VA, PENSIERO – NABUCCO - GIUSEPPE VERDI

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

VA, PENSIERO – NABUCCO - GIUSEPPE VERDI Empty Re: VA, PENSIERO – NABUCCO - GIUSEPPE VERDI

Messaggio  Azzurra


Annali, preferisco accussi I love you

Azzurra
Senior
Senior

Messaggi : 4975
Data d'iscrizione : 01.07.13

Torna in alto Andare in basso

VA, PENSIERO – NABUCCO - GIUSEPPE VERDI Empty Re: VA, PENSIERO – NABUCCO - GIUSEPPE VERDI

Messaggio  Azzurra

annali ha scritto:
 
 

È uno dei brani più celebri di tutta la produzione di Verdi, nel cui coro il popolo ebraico, in catene, piange la patria perduta.
La sua genesi è legata a un aneddoto che si deve a una lettera dello stesso Verdi.
Il musicista si trovava a Milano, in un momento difficile della sua vita e della sua carriera (aveva da poco perso la moglie) quando ricevette dal suo impresario un libretto sul re babilonese Nabucodonosor.
Aprì una pagina a caso e vi lesse i versi di “Va, pensiero”, del librettista Temistocle Solera e ne rimase quasi fulminato.
Fu colto da tale impeto creativo che in breve lo portò a terminare l’intera opera.
Il brano, trascinante e dolente al tempo stesso, rimane il momento più alto di Nabucco.



 

 ...e la gente di Milano, ne fece un inno di LIBERAZIONE DALL'INVASORE: W VERDI (vittorio emanuele re d italia). Bellissimo il Nabucco e sempre attuale_

Azzurra
Senior
Senior

Messaggi : 4975
Data d'iscrizione : 01.07.13

Torna in alto Andare in basso

VA, PENSIERO – NABUCCO - GIUSEPPE VERDI Empty VA, PENSIERO – NABUCCO - GIUSEPPE VERDI

Messaggio  annali


 
 

È uno dei brani più celebri di tutta la produzione di Verdi, nel cui coro il popolo ebraico, in catene, piange la patria perduta.
La sua genesi è legata a un aneddoto che si deve a una lettera dello stesso Verdi.
Il musicista si trovava a Milano, in un momento difficile della sua vita e della sua carriera (aveva da poco perso la moglie) quando ricevette dal suo impresario un libretto sul re babilonese Nabucodonosor.
Aprì una pagina a caso e vi lesse i versi di “Va, pensiero”, del librettista Temistocle Solera e ne rimase quasi fulminato.
Fu colto da tale impeto creativo che in breve lo portò a terminare l’intera opera.
Il brano, trascinante e dolente al tempo stesso, rimane il momento più alto di Nabucco.



 
annali
annali
Senior
Senior

Messaggi : 9362
Data d'iscrizione : 06.06.13
Località : laghi

Torna in alto Andare in basso

VA, PENSIERO – NABUCCO - GIUSEPPE VERDI Empty Re: VA, PENSIERO – NABUCCO - GIUSEPPE VERDI

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Torna in alto


Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum