VIRTÙ E RIMEDI MIRACOLOSI DAL CAVALLUCCIO MARINO

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

VIRTÙ E RIMEDI MIRACOLOSI DAL CAVALLUCCIO MARINO Empty VIRTÙ E RIMEDI MIRACOLOSI DAL CAVALLUCCIO MARINO

Messaggio  annali

VIRTÙ E RIMEDI MIRACOLOSI DAL CAVALLUCCIO MARINO 130846050-media-83dcc0ec-65d8-403d-8ec6-8734d147ec4f
 
Già Plinio il Vecchio, naturalista,scrittore e comandante della flotta tirrenica, credeva agli effetti dell’ippocampo tanto da consigliare a chi soffriva di alopecia di spalmare la testa, dopo averla preparata con polvere di ossi di seppia, le ceneri di un cavalluccio marino mescolato a salnitro o a grasse di maiale.
Anche i cinesi, da millenni, elogiano le virtù di questo animaletto degli abissi, e lo consigliavano sminuzzato, arrostito, messo sotto sale, essiccato,  quale rimedio contro la nausea, l’incontinenza, l’arteriosclerosi, le patologie tiroidee, ecc ecc, fino alla rabbia….
Pure secondo i medici occidentali del Medioevo l’Hippocampus era efficace come antipiritico se mescolato con olio essenziale di rose.
Secondo i medici del XVIII secolo era consigliato ai sofferenti di gotta e la sua cresta dorsale consumata a pezzettini, accresceva la potenza sessuale maschile, mentre nella mamme  stimolava la produzione lattea.
Miracolosi cavallucci marini, che percorrono la strada verso la guarigione del mondo! Eh sì, perché ai giorni nostri anche la medicina classica, pur non credendo alla valanga di effetti prodotti da un animaletto (perseguitato, in via di estinzione) ammette che non tutto ciò che esula dalla medicina tradizionale è una truffa e che alcune sostanze provenienti dal cavalluccio marino hanno effetti benefici.
Appunto per questo l’industria biofarmaceutica raccoglie e analizza ogni tipo di tinture, pomate o altro provenienti dall’Asia, dal Sudamerica o dall’Africa, ma senza tenere troppo conto dei vari miti e credenze.
Quello che i ricercatori perseguono è lo scoprire la possibilità che nel caos molecolare si celino sostanze anticancerogene.
In fondo sappiamo che la natura è un armadietto di medicinale vivente.
Per questo i cosiddetti “bioprospettori”setacciano l’universo, tutt’ora abbastanza sconosciuto, sotto la superficie dell’acqua.
I mari hanno attirato l’attenzione dell’industria farmaceutica e si può dire impossibile contare quante si avvalgono di istituti di ricerca oceanografica, trasferendovi somme enormi di denaro.
annali
annali
Senior
Senior

Messaggi : 9648
Data d'iscrizione : 06.06.13
Località : laghi

Torna in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Torna in alto


Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum