DALL'AGAVE ALLA TEQUILA

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

DALL'AGAVE ALLA TEQUILA

Messaggio  annali il Sab 28 Dic 2013, 00:16


 
Ampie distese di agavi azzurre, una pianta grassa ritenuta imparentata con la famiglia del giglio, sono coltivate nelle aride estensioni del Messico centro occidentale, specialmente nello stato di Jalisco, vicino a Tequila, città da cui la bevanda prende il nome.
Già gli spagnoli conquistadores, approdati in Messico nel XVI secolo, fecero la conoscenza del “pulque”, una bevanda locale, a bassa gradazione alcolica, ottenuta dalla fermentazione del succo di agave.
Abituati al consumo di alcolici forti, iniziarono subito a distillare il succo di agave per ottenere il “mescal”, precursore della tequila.
La maturazione di una pianta di agave richiede una media di circa 12 anni e un notevole assorbimento di minerali. Levate le foglie appuntite e spinose, rimane solo la gemma centrale a forma di ananas, contenente il prezioso nettare. La pigna arriva a pesare anche 50 chili.
Viene bevuta solitamente liscia, con un po’ di sale e una fettina di limone, mentre, specialmente al di fuori del Messico,  viene spesso preferita mischiata a succo di lime e liquore d’arancia, servito con ghiaccio in una coppa brinata con sale, il “margarita
avatar
annali
Senior
Senior

Messaggi : 7091
Data d'iscrizione : 06.06.13

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum