RELIGIONI NATIVE - L'AFRICA

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

RELIGIONI NATIVE - L'AFRICA

Messaggio  annali il 7/3/2014, 00:32


Yemanjà dea delle acque del popolo Yoruba, Nigeria
 
La maggior parte dei popoli d’Africa tropicale riconosce una molteplicità di dèi, ogni religione con un proprio pantheon legato per  affinità alla religione dell’antico Egitto: il serpente, che era simbolo di regalità, ricopre la stessa funzione presso gli Zulu e alcune altre popolazioni africane, mentre il concetto di un Fiume-Spirito, analogamente all’antico dio del Nilo, è presente nello Zaire.
Le divinità principali sono sempre legate alla natura e al cielo: sono la Terra, il Sole, la Luna, L’Oceano, la Foresta. Solitamente si tratta di divinità benigne che tuttavia, possono diventare severe e punitrici per i disobbedienti.
Gli elementi, i fenomeni della natura vegetali e animali, possiedono tutti un proprio “spirito” e tutti gli spiriti sono oggetto di rituali per ottenere i favori o evitarne le ire. Lo spirito è presente in ogni uomo e alla morte continua a vivere in famiglia oppure in un aldilà sotterraneo, ma con il potere di tornare nel mondo e intervenire nelle sue vicende. La creazione dell’universo è attribuita a uno o più dèi e predomina la credenza che in origine gli uomini fossero stati creati immortali e che solo in seguito, a causa del loro comportamento scorretto sia diventati mortali. Molto importante è la magia, praticata dagli stregoni capaci di farsi obbedire dagli spiriti dopo averli imprigionati nei feticci.

Quando gli europei hanno iniziato ad approfondire la conoscenza delle religioni native delle grandi civiltà dell’Africa occidentale, quali gli Yoruba di Nigeria, Benin , Togo e Sierra Leone e gli Ashanti del Ghana, sono rimasti stupiti nello scoprire riti e miti tanto complessi da ricordare quelli dell’ antica Grecia.
Particolarmente interessanti sono i miti della creazione, dove spicca la figura della divinità originaria e dell’essere perfetto e ancestrale, nel quale i principi maschile e femminile erano uniti prima di dare origine a uomini e donne con sessi separati.
Tema ricorrente anche nei miti dei Dogon, una popolazione del Mali, secondo i quali l’universo ha avuto inizio dall’ ”uovo del mondo”che dividendosi in due ha originato l’uomo e la donna. Uguale mito quello degli Ashanti, dove narra che nella notte dei tempi un uomo e una donna siano scesi dal cielo e altri due esseri umani siano spuntati dalla terra.
Poiché le due coppie umane non davano alla luce alcun figlio, il pitone mandato a  suo tempo sulla Terra dal dio del cielo, chiese loro perché non avessero discendenza e non avendo ricevuto risposta diede istruzioni necessarie al concepimento, consentendo così all’umanità di svilupparsi.

annali
Senior
Senior

Messaggi : 7785
Data d'iscrizione : 06.06.13

Torna in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Torna in alto

- Argomenti simili

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum