LA VALLE DEI TEMPLI DI AGRIGENTO

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

LA VALLE DEI TEMPLI DI AGRIGENTO Empty Re: LA VALLE DEI TEMPLI DI AGRIGENTO

Messaggio  misterred

Tutto vero.
La Sicilia fu in quel periodo il crocevia di tante culture : Greci, Fenici, Elimi, e poi Romani.
Oltre alla magnifica Valle dei Templi, più a sud c'è il parco archeologico più vasto d'Europa e del Mediterraneo : SELINUNTE, i cui scavi continuano ancora alla ricerca di altri reperti e costruzioni.
misterred
misterred
Senior
Senior

Messaggi : 5214
Data d'iscrizione : 11.10.13
Età : 61
Località : Sacro Monte

Torna in alto Andare in basso

LA VALLE DEI TEMPLI DI AGRIGENTO Empty LA VALLE DEI TEMPLI DI AGRIGENTO

Messaggio  annali


 
In cerca di nuove terre i Greci si fermarono in Italia, apportandovi una ventata di rinnovamento sociale, culturale e artistico, ispirato al modello della loro madrepatria.
L’innovazione più importante, destinata a influenzare per sempre la cultura occidentale fu senz’altro l’alfabeto. Con i primi colonizzatori greci, dall’VIII secolo a.C., la scrittura iniziò a diffondersi nella penisola, grazie agli scambi e alla loro supremazia politica e culturale.
Gli immigrati greci, consapevoli della loro superiorità culturale, non apprezzavano molto i nativi, considerati rozzi e apportatori di influssi nefasti. Fu questo il motivo per cui, lungo il perimetro delle mura difensive delle colonie, eressero numerosi luoghi di culto, a guardia del mondo ellenico che, assolutamente non doveva essere contaminato da quello incivile di altri popoli.
L’esempio più spettacolare del divino abbraccio è oggi la Valle dei Templi di Agrigento, Akragas per i greci. Dieci monumentali templi furono costruiti per proteggere la polis, lungo i 12 chilometri di mura di cinta.
Akragas, (nome derivato da  akris: cima del monte) nel V secolo a.C. aveva una popolazione di circa 200 mila abitanti.
Gli edifici giganteschi avevano una duplice funzione che era difendere sì, la polis, ma anche mostrarne la potenza e scoraggiare eventuali attacchi nemici.
Per costruirli furono impiegati molti prigionieri catturati durante la Battaglia di Himera (480 a.C.), in cui Siracusani e Agrigentini colsero la vittoria contro i Cartaginesi.
Grazie alla colonizzazione greca, ancor oggi la Sicilia dispone di un patrimonio archeologico insuperabile nei tempi, magari superiore alla Grecia stessa.
annali
annali
Senior
Senior

Messaggi : 9362
Data d'iscrizione : 06.06.13
Località : laghi

Torna in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Torna in alto


Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum