"QUOD SCRIPSI SCRIPSI"

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

"QUOD SCRIPSI SCRIPSI"

Messaggio  misterred il Dom 24 Nov 2013, 10:43

Con la domenica di "Cristo Re", si conclude l'anno liturgico e con l'altra domenica inizia l'Avvento.

Vorrei fermarmi un attimo, sulla crocifissione, e fare una riflessione storica.

Gesù, come sappiamo, viene flagellato, coronato di spine e quindi inchiodato sulla croce.

Si è sempre dibattuto se la croce che portò Gesu fosse quella classica che tutti conosciamo dai dipinti e quadri celebri o solo il "patibulum", cioè il legno trasversale, che poi veniva collocato sugli "stipes", già presenti sul luogo del supplizio.

La filmografia non ci aiuta, in quanto, nel Film di Zeffirelli, il Cristo porta il "patibulum", che verrà issato su delle impalcature.

Nel film "The Passion", invece, Gesù viene caricato della classica croce latina.

Assieme a Gesù furono crocifissi due "malfattori". Chi erano? Non si sa bene, i Vangeli ne parlano pochissimo.

Dagli "aprocrifi" si sa qualcosa in più, ma forse leggende che verità. Erano briganti? Zeloti? Schiavi?

Certamente qualcosa di simile, in quanto la crudelissima pena della crocifissione era riservata alle persone più infime nella scala sociale dei Romani, appunto schiavi o ribelli.

Era una pena lenta, inesorabile, dolorosissima, la cui agonia poteva durare giorni.

Infatti, Pilato si meravigliò quando gli dissero che Gesù era già morto.

Oltre al dolore, l'umiliazione. Il condannato veniva spogliato e inchiodato nudo sulla croce.

Nell'iconografia, si suole aggiungere un pezzetto di stoffa che copre le nudità del crocifisso.

Trai greci, e cartaginesi il supplizio della croce era presente. Forse anche Attilio Regolo, Console dei Romani subì tale sorte.

Anche Spartaco, famoso gladiatore forse subì tale condanna, o forse morì in battaglia.

Ma, i suoi schiavi-gladiatori catturati, furono crocifissi lungo la Via Appia.
L'apostolo Pietro invece fu crocifisso a testa in giù.

Con l'avvento e la conferma del Cristianesimo, tale barbarie fu cancellata e non fu più usata almeno in Europa.

Intorno all'anno millecinquecento, in Giappone furono crocifissi S. Paolo Miki e altri martiri cristiani (a Nagasaky).
(Sanvass)
avatar
misterred
Senior
Senior

Messaggi : 5214
Data d'iscrizione : 11.10.13
Età : 59
Località : Sacro Monte

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum