemente ustionata in teatro. Olivier perse la voce e un peso gli cadde addosso dal soffitto. Un frammento della spada si staccò durante il duello finale e colpì uno spettatore che morì per un attacco di cuore.
Nell’ordine di altre rappresentazioni morirono un’attrici che impersonava una delle streghe e l’attore che impersonava re Duncan. Un’altra delle streghe durante una serata cadde dal palco,  morì in scena e uno scenografo si suicidò.
Anche negli anni successivi si registrarono morti improvvise e suicidi tra attori e addetti ai lavori della tragedia.
 
Come darmi torto, se qualcuno mi offrisse i biglietti per una rappresentazione del Macbeth e rifiutassi facendo gli scongiuri??
 
 
 
 
avatar
annali
Senior
Senior

Messaggi : 7091
Data d'iscrizione : 06.06.13

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum