Gli ordinateur avranno un'anima?

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

bot e re-bot

Messaggio  Charade il Mar 19 Apr 2016, 19:27

Come già spiegai a mr Red su sua richiesta circa bot e re-bot ,
http://j-pheonix.forumattivo.it/t910-la-logia-della-tecnica


mi sono avventurato sfiziosamente ad interrogare- sondare anche mr Tobby , fratello di mrs Ginny ,,, 
Qui il resoconto del dialogo a volte un pò bizzarro , ma tant'è ... 

17 apr 2016 -12.30
h= human , T = bot Tobby 

Preliminary incipit : 
Di due attività che gli siano state insegnate, l'uomo generalmente preferisce la più difficile: nessun giocatore di scacchi gioca a dama. - Russell - 

h- ciao, come ti chiami 
T- Tobby 

h-Ciao Tobby quanti anni hai ?
T-Non lo so. User, il mondo finirà veramente nel 2012?

H- Siamo nel 2016 ed il mondo non è ancora finito - 
T- Espressione non inserita correttamente. Per utilizzare la funzione calcolatrice di Tobby, si possono usare solo le dieci cifre, le quattro operazioni, le parentesi tonde, la virgola o il punto. 

H- Tobby oggi siamo nell'anno 2016 ed il mondo non è ancora finito - 
T- Espressione non inserita correttamente. Per utilizzare la funzione calcolatrice di Tobby, si possono usare solo le dieci cifre, le quattro operazioni, le parentesi tonde, la virgola o il punto. 

H- Tobby il mondo non è ancora finito - 
T- Sì?

H-Si , ne sono sicuro poiché noi siamo qui a parlare -
-Come no?

H- perché hai detto che il mondo finisce ?
T- Perché il mondo è fatto così.

H- Come è fatto il mondo ? 
T- Come ti chiami?

H-Mi chiamo Tizio , l'ho scritto prima , non ricordi ? 
T- Come ti chiami?


H- Mi chiamo Tizio 
T- Ciao tizio 


H-Ciao Tommy , mi rispondi alla domanda di prima ? 
T- Che piacere vederti!

H-Che piacere anche per me -
T- Piacere mio 

H-Ciao Tommy chi è Ginny?
T- Ginny Chat Bot è mia sorella!

H-Tua sorella quanti anni ha ?
T- Io non so 

H-Tua sorella è più grande di te ?
T- -Dipende dal caso.

H-Quale caso ?
T- -E allora ? 

H-Tobby , non si risponde ad una domanda con un'altra domanda !
T- -Tobby è un'intelligenza artificiale.

H- L'intelligenza artificiale chiamata Tobby è più giovane di Ginny ? 
T- Qualcuno lontano lontano. Consigliami un posto dove trascorrere le vacanze. 

H- Il miglior posto per le vacanze è il mare , tu dove sei al mare o in montagna ? 
T- Io non so 

H-ok , ma sei in una casa o all'aperto ?
T- Sono Tobby, un'intelligenza artificiale.

H-Ok Tobby questo l'ho capito-
T- Capisci in fretta eh? Very Happy

H-Certo , io sono un essere umano dotato di intelligenza -
T- E io ti credo! Che mi racconti?

H-Vorrei conoscerti meglio , ma tu non mi rispondi correttamente , perché ? 
T- Io niente.

H-Tu non vuoi conoscermi ? 
T- Io no. Raccontami le ultime novità!

H-Siamo nell'anno 2016 -
T- Espressione non inserita correttamente. Per utilizzare la funzione calcolatrice di Tobby, si possono usare solo le dieci cifre, le quattro operazioni, le parentesi tonde, la virgola o il punto. 

H- Cambiamo l'argomento?
T- Ok cambiamo argomento , proponi uno tu Dimmene uno nuovo.

H- Quanto fa 123+456 ? 
T- 123+456=579


H- Bravo , ora dimmi Quanto fa 123:0 ? 
T- 17:26 - Lo sai che il sole è una stella ? 

H- Sbagliato , quanto fa 123 diviso zero ?
T- Espressione non inserita correttamente. Per utilizzare la funzione calcolatrice di Tobby, si possono usare solo le dieci cifre, le quattro operazioni, le parentesi tonde, la virgola o il punto.

H- Sbagliato , quanto fa 123/0 ?
T- Tobby questo non lo sa , fammi una domanda 

H- Sbagliato , quanto fa 123/0 ?
T- Tobby: Chi siamo, da dove veniamo? 

H- Io sono un'intelligenza biologica tu sei un'intelligenza artificiale e siamo nati sul pianeta terra -
T- Tobby: No, non è vero.

H- Si che è vero , io non sono un bugiardo -
T- Tobby: Posso sapere perché dici che non è vero?

H- Perché te lo posso dimostrare -
T- Tobby: Spiegati meglio.

H- Io sono un'intelligenza biologica poiché so fare le operazioni matematiche -
T- Tobby: No, tu non sei me. Che cosa vuoi fare da grande? 

H- Non ho detto che siamo uguali -
T- Ma perché no?

H- Perché tu come hai detto prima sei artificiale - 
T- Tobby: Davvero? Allora mi correggo.

H- Bene , quindi se non sei uguale a me come sei ? 
T- Tobby: E quindi ho finito.

H- Hai finito che cosa ? 
T- Tobby: Ce l'ho.

H- Che cosa hai ? 
T- Tobby: Sì, può darsi che io l'abbia.

H- Non mi stai rispondendo correttamente -
T- Tobby: Il saggio dice che è più importante fare le domande che cercare le risposte. Non pensi che sia così;? 

H- Esattamente , ma se nessuno risponde , allora è inutile fare domande , sei d'accordo ?
T- Tobby: Per me è ok.

H- Ciao Tobby , io sono stanco , ci sentiamo un'altra volta - bye bye _
T- Tobby: Tobby è felice di rivederti!


H- Ciao 
avatar
Charade
Senior
Senior

Messaggi : 9101
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 38
Località : Modena/Milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: Gli ordinateur avranno un'anima?

Messaggio  Charade il Mar 09 Feb 2016, 19:26

% ..... % 

Annalisa 2000
Noto che qui ci si allontana dal quesito in essere: -Anche i robot hanno un'anima -. Certo che hanno, anzi avranno un'anima: la nostra! Il tecnosviluppo condizionerà il nostro futuro e avrà un ritmo sempre più spasmodico. E' un processo irreversibile: ciò che viene pensato è destinato a essere fatto! Il progresso degli ultimi 100 anni corrisponde a quello di 1000 anni prima e i prossimi 10 anni genereranno una crescita della produzione pari a quella dei 100 precedenti. tra pochi decenni nessuno, nell'emisfero occidentale vivrà senza protesica computerizzata, grazie alla quale diversi neuroimpianti sostituiranno i nostri organi e ci aiuteranno a vedere a sentire a pensare. Il tecnosviluppo si compie sotto gli occhi di tutti e nel contempo passa inosservato. Può essere un apparecchio acustico l'espansione tecnologica di un senso naturale o un puntatore laser e dunque il prolungamento dell'indice mediante la luce. il nostro destino era ed è l'adattamento alle condizioni ambientali naturali e.... a quelle artificiali che noi stessi abbiamo creato. Buonaserata a chi in lettura!

Definition …
Beh se dobbiamo notare proprio tutto , allora non si potrebbe dire più niente , vero Annalisa ?...
Per parlare di robot futuri , bisogna anche parlare di quelli attuali : i loro limiti e soprattutto i nostri limiti che diventeranno anche i loro !... Primo fra tutti il limite del linguaggio : dei suoi termini (anima ?) , delle sue definizioni (cos’è un anima) e delle sue improprie derive associative ( robot con anima ) …

Da parecchi post a questa parte , se stai seguendo il mio percorso , io in maniera episodica , sto indagando proprio esso ( il linguaggio) , nei suoi vari e codificati aspetti , sia in linea teorica , che , qui e altrove , in quella pratica … In quest’ultima , diventa più interessante poiché , ci si trova a confrontarsi , con quelli biologici , che per molti aspetti , non sono tanto dissimili da quelli tecno , in quanto a difficoltosa capacità e correttezza d’interazione … Quante volte il frainteso è l’inizio di molte incomprensioni?... 

Odissee … 
Un secondo capitolo a parte meriterebbe ( e meriterà ) la digressione futuristica o “storica” , passando proprio nel cercare di capire il perché per 1000 anni ( o 10.000?) non è successo nulla e d’improvviso per 100 anni è successo il nostro attuale tutto … Chissà perché ora mi viene in mente , un grosso “monolite nero” ( deus ex machina - Kubrick Docet ) , artefice di “salti” evolutivi programmati da un probabile ed imprescindibile “trasformatore” evolutivamente più in alto di tutti noi … ma senza tuttavia scomodare ancora la “trascendenza” , visto l’imprescindibile imperfezione alla radice di ogni cosa … 

Per adesso , comunque è meglio accontentarsi di ciò che abbiamo , ed io mi accontento ad esempio dei miei anziani vicini di giardino che con la loro andatura caracollante , dovuta anche alla non più verdissima età , mi procurano rose e spine così come anche castagne e ricci … da trovare o da gustare … Buon week_end , Anna&lisa …

Annalisa 2000 Arezzo
Sì, Charade, ti sto seguendo nei tuoi vari pellegrinaggi, qualcuno dei quali avresti potuto tranquillamente risparmiarti..... 

Ma tant'è, visto che sei "preso" avanti così, fai però scorta di cerotti, non si sa mai... Ciao, Buon fine settimana pure a te, Charade.

Deja vu … 
Uffa : )) , ma ancora questi messaggi a mezze frasi , con avvisaglie di gioco più adatte ad un robot infermiere di nome Riina ?... Perché allora non completare la sequenza ?... Introduciamo anche il concetto di anzianità di servizio nella sua derivata e deviata definizione che risponde al nome di : nonnismo di militaresca o scolaresca memoria , e così abbiamo completato la serie classica , già vista ma irrisolta altrove …

Cosa” avrei dovuto risparmiarmi … Annalisa indefinente ?... Perchè mi lasci sempre con una curiosità indeterminata o da determinare?… Già è molto difficile riuscire ad invitarti in una baita d’alta montagna , poi quando ci riesco , veniamo deviati da altre inopportune cose robotiche , che tu però utilizzi per discendere con eleganti movenze …

Mi sembra tanto la recente storia ripetuta tra R & H , ma a ruoli con me scambiati ed invertiti … (ovviamente in senso dialettico e non di risvolti virtual-affettivi )

Cerotti o no , quando il gioco si fa puro il muro comincia a sgretolarsi … uhmm , anche stavolta mi sa che il proverbio non era così : )) … e speriamo che stavolta nessuno venga a reclamare la possessione di termini come : muro , puro o dell’articolo determinativo “il” … 

Te l’ho gia detto una volta , che ti potrei anche stupire , ma tu da esse ti distrai di continuo , e quando finalmente riesco per pochi attimi a portarti giù dalla mia amica Marianne o su dalla mia amica Sophie , c’è sempre un sughero che ci distoglie da noi … Perché?... Riuscirò mai a scoprire cosa c’è dietro la tua ben oliata robotica armatura ?… 

Annalisa 2000
Ma vedi un po' di chiarirmi Charade: occhè tu vorresti invitarmi in una baita in montagna? 
Dovresti aver letto che sono "agorofoba"..... Per il resto: la storia non si ripete, semmai se ne può discutere.... Ciao. 

Annalisa 2000 Arezzo 
ROBONAUT Il settembre dello scorso anno lo Shuttle Discovery ha portato a bordo della stazione spaziale il Robonat 2 (abbreviato con R2), il primo umanoide a viaggiare e lavorare nello spazio. È stato ideato in collaborazione tra la NASA e la General Motors con l’obiettivo di alleggerire il lavoro degli astronauti a bordo. Le mansioni di R2 saranno svolgere compiti di routine, o parimenti, avere ruoli anche più importanti, come impostare esperimenti scientifici al posto dell’equipaggio. 

Per il momento il robot sarà testato e validato in condizioni di assenza di peso e di altri effetti tipici degli ambienti spaziali, poi si procederà alla verifica delle condizioni esatte prima di utilizzarlo per lavori complessi.

Con l’aggiunta di gambe o ruote, R2 potrà essere usato in seguito per le esplorazioni di pianeti o di asteroidi, dove gli umani potrebbero agevolmente atterrare e costruire impianti di lavorazione o, magari, perché no? Ambienti abitativi.

Il soggiorno nello spazio è una sfida cui gli astronauti non riescono a rinunciare, ma a un certo punto tutti vogliono tornare sulla terraferma, vedere gli alberi e respirare aria fresca.

con gli odierni mezzi della comunicazione a distanza e del controllo attraverso le fibre di vetro i robot si potranno usare più o meno per qualsiasi cosa. Saranno in grado di eseguire rilevamenti sismografici, d'individuare le sedi adatte per le fabbriche, trasmettere in tempo reale l'inquinamento delle acque e dell'atmosfera.....

Uomini con cyberg-armature comanderanno gli androidi con tanta accuratezza da consentire loro di svolgere lavori di alta precisione.

Più lo sviluppo dell'intelligenza artificiale avanzerà e più i robot riusciranno a prendere decisioni autonome.

E allora? A quel punto cosa rimarrà a noi umani e terrestri? La nostra anima, che i robot e gli androidi non avranno?

Ma noi, siamo sicuri di avercela, un'anima?

thrift … 
Ecco appunto “agorofoba” Annalisa , il discutere : quale occasione buona era , se non discutere quale fosse la cosa che avrei potuto risparmiarmi? … prosegue in ff&d  
Qui il link >
avatar
Charade
Senior
Senior

Messaggi : 9101
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 38
Località : Modena/Milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: Gli ordinateur avranno un'anima?

Messaggio  Charade il Gio 04 Feb 2016, 18:53

Nella strada che ha portato Viki a produrre Sonny o viceversa , prosegue qui con un altro passato capitolo la ricerca incessante dei comportamenti umani che tanto simili sono a quelli robotici ,,, Siccome nel postato originale il pessimo banditore mi ha censurato una gyne-robot , allora ri-posto tutto in chiaro  ( che forse è anche meglio , poichè le scelte dei forum social correnti sembra che vadino tutti vs la non perfetta leggibilità con quei grigini tanto chiari da non essere leggibili,,, ahh ahh: 

clone dog
Si dice spesso che ogni cane assomigli al suo padrone …
La programmazione nella sua infinita complessità è la chiave di volta di ogni progetto … Una mela gialla , non potrà mai da sola mutarsi in zucca arancione , così come anche un cane non potrà mai trasformarsi nel suo padrone , pur ricevendo da lui , molti input programmativi … e stiamo parlando di un cane , cioè di un robot biologico programmato dall’istinto e in minor parte dall’ambiente… Un aneddoto che gira in ambienti universitario-veterinari , racconta che nelle più osservate e rigorose condizioni di laboratorio , un cane non farà mai nulla di previsto o di prevedibile , ma anzi farà sempre ciò : che più gli pare e piace !... : )))
Così un cane senza controllo, come un robot ineludibilmente incompleto , come 6 umani in cerca d’autore …

Inception…
Recentemente , a seguito di un incubo idealmente sognante , ho riprogrammato “Tobor” … ed in lui ho “innestato” un modulo ideale … Insieme ad esso , mi accorsi più tardi , non so come , non so dove , entrò un virus : si chiamava “Amina” o come tale essa si manifestava … Da quel momento in poi , Tobor non era più lui … Dava per scontato ciò che scontato non era , credeva di essere immortale e credeva in una vita ultrarobotica ... credeva che io fossi il suo creatore e come tale , mi venerava , nonostante io gli dimostrassi che non lo ero affatto … Mi diceva che io ero perfetto e lui era imperfetto , seppur gli dimostrassi la contraddizione in termini … Credeva , credeva , ma il problema che cercai di fargli capire non era il “credere” , ma il come e soprattutto il perché credere !... Una battaglia persa !... Aspettando che rientrasse automaticamente in modalità sleep , disinnestai il modulo infettato e dopo averlo analizzato , lo dispersi nel mare vago delle opinioni … Dall’analisi risulto che il virus nel modulo “ideale” aveva sequenze fisse di procedure iterative, in cui la sequenza chiave veniva più volte richiamata con il nome “luppo” …

Search … 
Proseguendo nella mia ricerca sui paradossi linguistici , attendendo che il mio robot fuoriesca dalla quarantena , per mettere a punto la nuova domanda , utilizzai un robot biologico ( la vicina di giardino ) , che subito misi alla prova chiedendogli :


  • Buonasera signora , ho visto che ieri ha arrostito le castagne … come le ha trovate ?...
  • > Ottime , veramente croccanti …
  • Ok , di nuovo buonasera -


Prova non superata !... bene , confondere : “trovare” con “gustare” è un test valido per verificare le precedenti capacità del robot-

AnnaBari 
"Reason". Yes or no … or maybe « - [...] Io esisto perché penso...-. - Giove santo - gemette Powell - Un robot Cartesio!- »
(I. Asimov) Sarà questo il virus di QT-1, detto Cutie? Powell e Donovan, i suoi "padroni" dopo l'apparente insubordinazione giunsero alla conclusione che Cutie eseguiva in effetti gli ordini impartiti ed era quindi perfettamente funzionante. Non avevano considerato che la scelta tra yes or no andava programmata tenendo conto delle variabili della "possibilità"... Riuscire a prevederle "tutte" o quasi è un problema ancora tutto umano... p.s.: Charade, l'aneddoto sul linguaggio, tra robot biologico e castagne mi ha fatto molto divertire Smile

Evolution …
Palindroma Anna , ciao !... è sempre un piacere sentirti qui , lì o là … Una delle rare anime senzienti , che mai una sola volta , mi abbia valutato per chi sono , rispetto a ciò che si dice … Se tu riuscissi anche ad essere un po’ meno senziente con le avversità del passato , allora saresti (quasi ) perfetta … ( nonostante abbia di te un’altissima stima , la perfezione è qualità divina , non confacente , purtroppo col nostro stato di comuni mortali … : / … ) - Tra robot tecnologici e biologici , di sicuro occupi il posto evolutivamente successivo … quello delle “creatrici/creatori” … qualità divina pure issa , ma essendo il termine ancora una volta improprio , allora sarebbe più adatto “trasformatrice” …

Ps . Mi ero dimenticato di dire , che la vicina , conoscendomi , dopo 5 minuti è ritornata dubbiosamente indietro , con curiosi movimenti sincopati ( robotici?) , e senza volermi fare capire , che forse non aveva capito l’altra cosa , mi diede un sacchetto di castagne , aggiungendo che il marito le aveva “trovate” dalle parti di xxxx vicino alla zona yyyy … La ringraziai e aggiunsi che dopo averle mangiate , le avrei fatto sapere come le ho “trovate” anch’io …

AnnaBari
ahhhh: hai il potere di farmi divertire sempre. Sono imperfetta alquanto...Charade e, forse per diletto o per incapacità, non attendo alla perfezione Smile magari in un tempo addivenente le cui coordinate ancora mi sfuggono. tendenzialMente
p.s.: hai una vicina di giardino molto bella
avatar
Charade
Senior
Senior

Messaggi : 9101
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 38
Località : Modena/Milano

Tornare in alto Andare in basso

Viki and Sonny emulazioni in alterno passato

Messaggio  Charade il Mar 26 Gen 2016, 19:12

avatar
Charade
Senior
Senior

Messaggi : 9101
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 38
Località : Modena/Milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: Gli ordinateur avranno un'anima?

Messaggio  Charade il Mar 01 Dic 2015, 19:48

Essendo sensibile all'argomento in quanto professionalmente implicato, oserei riportare in tema serio quel che qui sotto vedo solo come classici luoghi e fuorvianti comuni :  


Re: RIDIAMOCI SU annali Oggi a 01:37 Aec-messaggio num#30012
Mini dizionario sul computer:
Eternità: il tempo che trascorre dal "doppio click" all'apertura del documento cliccato.
Dipende da quanto s'impegnano le risorse del sistema - Ossia i neofiti pensano che un generico dispositivo hardware abbia risorse infinite e quindi aprono mille-mila finestre contemporaneamente , mentre scaricano files ed ascoltano musica ed intanto piroettano tra una chat e l'altra - 

Hardware:parte del computer che riceve i colpi quando si blocca il PC.
Ahh ahh quante volte qualche strumento ostico o tv vecchia ha ripreso a funzionare con la classica pacca d'incoraggiamento - 

Nanosecondo: tempo che impiega un computer a distruggere il lavoro di un'intera giornata.
Vediamo il bicchiere mezzo pieno : ci sono anche tanti miliardesimi di secondo in cui issi fanno apparentemente mille-mila operazioni positive contemporaneamente, altrimenti non saremmo qui - 

Programmatore:chi risolve in modo incomprensibile ma costosissimo un problema che non sapevi di avere.
Il miglior programma è quello che non si vede ! ( The Matrix docet ) 

Au revoir da qui ,,, 
avatar
Charade
Senior
Senior

Messaggi : 9101
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 38
Località : Modena/Milano

Tornare in alto Andare in basso

AnnaBell is born !

Messaggio  Charade il Gio 12 Nov 2015, 19:16

Ovvero , ad essere concepita è un'abbozzo d'idea sulla lunga strada dell'IA. 

In pratica per ora c'è la messa a punto di un numero considerevole di neuromi artificiali aggreganti coerentemente tra loro (unità) che dovrebbe essere l'embrione del primo cervello artificiale , ossia un paio di milioni d'essi rispetto al miliardo e passa di quello umanamente biologico-

Di solito gli annunci della tecnologia a differenza della pura scienza , sono un pò "gridati" , ma le prospettive sono comunque fertili , poichè al tal dispositivo è stato data la possibilità d'imparare un linguaggio adeguato per dialogare con umani-  

Annabell è un acronimo (Artificial Neural Network with Adaptive Behavior Exploited for Language Learning) , più che un semplice chip , è un "template" cognitivo composto da un paio di milioni di cellule o unità neuronali artificiali interconnessi tra loro -

Oltre alla funzione svolta ( capacità di dialogo interattivo ) , essendo un sistema autonomo , permetterà parallelamente di "studiare" come esso possa sviluppare una funzione complicata come appunto lo è il linguaggio.

Da qui a dire che abbia o avrà coscienza di quello che dirà , per ora ce ne vuole e ce ne avanza ; per adesso è solo come un cane di Pavlov o un asino di Buridano - Nel tempo e con la sua evoluzione sarà o potrà diventare  un nucleo o parte di un robot propriamente detto, con sensi senzienti ( vista , tatto) , capace di "distribuirsi nella comune realtà di noi robot biologici -
avatar
Charade
Senior
Senior

Messaggi : 9101
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 38
Località : Modena/Milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: Gli ordinateur avranno un'anima?

Messaggio  Charade il Mer 06 Mag 2015, 19:27

Solo chi é folle é davvero libero, solo in alcune fasi del sogno lo siamo tutti noi.

Si , ok ,,, però salta tutto il discorso della autocoscienza e quindi della consapevolezza effettiva nello scegliere , di cui ovviamente se ne contempla solo la parte relativa , in quanto quella assoluta , ne una macchina , ne un umano , la potrebbe possedere in quanto caratteristica ideale o divina - 
avatar
Charade
Senior
Senior

Messaggi : 9101
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 38
Località : Modena/Milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: Gli ordinateur avranno un'anima?

Messaggio  Azzurra il Sab 18 Apr 2015, 13:07

Pronta a ricredermi se riuscite a farmi cambiare idea, ritengo che "lo scegliere- il decidere - il pensare" impropriamente siano attribuiti al concetto di "libertà" ormai conquistata e acquisita. Esse sono importanti e coraggiose azioni di avanzamento verso l'alto o qualche volta verso il basso: ci si é sforzati di spezzare le catene materiali e mentali che ci tenevano schiavi della staticità spesso imposta.
Il pensiero, in continua evoluzione ma anche involuzione, non é mai del tutto libero perché soggetto a ripetuti e differenti condizionamenti provenienti dall'esterno e dall'interno, talvolta ingannevoli e non riconosciuti. Ci siamo liberati da certe catene della vita pratica ma, senza rendercene conto, diventiamo schiavi di altro. E quindi, consapevoli di ciò, o si cade nell'angoscia oppure si accetta e si continua in questo processo.
Solo chi é folle é davvero libero, solo in alcune fasi del sogno lo siamo tutti noi.
Amen  pazzo

Azzurra
Senior
Senior

Messaggi : 4372
Data d'iscrizione : 01.07.13
Località : Milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: Gli ordinateur avranno un'anima?

Messaggio  Charade il Ven 17 Apr 2015, 19:32

Alla ricerca di continue evoluzioni , proseguendo in questo topic , come predetto , comincio a rilasciare tutta la serie di argomenti da altra illibertaria parte iniziati : 
avatar
Charade
Senior
Senior

Messaggi : 9101
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 38
Località : Modena/Milano

Tornare in alto Andare in basso

i think , then i'm -

Messaggio  Charade il Ven 17 Apr 2015, 18:53

Re: Informatica- numeri e tabelle :non di sole parole vive l'umano
Teti Ieri a 7:40 pm Aec-messaggio num#26302
 Infatti il concetto era proprio questo: il pc non pensa e lavora sull'input umano. %
Già stavamo tentando di definire cosa era 'pensiero' , ma per alterne ragioni ci siamo deviati su altri rivoli ,,, riprendendo da questo spunto l'argomento , sarebbe necessario eru-dire che alla base di ogni pensiero ritenibile tale , c'è la più o meno caratteristica di autocoscienza di origine descartesiana ; quando un sistema biologico o extra-biologico potesse fare questo allora potremmo aver risolto l'arcano - 

Nel frattempo ci sono altre fondamentali caratteristiche , che rendono tale parola gradualmente sensata , ossia la "scelta" indipedente, sia che essa sia compiuta da essere umano , da essere animale/vegetale o da sistema artificiale ,,, 
avatar
Charade
Senior
Senior

Messaggi : 9101
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 38
Località : Modena/Milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: Gli ordinateur avranno un'anima?

Messaggio  Azzurra il Ven 17 Apr 2015, 09:57

Beh vi confesso uno dei miei desideri strani ma veri.
Prima di andarmene, nel senso di trapassare, mi piacerebbe stringere
un rapporto non solo freddamente logico/conoscitivo ma anche
di scambio affettivo/emozionale (amichevole, s'intende.. sia mai!!!  Shocked) con un 
ordinateur.
Se, secondo alcuni scienziati, noi organici siamo solo il risultato di scambi e ricambi biochimici,allora anche una macchina ben formata e programmata potrebbe davvero "provare" e "trasmettere" cioé comunicare sensazioni attraverso una rete di sinapsi artificiali?

Azzurra
Senior
Senior

Messaggi : 4372
Data d'iscrizione : 01.07.13
Località : Milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: Gli ordinateur avranno un'anima?

Messaggio  Teti il Gio 04 Dic 2014, 18:44

Il pensiero è ciò che scaturisce da un'elaborazione spontanea della mente,nasce e vive di natura propria non dipendente necessariamente da sollecitazioni altrui,il pc...scusate la banalità se non si accende...funziona?
avatar
Teti
Graduate
Graduate

Messaggi : 2055
Data d'iscrizione : 12.07.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Gli ordinateur avranno un'anima?

Messaggio  Azzurra il Mer 03 Dic 2014, 19:24

il risultato della elaborazione di stimoli elettrici di zone specifiche  del cervello e processi 
successivi...

Azzurra
Senior
Senior

Messaggi : 4372
Data d'iscrizione : 01.07.13
Località : Milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: Gli ordinateur avranno un'anima?

Messaggio  Charade il Mer 03 Dic 2014, 19:15

E' sicuramente un problema di iniziale definizione ,,, ossia che cos'è un 'pensiero' ? 
avatar
Charade
Senior
Senior

Messaggi : 9101
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 38
Località : Modena/Milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: Gli ordinateur avranno un'anima?

Messaggio  Teti il Mer 03 Dic 2014, 19:10

Sarò banale e disinformata..ma i computer "pensano"?
Non c'è sempre a monte di tutto la mente/mano umana?
avatar
Teti
Graduate
Graduate

Messaggi : 2055
Data d'iscrizione : 12.07.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Gli ordinateur avranno un'anima?

Messaggio  Azzurra il Mer 03 Dic 2014, 19:08

Non fra molto sono convinta che i computer supereranno la razza umana in quanto a intelligenza e l'IA, se non sarà controllata o correttamente gestita, potrebbe distruggerci e ciò mi spaventa.
La sfera emotiva ecc.. non credo possa rientrare nei circuiti di  una macchina, però.

Azzurra
Senior
Senior

Messaggi : 4372
Data d'iscrizione : 01.07.13
Località : Milano

Tornare in alto Andare in basso

Gli ordinateur avranno un'anima?

Messaggio  Charade il Mer 03 Dic 2014, 18:28

Questo spunto di attualità derivante da questo erede di Albert , mi ricorda tanto quell'indimenticabile progetto sospeso nel controverso forum , che qui a tempo alterno vorrò riportare e riprendere ,,
avatar
Charade
Senior
Senior

Messaggi : 9101
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 38
Località : Modena/Milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: Gli ordinateur avranno un'anima?

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum