ALCHIMIA-ARTE OSCURA

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

ALCHIMIA-ARTE OSCURA Empty ALCHIMIA-ARTE OSCURA

Messaggio  annali

ALCHIMIA-ARTE OSCURA Concerto_uovo
Di questo dipinto, Hieronymus Bosch, nel XV secolo, ne fece una satira alchemica "dell'uovo filosofico", il termine con cui gli alchimisti definivano l'athanor, il forno nel quale avveniva la trasmutazione di elementi primari come zolfo e mercurio in oro.
 
 
Quello che cercavano, gli alchimisti non lo trovarono mai, però con le loro ricerche gettarono le basi della moderna chimica.
L’alchimia affonda le radici nelle cognizioni di chimica e metallurgia arrivate in Europa dall’antico  Egitto, attraverso i Greci. Aristotele, la cui dottrina dominò il sapere medioevale, insegnava che ogni corpo era composto in diverse proporzioni da quattro elementi: l’acqua, il fuoco, l’aria e la terra, portando questo a ipotizzare che, modificando le proporzioni dei costituenti si potesse trasmutare un elemento in un altro. Secondo la tradizione fu Ermete Trismegisto, contemporaneo di Mosè, il fondatore dell’alchimia e di una serie di scritti che da lui presero il nome di “ermetici”.
Dopo la caduta dell’impero romano, la conoscenza degli alchimisti si rivolse al mondo arabo, che tradusse i testi provenienti da Alessandria d’Egitto dove, in un’importante scuola alchemica fu inventato l’alambicco. Il termine stesso alchimia deriva probabilmente dall’arabo “al–kimiya”che indica la pietra filosofale.
Verso la fine del ‘300 l’alchimia fu condannata con motivazioni teologiche, attribuendo a essa pratiche demoniache. Era il periodo in cui erano perseguitate le streghe, per lo stesso motivo, dall’Inquisizione, collocate insieme nel regno del sovrannaturale anche se magia e alchimia avessero ben poco in comune.
Quello dell’alchimista era un lavoro duro, significava lavorare con fuoco e acidi, con l’odore dello zolfo, le persecuzioni della chiesa e dei regnanti. Per questo l’arte “oscura” esigeva mistero e segretezza e le sue pratiche restavano materia per pochi iniziati.
L’alchimista si considerava prima di tutto filosofo, e collocava la sua pratica nell’ambito della ricerca filosofica.
annali
annali
Senior
Senior

Messaggi : 9648
Data d'iscrizione : 06.06.13
Località : laghi

Torna in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Torna in alto


Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum