QUEEN...MAGIC

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

QUEEN...MAGIC Empty Re: QUEEN...MAGIC

Messaggio  annali



QUENN... MAGIC FREDDIE...
annali
annali
Senior
Senior

Messaggi : 9648
Data d'iscrizione : 06.06.13
Località : laghi

Torna in alto Andare in basso

QUEEN...MAGIC Empty Re: QUEEN...MAGIC

Messaggio  annali


 
QUEEN (4)
 
L’ultimo album è pervaso da una malinconia e serietà che lo rendono molto intenso. “The show Must Go On”, scritto da Brian, non è il testamento di Freddie, però riflette la drammatica situazione interiore in cui si sono trovati i Queen durante la difficile preparazione, voluto da Freddie fermamente completare, mentre assistevano al declino inarrestabile del loro amico. Il brano “These Are The Days Of Our Lives”è un testo triste ma sereno, il ripercorrere con la memoria i momenti felici di una vita trascorsa insieme all’insegna della musica. Nel video che accompagna il singolo, Freddie appare per l’ultima volta mostrando coraggiosamente il suo volto distrutto dalla malattia, trova la forza per sorridere e dire ai suoi fans” I still love you”.
Il 2 novembre 1991, diffonde un comunicato stampa in cui dichiara ufficialmente di essere malato di Aids. La sera del 24, alle sette di sera, Freddie Mercury perde la sua battaglia e muore nella sua casa di Kensingthon.
Il 20 aprile allo stadio di Wembley si svolge il più grande concerto degli ultimi anni. Brian, Roger e John, salgono sul palco per celebrare per l’ultima volta la vita e l’arte di Freddie Mercury, in compagnia dei più importanti nomi del rock mondiale.
La serata si chiude con una splendida esibizione di Liza Minnelli che canta “We Are The Champions”, cui si uniscono tutti gli artisti presenti in un grande coro finale.
Sull’ultima nota Brian prende il microfono e grida al cielo di Londra “Buonanotte Freddie, ti amiamo!”
annali
annali
Senior
Senior

Messaggi : 9648
Data d'iscrizione : 06.06.13
Località : laghi

Torna in alto Andare in basso

QUEEN...MAGIC Empty Re: QUEEN...MAGIC

Messaggio  annali


 
QUEEN (3)
 
Ho precorso i tempi, dagli anni ’60 mi sono addentrata nei ’90, per cui ora, torno al momento dell’esordio dell’album “Queen” e al disappunto espresso da Brian sapendolo già superato perché frutto del lavoro di alcuni anni prima, basato su pezzi composti nel corso delle rispettive esperienze giovanili. Nel frattempo erano accadute molte cose, per esempio era esploso David Bowie e sembrava si fossero accodati mentre erano “glam rockers” già da molto tempo prima.
Nel 1974 si pubblica il nuovo album “Queen II” entrato nella classifica britannica al 35° posto.
È un album complesso, ambizioso, un manifesto definitivo, il tipo di musica che i Queen si erano proposti sin dal principio di suonare, un sound intenso che fosse davvero qualcosa di nuovo e per ottenerlo avevano spinto al massimo le tecniche di studio in cerca di nuovi orizzonti per una rock band. Anche i testi riflettono il preciso progetto artistico: il tema del bianco e il tema del nero. Queen II, infatti, si basa sul dualismo tra l’anima bianca e quella nera del gruppo, con le storie fantastiche raccontate da Brian May tratte dalla mitologia anglosassone, in contrapposizione ai testi particolarmente enigmatici di Freddie, con i richiami alle tradizioni mistiche orientali che l’hanno sempre affascinato.
Il primo disco di platino i Queen lo conquistano con l’album “A Nigth At The Opera”, dove si sperimentano suoni particolari riuscendo a riprodurre fiati, archi, ottoni, l’uso sapiente delle armonie vocali costruite con numerose sovra incisioni. Il massimo risultato di questo modo di comporre musica è Bohemian  Rapsody, canzone in cui il testo si sviluppa in una successione di quattro diversi momenti musicali che ruotano intorno alla celebre sezione operistica per la quale occorse una settimana di lavoro. In due settimane la canzone vende 150.000 copie, segnando una svolta storica per tutto il mondo del rock.
Il 1976 vede il gruppo impegnato in tournèe negli Stati Uniti Giappone, Australia poi di nuovo in Europa.
Degli album degli anni seguenti sarebbe lungo e magari, pure noioso elencarli per descriverne i successi riportati, o citarne i brani in essi contenuti. Piuttosto da registrare la delusione della maggioranza degli storici fans dei Queen, all’uscita, nel 1982, dell’album “ Hot Space”, dove le composizioni risultano frettolose, rivestite di arrangiamenti approssimativi e poco meditati, anche se, stranamente, la critica pare apprezzarne comunque il risultato finale.
Dopo l’ultimo tour negli Stati Uniti, alla fine del 1982 i Queen decidono di separarsi per un certo periodo, solo un momento di pausa per ritrovare lo spirito giusto. Hot Space s’è lasciato dietro un scia di malcontento e insoddisfazione, le tensioni sorte sul piano personale spingono i quattro del gruppo a prendere questa decisione per dedicarsi ognuno a progetti solistici.
Si riuniranno a Los Angeles, alla fine del 1983, e con ritrovato entusiasmo iniziano a registrare il nuovo materiale per l’album “The Works”, sfruttando intensamente il fenomeno dei videoclip e realizzando lavori sempre più originali. Infatti, conquisterà il primo posto in classifica, in diciannove Paesi, fra i quali l'Italia.
annali
annali
Senior
Senior

Messaggi : 9648
Data d'iscrizione : 06.06.13
Località : laghi

Torna in alto Andare in basso

QUEEN...MAGIC Empty Re: QUEEN...MAGIC

Messaggio  annali

annali
annali
Senior
Senior

Messaggi : 9648
Data d'iscrizione : 06.06.13
Località : laghi

Torna in alto Andare in basso

QUEEN...MAGIC Empty Re: QUEEN...MAGIC

Messaggio  annali


 
QUEEN...(2)


Il 1987 sarà un anno tranquillo per i Queen che smaltiscono la sbornia del Magic Tour, da cui verrà tratto l’album dal vivo, Live Magic. Freddie s’impegna in progetti solistici, con l’innovativo Barcellona, crossover di lirica e rock realizzato in coppia con la grande cantante lirica Montserrat Caballé, l’inizio del grande sogno di Freddie di mettere in scena un esempio di arte globale, dove possano convivere danza, musica classica e moderna. Purtroppo sarà la malattia che non gli permetterà di rendere concrete le sue idee.
The Miracle, pubblicato nell’89 va direttamente al primo posto in classifica, preceduto dal singolo I Want It Oll. I Queen dominano completamente il mercato discografico mondiale e ogni lavoro è accompagnato da una massiccia pubblicitaria e d’immagine, curata personalmente dai quattro. I videoclip sono molto originali, specialmente quello Breakthru, dove suonano su un treno lanciato in corsa.
Anche se nei video The Miracle Freddie appare in forma, la malattia ha già iniziato a minare la sua salute, ma intenzionato a mantenere una riservatezza assoluta e conoscendo i metodi della stampa scandalistica decide di non rivelare nulla e si concentra sul lavoro.
I Queen riempiono ancor le pagine dei giornali per le loro sregolatezze, come il grande party che nel ’90 celebra il ventennale della carriera o la festa per il quarantesimo compleanno di Roger Taylor, che con uno spettacolo di luci laser mette in allarme tutti i centri di osservazione degli UFO.
Mercury concentra tutte le sue energie nella registrazione del nuovo album, in cui trova lo stimolo per continuare la propria battaglia. Il frutto di questa forza di volontà è Innuendo, capolavoro in assoluto in cui la voce di Freddie e di tutto il gruppo toccano i vertici. Lo stile rinnovato dei primi album si fonde con le nuove sonorità e le sperimentazioni musicali dalle quali ne emerge una sintesi che rappresenta un traguardo per tutta la musica rock. Pubblicato il 14 gennaio 1991, vende 100.000 copie nella prima settimana entrando in classifica con il numero 1. Innuendo è un lungo contrastato discorso musicale e poetico sui temi dell’esistenza, dell’amore, una ricerca dei valori più veri e preziosi che possano dare serenità e pace.
 


Ultima modifica di annali il Mer 12 Mar 2014, 23:49, modificato 1 volta
annali
annali
Senior
Senior

Messaggi : 9648
Data d'iscrizione : 06.06.13
Località : laghi

Torna in alto Andare in basso

QUEEN...MAGIC Empty QUEEN...MAGIC

Messaggio  annali


 
QUEEN...


L’atmosfera esplosiva della Swingin London anni ’60 aveva attirato nei suoi club e nei suoi quartieri alla moda centinaia di giovani artisti e musicisti di tutto il Regno Unito. Era lì che si trovava l’ambiente più creativo e d’avanguardia del momento, con le possibilità di realizzare i propri sogni. La scena musicale londinese, dopo l’esplosione dei Beatles, dei Rolling Stones e la tempesta Who di “My Generation”, continuava a essere il punto d’origine delle nuove tendenze musicali, dal blus britannico degli Yardbirds, dei Cream di Eric Clapton, alle prime sperimentazioni dei Pink Floyd, in attesa dell’arrivo del genio psichedelico di Jimi Hendrix.
Nel 1970 Brian May, Roger Taylor, Freddie Mercury e John Deacon, decidono di formare un gruppo insieme e creano il nome “Queen”: “ è un nome corto, semplice e facile da ricordare e poi esprime  quello che vogliamo essere, maestosi e regali. Il glam è parte di noi e vogliamo essere dandy”.
Il primo album d’esordio “QUEEN” esce nel luglio ’73 in Inghilterra. Negli Stati Uniti ottengono in classifica il numero 83, è il momento d’oro del movimento glam, quando gruppi quali Roxy Music e Sweet dominano le classifiche. Lo stile dei Queen, basato sui taglienti riff di Brian, l’aggressività e la nitidezza delle parti vocali di Freddie e una ritmica precisa e coinvolgente è un superamento di questo genere e avrà grande influenza sull’evoluzione del rock attraverso gli anni ’70.
Sarà negli anni ’80 che i Queen saranno “scoperti” da noi, quando in un tour europeo si esibiscono per la prima e unica volta in Italia, al Palasport di Milano.
La dimensione “live”, sempre più importante per il gruppo, in quel periodo assume proporzioni grandiose, i Queen riempiono gli stadi di tutta Europa, muovendosi su di un palco con enormi ruote in movimento, esplosioni e impianti luci sempre più spettacolari.
In patria i Queen stabiliscono record assoluti di spettatori, con due concerti consecutivi al Wembley Stadium, da cui sarà tratto un doppio album. Freddi chiude lo spettacolo vestito da re, con manto di pelliccia e corona, smentendo ogni voce di problemi nel gruppo con parole che saranno purtroppo profetiche: “ Non siamo poi tanto male per essere quattro vecchie regine del rock, staremo insieme finché non saremo morti!”
Il “Magic Tour” iniziato l’estate del 1986 sarà il loro ultimo concerto e lasceranno al pubblico il ricordo dell’esibizione più spettacolare e grandiosa, l’immagine di un gruppo che ha saputo esaltare la dimensione live come nessun altro.  

(continua)
annali
annali
Senior
Senior

Messaggi : 9648
Data d'iscrizione : 06.06.13
Località : laghi

Torna in alto Andare in basso

QUEEN...MAGIC Empty FREDDY MERCURY: vivere per sempre?

Messaggio  annali

GIOVANI PER SEMPRE?        
“Tra venti o trent’anni saremo in grado di fermare l’invecchiamento e allungare enormemente la nostra vita.”
Questa l’affermazione che ci viene da fonte qualificata.
L’arma più importante saranno le cellule staminali, che nel nostro organismo hanno il compito di riparare i danni e la degenerazione dei tessuti.
Insomma, come dice il titolo: per sempre giovani?
 
Ma chi  vorrebbe di vivere per sempre?, si domanda l’indimenticabile Freddy.
Nella canzone Who Wants To Live Forever, dice :
 
 
“Non c’è tempo per noi
Che cos’è questa cosa che dà forma
 ai nostri sogni eppure ci sfugge!
Chi vuole vivere per sempre?
Non abbiamo possibilità di scelta
È già tutto deciso per noi
Questo mondo ci riserva
Un solo istante piacevole
 
Ma tocca le mie lacrime con le tue labbra
Tocca il mio mondo con le punte delle dita
Chi vuole vivere per sempre?
Per sempre è il nostro oggi
Chi comunque aspetterebbe in eterno?”
 
Canzone dai toni forti, quasi una premonizione per Freddy.
Il nome “Queen” per il gruppo lo aveva creato lui: “ È un nome corto, semplice da ricordare e poi esprime quello che vogliamo essere, maestosi e regali. Il glam è parte di noi e noi vogliamo essere dandy”.
 
 

 
annali
annali
Senior
Senior

Messaggi : 9648
Data d'iscrizione : 06.06.13
Località : laghi

Torna in alto Andare in basso

QUEEN...MAGIC Empty Re: QUEEN...MAGIC

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Torna in alto


Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum