IL CULTO DELLA PIETRA NERA

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

IL CULTO DELLA PIETRA NERA Empty IL CULTO DELLA PIETRA NERA

Messaggio  annali


 
La Grande Madre Cibele, la potente Pietra Nera, era all’inizio proprio questo: una pietra nera.
A causa di una profezia trovata nei Libri Sibillini, fu portata a Roma, da Pessinunte, dove si trovava, perché il popolo romano avesse il suo baluardo contro Annibale. Nel tempio che le fu edificato rimase per 597 anni, fino all’editto di Teodosio che ne proibì il culto. Un altro tempio le fu dedicato sul colle vaticano, all’incirca, dove in seguito sorse San Pietro.
Il culto della grande Madre è nato assieme all’uomo e comportava ringraziamenti propiziatori ed espiazioni rivolti a tutta la natura, con cui si viveva in simbiosi.  Gli antichi sapevano che era grazie a lei che vivevano. Nel mito di Deucalione e Pirra, l’umanità rinacque dopo il diluvio, dalle pietre che essi gettavano alle loro spalle. Essa governava l’universo tramite sette divinità planetarie e su ciascuno c’era un tempio.
Quello di Saturno era esagonale e di pietra Nera.
Nera è la pietra adorata dai mussulmani alla Mecca, alcune statue della Madonna sono nere e nel Foro Romano vi è l’arcaico e ancora misterioso Lapis Niger.
Pietre sacre sono menzionate nel Vecchio Testamento; dodici furono erette da Mosè vicino al suo altare ai piedi del Monte Sinai. Nell’episodio biblico di Giacobbe si legge che tributò offerte alla pietra che gli servì da cuscino e nella quale in sogno aveva saputo, dimorava il Signore. Ancora non è facile chiarire le ragioni della venerazione particolare e ancora esistente delle pietre nere. Anzitutto bisogna distinguerle dalle altre pietre.
Le nere sono verosimilmente dei meteoriti, portanti peculiari proprietà, avvertibili anche solo avvicinandosi a esse, come nel caso della pietra nera della Ka’ba.
I faraoni stringevano fra le mani due oggetti cilindrici, interpretati come rotoli o papiri, mentre si tratterebbe, per uno dei due, di cilindri di carbonio, di pietre nere dal potere rigenerante. Il carbonio è importante per la vita quanto nessun altro elemento, in grado di formare singoli legami con se stesso abbastanza stabili da resistere all’attacco chimico. Per questo può fornire lunghe catene e anelli di atomi che stanno alla base strutturale di molti composti che includono le cellule viventi, il più importante di essi è il DNA.
Dunque, riassumendo, il carbonio è nero, ( sotto forma di grafite e carbone) e aiuta la trasmutazione interiore, accelerandola.
La pietra è l’elemento più denso della terra, come le ossa lo sono in rapporto al corpo umano.
La complessità del culto della Grande Madre Terra, è dovuta  all’evoluzione del pensiero e all’aggiunta di tanti altri elementi, legati alla realtà che rappresenta, assunti dai suoi culti svolti in varie parti del mondo.
Essa è ancora tra noi, sotto specie di Madonne Nere e della pietra nera della Ka’ba. 
annali
annali
Senior
Senior

Messaggi : 9493
Data d'iscrizione : 06.06.13
Località : laghi

Torna in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Torna in alto


Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum