Autrici ed autori >

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Autrici ed autori >

Messaggio  Azzurra il Ven 02 Mar 2018, 09:36

Fallo.
Indossa quel vestito troppo stretto.
Sciogli i capelli.
Alzati e balla.
Trova ragioni per ridere.
Fai l’amore.
Crea qualcosa di bello.
Parla.
Riconosci il tuo valore.
Non scusarti più per la tua magia
e smetti di nascondere la tua luce.
Amati.
Perdonati.
Fai spazio all’imprevisto.
Smetti di aspettare il momento giusto, fallo ora.
Ignora quello che la gente pensa di te.
Perchè alla fine sarai tu a dover rispondere per tutte le cose che non hai detto,
le persone che non hai amato,
le cose che non hai fatto
ed i luoghi dove non sei andato.
Fallo, adesso.

Brooke Hampton


dedicata a chi é anestetizzato/a o "giù di corda" ma soprattutto a chi si mette sulle proprie spalle le responsabilità e carenze pure degli altri.

Azzurra
Senior
Senior

Messaggi : 4764
Data d'iscrizione : 01.07.13
Località : Milano

Torna in alto Andare in basso

Re: Autrici ed autori >

Messaggio  Teti il Ven 26 Mag 2017, 19:40

Non ho smesso di pensarti,
vorrei tanto dirtelo.
Vorrei scriverti che mi piacerebbe tornare,
che mi manchi
e che ti penso.
Ma non ti cerco.
Non ti scrivo neppure ciao.
Non so come stai.
E mi manca saperlo.
Hai progetti?
Hai sorriso oggi?
Cos’hai sognato?
Esci?
Dove vai?
Hai dei sogni?
Hai mangiato?
Mi piacerebbe riuscire a cercarti.
Ma non ne ho la forza.
E neanche tu ne hai.
Ed allora restiamo ad aspettarci invano.
E pensiamoci.
E ricordami.
E ricordati che ti penso,
che non lo sai ma ti vivo ogni giorno,
che scrivo di te.
E ricordati che cercare e pensare son due cose diverse.
Ed io ti penso
ma non ti cerco.

Charles Bukowski
Perchè aspettare invano?
Forse il pensiero illude e la ricerca può disilludere?
La paura di veder morire un sogno quando il sogno è diventato un pretesto di vita?
Io la cercherei anche in capo al mondo,magari straziandomi ma non vorrei mai vivere nel rimpianto di non aver saputo come sarebbe stato il nostro futuro.
avatar
Teti
Graduate
Graduate

Messaggi : 2208
Data d'iscrizione : 12.07.13

Torna in alto Andare in basso

Re: Autrici ed autori >

Messaggio  Teti il Mer 24 Mag 2017, 19:03

Sempre e poi sempre,
o vecchio o giovane torno a avvertire:
una montagna notturna e al balcone una donna silenziosa,
bianca una strada al chiaro di luna
in lieve pendio
e ciò mi lacera il cuore nel petto atterrito di struggimento.
O mondo ardente,
o tu chiara donna al balcone,
cane che abbai nella valle,
treno lontano che passi,
come mentite, come atroci ingannate me ancora,
e pur tuttavia voi siete sempre il mio sogno e delirio più dolce.
Spesso ho tentato la strada per la tremenda “realtà”
dove hanno valore mode,
assessori, leggi, e denaro,
ma solitario mi sono involato,
deluso e liberato,
verso là dove sogno e beata follia zampilla.
Afoso vento notturno negli alberi,
scura zigana,
mondo ricolmo di nostalgia pazza e profumo di poesia,
mondo splendente,
di cui sono schiavo eternamente,
dove a me guizzano i tuoi bagliori,
dove riecheggia per me la tua voce.
(Hermann Hesse)-Mondo splendido

All'improvviso un suono, un profumo, risvegliano ricordi di felici sensazioni,oggi sopite,ma sempre vive.
Com'è dolce e struggente capire che anche solo per quegli attimi la vita ha avuto un senso!
avatar
Teti
Graduate
Graduate

Messaggi : 2208
Data d'iscrizione : 12.07.13

Torna in alto Andare in basso

Re: Autrici ed autori >

Messaggio  Azzurra il Ven 28 Apr 2017, 14:19

Ispirata io dalla pioggia battente e incessante che rovina arbusti e fiorellini e poi dalle tante  feste dei fiori che si tengono in aprile, fiori svariati e variegati da ammirare e acquistare per rinnovare balconi, mi son imbattuta dunque in questa delicata poesia in dialetto romagnolo:

LA FESTA DI FIUR
Al piov tut i an
ma la festa di fiur.

Chi ha da vend i fiur
l’è incazed,
chi ha da cumprè i fiur
l’è incazed.

Sa tuta st’acqua
i è sno i fiur
che i n’è incazed..

(Vincenzo Cecchini, da "Poesie Dipinte, 2010)

Azzurra
Senior
Senior

Messaggi : 4764
Data d'iscrizione : 01.07.13
Località : Milano

Torna in alto Andare in basso

Re: Autrici ed autori >

Messaggio  Azzurra il Mer 08 Mar 2017, 15:19

Poesia di Wislawa Szymborska 
Le tre parole più strane 
Quando pronuncio la parola futuro,
la prima sillaba già va nel passato.
Quando pronuncio la parola silenzio,
lo distruggo.

Quando pronuncio la parola niente,
creo qualche cosa che non entra in alcun nulla.



Azzurra
Senior
Senior

Messaggi : 4764
Data d'iscrizione : 01.07.13
Località : Milano

Torna in alto Andare in basso

Da anonima a anonimou

Messaggio  Azzurra il Mer 30 Nov 2016, 16:49


Azzurra
Senior
Senior

Messaggi : 4764
Data d'iscrizione : 01.07.13
Località : Milano

Torna in alto Andare in basso

Re: Autrici ed autori >

Messaggio  Charade il Mer 09 Nov 2016, 19:22

Scecchi , oche , pavoni e galline … Ma poveri animali !…


La specie d’Umani 


Quante specie d’animali,
Tante d’uomini ve n’ha,
E son questi a quegli eguali
Sempre in qualche qualità.
Può veder se al ver m’appiglio
Chi vuol porli al paragone.
V’è l’umano tigre e l’umano coniglio,
L’umano cucco e l’umano pavone,
V’è l’umano orso e l’umano lupo,
V’è l’umano cervo e l’umano leone,
V’è l’umano ciuco e l’umano bue,
E in gran copia questi due:
L’umano scimmia e l’umano marmotta,
L’umano volpe e l’umano serpente;
D’ogni sorta insomma, quante
Vi son bestie da Levante
Fino all’ultimo Ponente.
E pur troppo in così varia
Numerosa compagnia
Raro è l’umano che alfine umano sia.

Nb...
Da Clemente Bondi- modificato da me per solo dizion paritaria d'uman menzione assegnataria... 
avatar
Charade
Senior
Senior

Messaggi : 10294
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 39
Località : Modena/Milano

Torna in alto Andare in basso

Re: Autrici ed autori >

Messaggio  Azzurra il Mer 09 Nov 2016, 10:43

o scecco:
CCHIU' SCECCU DI LU SCECCU E' LU 'GNURANTI

Sceccu è un riccuni, ca fa lu pizzenti,
sceccu è un pizzenti ca fa lu galanti
sceccu è ccu parra assai, e nun fa nenti
sceccu è ccu a se stissu duna vanti,
sceccu è ccu ama ingrati, o scanuscenti,
sceccu è ccu cunta supra li birbanti,
scecchi ssu chisti, ma lu cchiù valenti,
cchiù sceccu di lu sceccu è lu 'gnuranti.
(Vincenzo BONDICE)


PIU' ASINO DELL'ASINO CHI C'E' ? - Asino è il ricco che vive pezzente, e il pezzente che ti fa il galante; asino chi discute e non sa niente, e chi si vanta in modo strabiliante; asino chi gratifica chi mente ed ha fiducia dell'uomo birbante. Asini tutti, ma il più valente asino onnipotente è l'ignorante.

parlando di scecchi e senza riferimenti alcuni!, ho trovato 'ste considerazioni da considerare e che trovano riscontro nel quotidiano. 

Azzurra
Senior
Senior

Messaggi : 4764
Data d'iscrizione : 01.07.13
Località : Milano

Torna in alto Andare in basso

Re: Autrici ed autori >

Messaggio  Azzurra il Dom 21 Ago 2016, 18:06

come mai questo riferimento al robot ?  = Ch ha scritto.


Ascoltando e guardando Amelie ho pensato a quanto, diversamente,
 sia triste l'esistenza di un robot, sia esso umano o artificiale, perché é fredda come il metallo anche se si é fatti di carne.
Una esistenza che solo si alimenta ma che non é capace di alimentare,
non conosce il valore della reciprocità che é fondamentale anche nelle forme di arte e quindi pure nella poesia. C'é uno scambio nel trasmettere, comprendere e sentire che, purtroppo, non é capacità o volontà di tanti.

Azzurra
Senior
Senior

Messaggi : 4764
Data d'iscrizione : 01.07.13
Località : Milano

Torna in alto Andare in basso

Re: Autrici ed autori >

Messaggio  Charade il Gio 18 Ago 2016, 14:56

come mai questo riferimento al robot ? 
avatar
Charade
Senior
Senior

Messaggi : 10294
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 39
Località : Modena/Milano

Torna in alto Andare in basso

poesia espressa con tutti i sensi

Messaggio  Azzurra il Mer 17 Ago 2016, 17:38


 (e i robot non ci arrivano e vanno in tilt)

Azzurra
Senior
Senior

Messaggi : 4764
Data d'iscrizione : 01.07.13
Località : Milano

Torna in alto Andare in basso

F.T.Marinetti, poesia al porto di TP

Messaggio  misterred il Lun 15 Ago 2016, 16:27


Testo della poesia di marinetti a Trapani e al suo porto.
---------
Nordica miscela d’acqua anice cielo mare Trapani
ingabbiato di gru metalliche galleggianti
e torbide scritture di pioggia grafomane in necrologie
L’innocenza di quel sale bianco nello schifazzo (1)
sotto la vela tesa e sporca di vita vissuta, va
Freddi astratti mulini delle saline
Tetti di tegole (2)accovacciate sul sale virginale per difenderne la pura
amarezza dal peccato dolcissimo
Su quali pesci morti ruotano gli alti gabbiani partoriti dal ciclo tetro
sopra un mare di bile?
Lontanissime vele ferme sintesi d’ogni nostalgia titubante
Ma divampano le fascie rivoluzionarie rosse dei piroscafi in lutto (3)
Rugginosi gabbani di marinai curvi confessano la draga mastodontica
che estrae dal ventre spaccato rotolanti intestini di rimorsi fangosi
fuor dai bronzei abissi del porto (4)
Cragliiing-gliiing
gloong-gloong
tan-ian tlung-tlung
Sulla strada del porto gli avvisi colorati impongono:
PREFERITE IL LIQUORE SAN GIULIANO (5)
Domani sorseggerò la lunga sagoma pulita di Trapani bevuta dall’alto (800 m.) (6)
LA DUCALE PROFUMI DI LUSSO (7)
DAVANT ( 8 ) Parigi ventagli pelliccerie delle belle siciliane
Tra le braccia mani aperte del porto entra il postale nero piroscafetto
giocattolo con la ciminiera nera fasciata dall’unico azzurro superstite
e relativa stella bianca (9)
Nel centro due canotti sproporzionati sospesi su tutti i naufragi
a poppa si sporge l’angolo retto del marinaio che tende il cordone
ombelicale alla banchina madre (10)
Le barche sbarcano viaggiatori ritti parapioggia liquidati acqua so-
pra sotto
Garibaldi di marmo sorveglia la simultaneità del porto (11)
Le palme piangono e chiamano il sole
La draga scava il passato
Cragliiing-gliiing
gloong-gloong
tan-tan tlung-tlung
Ma la draga accelerando arrotando i suoi rumori diventa subita-
mente un trapano
trapano di Trapani
trrrapano coloniale nell’Africa vicina
Il porto di Trapani invernale
Parole in libertà lette da Filippo Tommaso Marinetti
al Teatro Garibaldi (12) il 23 Marzo 1928
--------
Note :
1) particolare barca a vela latina, bassa e capiente, adibita al trasporto di merci e materiale;
2)  I cumuli di sale, a forma di piramide allungata, venivano (e vegono) ricoperti da tegole quale dalle piogge e intyemperie;
3) I piroscafi avevano solitamente lo scafo di colore nero con una fascia rossa laterale;
4) Il lavoro di pulitura e scavo dei fondali, che continua ancora adesso
5) Monte S.Giuliano antico nome del Monte Erice. nell'agro ericino si produceva un liquore pregiato chiamato anche "Ericino"
6) In realtà il Monte è alto mt.751 slm
7) Antico negozio di profumi frequentato da ricche signore;
( 8  )Antico negozio (non c'è più) di lusso per tessuti e abbigliamento femminile.
9)Compagnia di navigazione adibita al trasporto di merci e viaggiatori;
10) sulla banchina c'erano (e ci sono) le bitte alle quali i marinai legano la gomena della nave
11) La statua marmorea all'Eroe dei Due Mondi che si trova proprio dinanzi al porto della città;
12) Il Teatro Garibaldi (ex Ferdinandeo) danneggiato dalle guerra e distrutto dagli uomini (politici).
avatar
misterred
Senior
Senior

Messaggi : 5214
Data d'iscrizione : 11.10.13
Età : 59
Località : Sacro Monte

Torna in alto Andare in basso

osare

Messaggio  Azzurra il Mer 10 Ago 2016, 14:57

L`amore mi si offrì e io 
mi ritrassi dal suo inganno; 
il dolore bussò alla mia porta 
e io ebbi paura; 
l`ambizione mi chiamò 
ma io temetti gli imprevisti. 

Malgrado tutto avevo fame 
di un significato nella vita. 
E adesso so che bisogna 
alzare le vele 
e prendere i venti del destino 
dovunque spingano la barca. 

Dare un senso alla vita 
può condurre alla follia, 
ma una vita senza senso 
è la tortura dell`inquietudine 
e del vano desiderio; 
è una barca che anela al mare 
eppure lo teme. 

Edgar Lee Masters

Azzurra
Senior
Senior

Messaggi : 4764
Data d'iscrizione : 01.07.13
Località : Milano

Torna in alto Andare in basso

Re: Autrici ed autori >

Messaggio  annali il Lun 14 Mar 2016, 14:12

«Mi chiederai tu, morto disadorno,

d'abbandonare questa disperata

passione di essere nel mondo?»

Pier Paolo Pasolini, Le ceneri di Gramsci (1957)
avatar
annali
Senior
Senior

Messaggi : 7572
Data d'iscrizione : 06.06.13

Torna in alto Andare in basso

Poesie di guerra

Messaggio  annali il Lun 14 Mar 2016, 13:54

" Io vado madre..se non torno
sarò fiore di questa montagna,
frammento di terra per un mondo
più grande di questo...
io vado madre..se non torno il
corpo esploderà, la dove si
tortura, e lo spirito flagellera`come
l'uragano tutte le porte.....
io vado madre..se non torno, la mia
anima, sarà parola per tutti i poeti......."

" Abdulla Goran " ( poeta curdo )
avatar
annali
Senior
Senior

Messaggi : 7572
Data d'iscrizione : 06.06.13

Torna in alto Andare in basso

Poesie in guerra : Sigfried Sasson (poeta inglese)

Messaggio  misterred il Mar 02 Feb 2016, 12:43

Le guerre ispirano anche poesie : eccone una davvero agghiacciante : (prima guerra mondiale)
The Kiss (il bacio)
"A voi mi volgo, in voi confido
Fratello piombo e Sorella acciaio
A questo cieco potere faccio appello,
La bellezza ne difendo dalla ruggine.
Lui ruota e ama l'aria
e un cranio fende per aver le mie lodi;
ma nei giorni di nobile marcia
lei scintilla nuda, fredda e bella.
Dolce sorella, questo concedi al tuo soldato
che nel sacro furore egli possa sentire
il corpo su cui pone il tallone
contrarsi sotto il dardo penetrante
del tuo bacio".
(Sigfried Sasson).
avatar
misterred
Senior
Senior

Messaggi : 5214
Data d'iscrizione : 11.10.13
Età : 59
Località : Sacro Monte

Torna in alto Andare in basso

Poesie di guerra : Alfred Joubaire (*)

Messaggio  misterred il Gio 17 Dic 2015, 22:15

Fra i soldati del 124° reggimento francese, Alfred Joubaire (*)
annotò nel suo diario (23 maggio 1916, verdun):
"L'umanità è folle!
Non può che essere folle per fare quello che fa!
Che scene di orrore e di sterminio!
Non so trovare le parole per tradurre
le mie impressioni.
L'inferno non può essere così orribile!
Gli uomini sono folli!
(Alfred Joubaire, 1916)
(*) Quello stesso giorno il soldato morì colpito dallo scoppio di una granata tedesca
nel settore di Verdun, fort Douaumont.
avatar
misterred
Senior
Senior

Messaggi : 5214
Data d'iscrizione : 11.10.13
Età : 59
Località : Sacro Monte

Torna in alto Andare in basso

Re: Autrici ed autori >

Messaggio  misterred il Sab 21 Nov 2015, 16:03

Salgàri si definiva un "forzato della penna".
Una definizione che faccio mia, non alla sua maniera ovviamente (doveva scrivere per campare)*, ma perchè mi piace
scrivere immensamente.
Oggi, (lui) si definirebbe : "un forzato della tastiera".
* Io per campare devo lavorare, scrivo per diletto, chiaramente.
avatar
misterred
Senior
Senior

Messaggi : 5214
Data d'iscrizione : 11.10.13
Età : 59
Località : Sacro Monte

Torna in alto Andare in basso

Re: Autrici ed autori >

Messaggio  misterred il Sab 21 Nov 2015, 16:00

annali ha scritto:
Ricordate “Sandokan?” O  il “Corsaro  nero?”
Sono solo due  dei romanzi di avventure più famosi di Emilio Salgari, scrittore veronese vissuto dal 1863 al 1911.
Malgrado le avventure dei suoi romanzi facciano pensare ad una vita spericolata, Salgari conduceva una vita tranquilla.
 
 

Tanto tranquilla non direi. So che era pieno di debiti, economicamente se la passava piuttosto male, malanni e malattie affliggevano lui e la sua famiglia.
Quando morì, si dice che : "spezzò la penna" (per la rabbia) dopo che ebbe scritto il biglietto di addio. What a Face
avatar
misterred
Senior
Senior

Messaggi : 5214
Data d'iscrizione : 11.10.13
Età : 59
Località : Sacro Monte

Torna in alto Andare in basso

Re: Autrici ed autori >

Messaggio  Azzurra il Sab 21 Nov 2015, 11:33

Per il poeta anonimo del Mali e la sua poesia che ho postato qui sotto,
devi dire a Euterpe che stavolta l'esegesi vera e propria non ci sarà, almeno da
parte mia.
Trattasi di "enigma" e come tale oscuro é e comunque io qualcosa ho inteso e 
comunicato. Vedi te, vedete voi  zen

Azzurra
Senior
Senior

Messaggi : 4764
Data d'iscrizione : 01.07.13
Località : Milano

Torna in alto Andare in basso

Re: Autrici ed autori >

Messaggio  Charade il Ven 20 Nov 2015, 19:21

Così come avveniva con le grafiche poesie , una necessaria "esegesi" di questo poeta del Mali sarà attenzionata ,,, il mito di Euterpe lo impone... simbolo e simbolismi sono il suo pane ed anche di essi ci si nutre - 
avatar
Charade
Senior
Senior

Messaggi : 10294
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 39
Località : Modena/Milano

Torna in alto Andare in basso

Re: Autrici ed autori >

Messaggio  Azzurra il Ven 20 Nov 2015, 13:50


Azzurra
Senior
Senior

Messaggi : 4764
Data d'iscrizione : 01.07.13
Località : Milano

Torna in alto Andare in basso

poeta del Mali

Messaggio  Azzurra il Ven 20 Nov 2015, 13:28

Dio sa il perché
il volo indescrivibile
l’improvviso rollio
un grosso focoso uccello

fruscia come carta

la disastrosa caduta

l’improvvisa cattura

il fango caldo si rompe

per l’agnello caduto


l’uccello tira fuori il suo collo

i suoi occhi smorti bianchi come ciottoli

la fredda acquiescenza


Dio sa perché

Il cieco avvoltoio

vola dal suo ramo.



Enigmatica poesia, non saprei bene interpretarla, comunque più che mai attuale, trasmette l'angoscia e l'incertezza del nostro tempo dove é tutto confuso.  Fa riferimento a Dio che "sa". 

Il rapace diventa agnello da sacrificio e non lo sa.








 

Azzurra
Senior
Senior

Messaggi : 4764
Data d'iscrizione : 01.07.13
Località : Milano

Torna in alto Andare in basso

Emilio Salgari e i suoi viaggi immaginari

Messaggio  annali il Ven 16 Ott 2015, 23:31

Ricordate “Sandokan?” O  il “Corsaro  nero?”
Sono solo due  dei romanzi di avventure più famosi di Emilio Salgari, scrittore veronese vissuto dal 1863 al 1911.
Malgrado le avventure dei suoi romanzi facciano pensare ad una vita spericolata, Salgari conduceva una vita tranquilla.
Scriveva i suoi romanzi non solo con la medesima penna, ma anche sul medesimo tavolo, dove ideò il primo racconto che gli aveva dato il successo: “  I selvaggi della Papuasia.”
In un libro della sua vita racconta che scriveva sul vecchio tavolo del suo studio perché gli dava la sensazione di navigare e viaggiare. Seduto a quel tavolo riusciva a immaginare i personaggi e le avventure dei suoi favolosi racconti. 
 
avatar
annali
Senior
Senior

Messaggi : 7572
Data d'iscrizione : 06.06.13

Torna in alto Andare in basso

Re: Autrici ed autori >

Messaggio  annali il Lun 21 Apr 2014, 16:43


(Contiene la Poesia: Che dice la pioggerellina di maggio? Di Angelo Silvio Novaro)
 
Stralcio tratto da - POETI D’OGGI – (1900-1925) (dalla mia personale biblioteca)
ANGIOLO SILVIO NOVARO, poeta ligure, rileggo alcune pagine veramente toccanti.
In esse è il ricordo struggente dell’unico figlio, Jacopo,  morto nella grande guerra non ancora ventenne
Ecco uno stralcio:
 
FOSS’IO MORTO IN VECE TUA.
 
Foss’io morto in vece tua!
Poserei nel mio sonno uguale, e il raggio della luna striscerebbe ancora ai piedi del tuo letto scolpito, e nella notte udiresti il rumore dell’onda che va e viene, e ti troveresti il mattino la stanza invasa d’aurora. E la mamma ritta al piano canterebbe ancora” Rosellina del mio cor”.
O mio caro fanciullo. Stupore dei miei giorni brevi. Musica dei miei nascosti pensieri. Gonfalone della allegrezza. M’eri caro come Absalon a Davide.
Anche Davide diceva “Foss’io morto in vece tua!” Pure aveva altri figlioli sui quali riportare il suo amore , ma io non ho che te, non vedo chi ti somigli, non so dove riportare il mio amore e il mio cuore è senza sostegno, e trabocca, e la sua piena si versa a terra.
Quale destino! Guardo indietro nel tempo ma non scorgo un dolore che pareggi il mio dolore.
Foss’io morto in vece tua! O mi fossi tu sparito quando appena balbettavi mamma, e l’amore del tuo babbo e della tua mamma ancora non aveva preso tanta ragione, e non s’era così abbarbicato che staccarlo non fosse possibile senza stracciare le nostre povere carni.
E tu non eri che un cucciolo quasi che scherzava fra le nostre gambe. Ed io correvo verso il mio sogno ignorando che il mio sogno eri tu!

( tratto da:Il Fabbro Armonioso)
avatar
annali
Senior
Senior

Messaggi : 7572
Data d'iscrizione : 06.06.13

Torna in alto Andare in basso

Re: Autrici ed autori >

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Torna in alto

- Argomenti simili

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum