TITANIC: TRAGEDIA DI UN SECOLO FA

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

 TITANIC: TRAGEDIA DI UN SECOLO FA     Empty TITANIC: TRAGEDIA DI UN SECOLO FA

Messaggio  annali


 
 
14 aprile 1912. La più grande sciagura navale che la mente ricordi.
 
IlTitanic era la seconda di tre enormi imbarcazioni costruite nei cantieri navali  Harland & Wolff di Belfast ed era, oltre  una delle più grandi navi dell’epoca, 269 metri di lunghezza per 28 di larghezza, anche un’imbarcazione di gran lusso, in grado di attirare  viaggiatori di spicco.
Era stata commissionata dalla compagnia navale White Star, con l’intento di conquistare l’egemonia sulle rotte commerciali dell’Atlantico settentrionale.
Nel periodo compreso tra il 1900 e il 1914, entravano ogni anno negli Stati Uniti migliaia d’immigrati provenienti da tutta Europa, con notevole fonte di guadagno per le compagnie di navigazione.
Nave ammiraglia della White Star Line, affondava nel suo primo viaggio, il 14 aprile 1912, al largo delle coste americane dopo aver urtato un iceberg alla deriva.
Il capitano Edward Smith, era consapevole della minaccia rappresentata dagli iceberg nell’Atlantico settentrionale, ma, nonostante le sue provate capacità di navigazione, non poté impedire la collisione con la montagna di ghiaccio galleggiante.
L’impatto danneggiò lo scafo e i compartimenti stagni cominciarono ad allagarsi.
A bordo c’erano 2200 persone tra passeggeri ed equipaggio, ma quando la nave affonda solo 700 si salveranno. La capienza complessiva di scialuppe di salvataggio e canotti gonfiabili era di circa 1170 persone, dunque non sufficienti per tutti e, come se non bastasse, molte delle scialuppe presero il largo non a piena capienza.

Si formulò l’ipotesi che un eccezionale perigeo lunare del 4 gennaio 1912, avvenuto in concomitanza con il plenilunio, potrebbe essere stato la causa della sciagura che coinvolse il Titanic. Il transatlantico della White Star Line affondò a 650 km a sudest delle coste di Terranova, dove, insolitamente per latitudine (42°N) si trovava un numero elevato d’iceberg.
Si propone quale causa del fenomeno l’eccezionale marea che avrebbe disincagliato i grossi iceberg dai ghiacciai costieri della Groenlandia. Sospinti dalla corrente del Labrador, si sarebbero poi arenati nelle acque poco profonde a nordest dell’isola di Terranova e, successivamente, avrebbero raggiunto le acque più meridionali dove avvenne il tragico naufragio.
Colpevole fu dunque l’allineamento Terra-Luna-Sole, e quindi la fase di Luna piena, poiché in quelle condizioni l’orbita lunare, perturbata dal Sole, raggiunge la massima eccentricità, la causa della disgrazia?
Sotto il profilo astronomico potrebbe essere vera la tesi formulata: un plenilunio fatale che avrebbe permesso un’eccezionale marea, tanto da contribuire non solo alla mobilitazione degli iceberg, ma anche alla loro formazione nell’estate precedente.
Possibile, forse probabile... la Luna?
annali
annali
Senior
Senior

Messaggi : 9648
Data d'iscrizione : 06.06.13
Località : laghi

Torna in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Torna in alto


Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum