Ars medica e medicina canonica o classica-

Pagina 1 di 5 1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Ars medica e medicina canonica o classica-

Messaggio  Charade il Lun 27 Nov 2017, 18:34

Re: L'Amore per gli ANIMALI spitfire Oggi alle 16:40 Aec-messaggio num#40381
% Non vedo nessun male nell'astenersi al consumo di carne, nonostante per natura sono stata da sempre un piccolo carnivore... ho vissuto l'alternativa per un periodo abbastanza lungo senza il consumo di carne continuando di consumare pesce, crostacei, frutta di mare, uova e tutto cio' che significa latte ed i suoi derivati... devo dire che non ho sentito nessuna differenza nel mio stato di salute... ah, si.. ci sarebbe qualcosa: in tre anni non ho fatto neanche un'influenza... (sara' stato "colpevole" l'aglio???
Per un umano in età adulta , una dieta vegana senz'altro apporta più benefici che malefici , per un infante il rischio di non svilupparsi correttamente è dalla scienza medico-nutrizionista più che accertato , tanto che i soliti genitori incoscienti falso moderni , rischierebbero anche denunce penali per facsimili gravissimi maltrattamenti su minori -
https://www.vegolosi.it/news/bambina-vegana-ricoverata-a-genova-cosa-e-successo/
avatar
Charade
Senior
Senior

Messaggi : 9213
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 38
Località : Modena/Milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ars medica e medicina canonica o classica-

Messaggio  Charade il Mer 22 Nov 2017, 19:49

... evidentemente c'è un vuoto di normativa ... 
scappo ...  zen
avatar
Charade
Senior
Senior

Messaggi : 9213
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 38
Località : Modena/Milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ars medica e medicina canonica o classica-

Messaggio  Teti il Mer 22 Nov 2017, 19:32

Una domanda: ma non potevi usufruire della stessa pausa anche se non la impiegavi a fumare? Se è un diritto del lavoratore non dovrebbe essere esteso a prescindere da come intende utilizzarlo?
avatar
Teti
Graduate
Graduate

Messaggi : 2076
Data d'iscrizione : 12.07.13

Tornare in alto Andare in basso

Vapori di fuggente vita ...

Messaggio  Charade il Gio 16 Nov 2017, 18:57

Sei giorni di ferie ai dipendenti non fumatori per compensare le pause-sigaretta


Si narra dal lontano oriente , che quei gran stackanovisti di lavoratori del sol levante , noti per essere nati teoricamente con le chiavi inglesi tra le mani , abbiano apportato una novità in campo lavorativo che se verrà imitata qui da noi o nell'intero mondo industrializzato , allora avrà notevoli benefici sia per incentivare la salute , nei soggetti che vorrebbero smettere , sia per i costi comunque sociali derivanti dalle malattie causate dal tabagismo ...

Difatti io ero uno di quegli assatanati dalle "bionde" ( che non è il felino di mrs Celadon ) , seppur con paradossale juicio … Poi come sempre avviene per ogni cosa , la volontà mi ha portato altrove vs lidi più salutistici ... tuttavia soprattutto in ambienti chiusi (laboratorio , ufficio) vederti scomparire ogni ora per interi quarti d'ora le maestranze , per i loro “legittimi” bisogni completi di bevanda caffeinica, mentre tu “dovevi” rimanere lì a remare la barca anche per loro , alla lunga causava malumore e non solo a me – Proposta già calendarizzata e di sicura prossima approvazione
Vedremo cosa succede , altrimenti valuterò il ritorno anch'io ai vapori insalutari , forse elettronici
avatar
Charade
Senior
Senior

Messaggi : 9213
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 38
Località : Modena/Milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ars medica e medicina canonica o classica-

Messaggio  Charade il Lun 06 Nov 2017, 18:57

avatar
Charade
Senior
Senior

Messaggi : 9213
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 38
Località : Modena/Milano

Tornare in alto Andare in basso

Cavolate o agliate???

Messaggio  annali il Lun 06 Nov 2017, 14:49

A. Proposito dell'aglio... Quand'è caro esimio Ch, che risolvi la questione di levare la "lenzuolata" su tal bulbo chiamato Allium Sativum, da "sperem", dove centra là, come i cavoli a merenda???
Sarà pur medicinale, ma pesantuccio da assimilare in pagina di saluti baci ciccicocò e capitan cocoricò... scratch
Hai fatto finta di stare tra le nuvole,Neh???  oppure di non sapere leggere? study
Come dice M.lle Tara, fai lo gnorri "quannu ti pari a tia"   farao  Laughing Laughing Laughing
avatar
annali
Senior
Senior

Messaggi : 7086
Data d'iscrizione : 06.06.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ars medica e medicina canonica o classica-

Messaggio  spitfire il Lun 30 Ott 2017, 20:37

Buona sera e ben ritrovati,
sperando che la febbre  pre-annunciata e molto sofferta ...(prova, la lunga assenza "riparatoria"...) sia passata, 
aggiunggo che la medicina popolare dava ottimi risultati, percio' a parte l'estetica, trattandosi della salute propria, non si dovrebbero fare tante storie...sull'aglio, o altre cose...

ne avrei un altro rimedio, naturale ma non mi permetto di svelarlo ... da noi si chiama " l'aspirina del povero"...  Embarassed  

Salute e tanta, senza atciu! Wink
avatar
spitfire

Messaggi : 160
Data d'iscrizione : 03.09.17

Tornare in alto Andare in basso

cocchi di mamma ...

Messaggio  Charade il Lun 30 Ott 2017, 19:36

Come dicevo innanzi , con questo tempo malandrino (Ottobre "caldo" e secco) , mai fare lo splendido splendente , soprattutto al mattino , magari cercando di evitare colleghi untori che han a che fare con bambini d'asilo sempre impestati di bacilli come lapilli ... 

La febbre oggigiorno può durare il tempo di un'aspirina o di una tachipirina 

Quindi la pagliata d'aglio val bene se ci si trova fuori dal mondo o da farmacie vicine ...
Ovviamente si si è dato o non dato (etciuuu cyclops ) nulla incide con la causa primaria , poiché bisogna ricordarsi che la febbre è solo un sintomo di qualcos'altro ( si alza la temperatura basale , poiché è un sistema difensivo contro i bacilli ) Quindi addirittura in teoria andrebbe anche evitata la sua forzata ribassata ... 
avatar
Charade
Senior
Senior

Messaggi : 9213
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 38
Località : Modena/Milano

Tornare in alto Andare in basso

nobel , ma quanto bel ...

Messaggio  Charade il Mar 03 Ott 2017, 18:57

Finalmente il sciur Nobel per la Medicina dell'anno di dis-grazia 2017 è stato assegnato !

I fortunati siori che si divideranno ahii loro la modica cifretta di quasi one million of lalleri , saranno pur felici e noi con loro per aver scoperto il tafferuglio molecolare che gestisce il ritmo circadiano, (orologio biologico) .
Questa notizia viaggiava già da parecchi anni e come al solito accanto alla medicina ufficiale , sfiorivano tutta una serie di millantatori che su questo concetto ci hanno costruito le loro fortune truffaldine ... 

I fautori che si spera mettano tutti questi malfattori in cantina sarebbero Hall, Rosbash e Young , ovvero 3 americani che ovviamente hanno fondi di ricerca che noi non abbiamo - Della serie lilleri chiamano lalleri . 


Da oggi ci si curerà seguendo anche queste contro-indicazioni -  Rolling Eyes
avatar
Charade
Senior
Senior

Messaggi : 9213
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 38
Località : Modena/Milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ars medica e medicina canonica o classica-

Messaggio  Teti il Mer 21 Giu 2017, 19:23

Eh sì, purtroppo capita quando si lavora in "comunità"....io,quando posso apro tutte le porte e l'aria condizionata di chi ne fa uso si miscela con la mia ( che mi ostino a tenere le finestre aperte),e quando non posso ( leggi "mi" strillano da tutte le parti) chiudo le loro e mando tutti alle ortiche.
Meno male che l'estate dura poco!!! clown
avatar
Teti
Graduate
Graduate

Messaggi : 2076
Data d'iscrizione : 12.07.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ars medica e medicina canonica o classica-

Messaggio  Charade il Mer 21 Giu 2017, 19:11

Re: *** Sperem *** 12th sezione _ Teti Oggi alle 18:57 Aec-messaggio num#38186
Ciao!
Sarà anche vero che mal comune sia mezzo gaudio...ma mi consola poco sapere che Caronte imperi su tutto lo stivale!
Non so voi ma io riesco a combinare qualcosa grosso modo fino alle 15, poi vado in panne ( non è il plurale di panna eh!) e buonanotte al secchio.
E , a rigor di logica, non mi dovrei lamentare...e chi poveretto lavora sulle strade, chi sui tetti, chi dentro gli scafi,mica c'hanno il condizionatore e non lo usano come la sottoscritta....ebbene,non mi lamento,stramazzo al suolo e basta!

Però anche chi sopravvive col condizionamento (della nostra civil vita) potrebbe avere le sue grane al contrario , paradossalmente di questi tempi c'è chi ( il sottoscritto ad esempio) vien inseguito da improbabili raffreddori e mal di gola abissali ... in attesa appunto di un Caronte che è lì che ti vorrebbe far da menagramo ... Ieri l'altro un mio collega ha battuto il record degli starnuti semplicemente passando da stanza ghiacciata a corridoio bollente e viceversa ... e grazie al ciel che non vi son pollini , altrimenti il supposto Caronte carogna l'avrebbe traghettato volentieri - 
avatar
Charade
Senior
Senior

Messaggi : 9213
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 38
Località : Modena/Milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ars medica e medicina canonica o classica-

Messaggio  Charade il Mer 31 Mag 2017, 19:14

Re: *** Sperem *** 12th sezione _ Azzurra Oggi alle 13:37 Aec-messaggio num#37965
%... E che vita gramaaa. Io ho smesso ma mica mi danno fastidio i fumatori educati, anzi li invidio sempre
Invidiati ed imitati quando ero regazzino , ma adesso che sono più grandino , contento di essere subito uscito da questa problematica insalutare scelta , fin da un primo mattino... 

..sarà... ma non x me, nel senso che capisco ..il piacere che si prova a tutte le ore, con qualsiasi tempo e si é tutti più buoni e tolleranti.
E' questione di civiltà e buonsenso … quindi più che di tolleranza reciproca , occorre parlare di priorità sanitaria specifica , ovvero vale sempre la regola che invadere lo spazio-aria comune , non rende nessuna persona dai danni del fumo immune -

Della mentalità controvertente dei cultori tabagisti , quel che più fa specie , non è la possente chimica dell'assuefazione , quanto la mancanza di volontà nel porre risoluzione … Tra cerotti ( di nicotina)

e prodotti specifici ( sigarette elettroniche )



tali problemi sono volendo del tutto risolvibili , pensando soprattutto alle prospettive di vita che vengono a breve , medio e lungo termine , nettamente migliorate - 

avatar
Charade
Senior
Senior

Messaggi : 9213
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 38
Località : Modena/Milano

Tornare in alto Andare in basso

malattie oncologiche ex-lege ?

Messaggio  Charade il Ven 05 Mag 2017, 19:31

Sempre in tema di balzane valutazioni giuridiche , un tomo , signor giudice d'Ivrea , si è inventato recentemente che l'annosa questione del cell-phone , le cui emissioni fanno male , sia a quanto suo pare risolta "ex-lege" , e non secondo una regolare valutazione scientifica , l'unica che potrebbe per procedura e metodo definire i termini del problema -

Ora che fino ad oggi , tali ricerche non si siano volute fare in maniera rigorosa e senza il sospetto , sempre presente del conflitto d'interesse , dimostra soltanto che non si può propendere ne per una convinzione ne per l'altra …
Quindi a maggior ragione in caso d'incertezza sarebbe giusto dubitare in favore del caso peggiore -
avatar
Charade
Senior
Senior

Messaggi : 9213
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 38
Località : Modena/Milano

Tornare in alto Andare in basso

once or twice or ... upon a time...

Messaggio  Charade il Gio 06 Apr 2017, 19:32

... C'era una volta di tante o poche volte , un povero Cristo od una povera Maria che abbia avuto bisogno di assistenza medica … e qui cominciano le croci come in qualsiasi ambito dove la fa da padrona non la razional scelta conseguente , ma la pletorica scelta solo discorsiva … ossia di quella discorsività vuota fasulla ed ingannante , tipica di ogni mestiere di “parola” ( forensi, politici e bla bla di genere )…

Tutto parte da un'impegnativa medica ( la vecchia “ricetta” ) , nuovo nome usato perché fa più radical chic cambiar il nome alle cose – Già ottenere issa in maniera congruente e con formulazione corretta può essere un arrivo od un miraggio …

Ma quando l'hai ottenuta alla fine ti accorgi che non è il traguardo desiderato ma un un nuovo calvarizzante inizio adottato, ovvero la sequenza infinita o indefinita delle priorità o delle date di accettazione o delle cavillose prenotazioni che : non sai come fare , non sai a chi domandare , non puoi evitare -

La PA ( pubblica amministrazione ) si è messa in testa ( ma non si sa di quale testa ) ahilei ed ahinoi , di dover poi usare la rete , per poter sveltire o velocizzare le burocratiche incombenze o almeno così promette … Invece spesso ci si trova immersi in un labirinto fangoso e sabbiamobilizzante , che non solo farebbe impallidire anche quello del minotauro , ma renderebbe facili quest'ultime come un gioco adatto per bimbi inferiori a 3 anni …

della serie : le malattie sanitarie – Segue %
avatar
Charade
Senior
Senior

Messaggi : 9213
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 38
Località : Modena/Milano

Tornare in alto Andare in basso

un'immagine che non potrem vedere più...

Messaggio  Charade il Mer 01 Mar 2017, 19:10

... 

Si narra che una delle poche caste (i medici) che avevano una responsabilità civile e penale per il loro eventuale mal-operato , capita l'antifona , hanno caricato sull'intero gobbo sociale i loro sempre possibili errori , con tutta una serie di inutili manovre accessorie , chiamantesi prudenze di mestiere , per evitare di essere additati … Risultato da tempo : mille-mila miliardi di passivo per esami ridondanti ed inutili , sennonché ulteriormente dannosi …

Soluzione ?
Niente , qualche avvinazzato governante non c'arriva!... Anche qui la brezza è peggiore del ciuco (a re.hum , no, non è ne brezza ne ciuco , ma ci siam capiti ) …

Se da oggi capitasse che qualche allegro chirurgo , compisse uno scempio a qualcheduno sfortunato/a , ebbene spostiamo il problema , ovvero se giusto come giusto che l'onore dell'accusa va a carico di chi offende , quel che invece non appare giusto o chiaro sarebbe il chi veramente offenda –

E su questa certosina confusione , spostata dal campo medico a quello giudiziale, che si giocheran le battaglie prossime venture … ed a pagar doppiamente saran sempre i poveracci . mai di sicuro i ricchi furbastri--- 
avatar
Charade
Senior
Senior

Messaggi : 9213
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 38
Località : Modena/Milano

Tornare in alto Andare in basso

alterne : Fisiche teorie per logiche allegorie...

Messaggio  Charade il Gio 02 Feb 2017, 19:07

dalla natura i rimedi per la salute Azzurra Oggi a 11:21 Aec-messaggio num#36788
% radicali liberi(che non ho mai capito bene che cosa siano) e sulle molecole che, reagendo con le proteine, i grassi ed acidi nucleici, attiverebbero dei cambiamenti che potrebbero portare a malattie cardiache e cancro, Alzheimer e.. penso basti. Quindi chi vuole, ne faccia uso. A me fa male: mi irrita le mucose. Ma io sò strana  


sottotitolo : la chimica del domino :
Supponete di avere un gioco di domino o di costruzioni lego tra le mani … 


Finché avete da attaccar pezzi , allora il gioco va avanti altrimenti si blocca – In codesta semplicistica regola potrete intuire il grande gioco della chimica della vita biologica , ovvero un grande e complesso gioco di costruzioni dove il terminale iesimo di gioco (radicale) essendo libero si attacca o richiama un altro terminale non raggiungendo mai una sorta d'equilibrio … Se lo raggiunge , allora si blocca , se non lo raggiunge allora prosegue a catena indefinita o incontrollata - 

avatar
Charade
Senior
Senior

Messaggi : 9213
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 38
Località : Modena/Milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ars medica e medicina canonica o classica-

Messaggio  Charade il Ven 16 Dic 2016, 18:57

Re: Ars medica e medicina canonica o classica- Azzurra Ieri a 22:04 Aec-messaggio num#36426
Caspita, sei informato anche in immunopatologia?
Mi meraviglio della tua meraviglia … oggigiorno (come ierinotte Smile ) , con la rivoluzione internettiana della conoscenza distribuita , chi vuole e chi ha già una buona base generale , si informa di tutto e di più … Sapere tutto è umanamente impossibile (e non voler sapere niente è scioccamente animale ) a ciò o per ciò deputiamo appunto gli elaboratori informatici -



Le specializzazioni scientifiche seppur non rispondano a tutto , perlomeno perseguono di dare una comprensibilità di ciò che si osserva ( metodo scientifico) , al contrario viceversa , tutto ciò che non è scienza , persegue solo l'azzardosa irrazionalità , che tanto ti può andar bene come tanto ti può andar male -

Nell'ambito delle specializzazioni , ci sono linee generali , quali la medicina o l'ingegneria , materie già di loro vaste e sterminate , senza poi considerare le tipiche relazioni tra loro (interdisciplinarità) …

Solo se si sono avute esperienze universitarie , si può comprendere l'universalità della conoscenza … Difatti negli ambienti siffatti , spesso si dice che se la “matura” (maturità) , la superi mediamente in 5 anni , con un esame (tesi oral-scritta) , la generica laurea la superi mediamente in 4%6 anni , ma come se fossero 30 esami di maturità !

Si comprende quindi come un ingegnere , dottore in informatica , pur non essendo un chirurgo o un genetista , debba perlomeno conoscere elementi medici quali l'anatomia e i codici chimici e funzionali delle doppie eliche … tanto per fare esempi ... e/o viceversa -



Pero' che brutto vetrino hai scelto, fra i peggiori.
Tu pensa come ci vedano ( sempre che lo possano fare) i criature , all'interno del non estetico vetrino , sempre secondo i nostri umani giudizi …

Io resto dell'idea che solo nella affievolita forza dell'equilibrio della ns mente origina il caos biologico.
Di certo , la mente ed il suo derivato pensiero , rappresenta : il culmine , il senso e lo scopo del ns esistere , tuttavia nel turbinio dell'espressioni genetiche a lui e da lui asservite ( gli organi ed il corpo) , ci sono infiniti elementi che fuoriescono dal nostro cosciente controllo - 
avatar
Charade
Senior
Senior

Messaggi : 9213
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 38
Località : Modena/Milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ars medica e medicina canonica o classica-

Messaggio  Azzurra il Gio 15 Dic 2016, 22:04

Caspita, sei informato anche in immunopatologia?
Pero' che brutto vetrino hai scelto, fra i peggiori.
Io resto dell'idea che solo nella affievolita forza dell'equilibrio della ns mente origina il caos biologico.

Azzurra
Senior
Senior

Messaggi : 4385
Data d'iscrizione : 01.07.13
Località : Milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ars medica e medicina canonica o classica-

Messaggio  Charade il Gio 15 Dic 2016, 19:12

La biologica vita , così come è stata osservata è un mischione pazzesco di sub-organismi o simil tali , dove basta un nonnulla per creare "malfunzionamenti" ... dire , credere od imputare ad una sola causa il perché di questi difetti è un po' azzardoso anche se non del tutto falso ... 
avatar
Charade
Senior
Senior

Messaggi : 9213
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 38
Località : Modena/Milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ars medica e medicina canonica o classica-

Messaggio  Azzurra il Mer 14 Dic 2016, 19:12

Che mistero le malattie autoimmuni che ancora non si comprendono o non si riconosce la causa scatenante.
Una sorta di autodistruzione di un organismo e sono convinta che a scatenare gli auto anticorpi contro se stessi, c'entri molto ma molto la ns mente.

Azzurra
Senior
Senior

Messaggi : 4385
Data d'iscrizione : 01.07.13
Località : Milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ars medica e medicina canonica o classica-

Messaggio  Charade il Mer 23 Nov 2016, 18:55

il giuramento di Ippocrate Azzurra Oggi a 13:35 Aec-messaggio num#36237
Il giuramento di Ippocrate - Testo Moderno %
.
.
.
NB - testo che, seppure moderno é ormai sorpassato, soprattutto per quanto riguarda l'eutanasia.
L'eutanasia come l'aborto fa a botte con la morale religiosa , cosa che un medico , dovendo mantenersi neutrale , dovrebbe lasciar fuori dalla sua testa – D'altronde la matrigna natura o chi ne ha predisposta regola , nei casi disperati , non facendosi tutti questi scrupoli morali, insegna tutt'altro -

questo é il testo attuale dei nuovi medici che ahimé manco uno ho trovato lo rispetti pienamente anche se ligio ed eligio alla sua professione e verso i propri pazienti.
Si è il solito problema tra la teoria e la pratica , ma che per eventuale alterna ed altera consolazione trovi dappertutto -

Poi io non mi fido in generale di loro, pure se passano il tempo dediti alla medicina e questo é un guaio per me ma questa é un'altra storia.
Bisogna anche capirli ... quando dopo anni di studio e disutile praticantato ,soprattutto nel suolo italico , dove esistono le solite mafiose consorterie baronali , ti trovi per mancanza di scelte o di sbocchi imprenditoriali , a dover prestare servizio in strutture che ti stritolano da ogni punto di vista , con turni improbabili e con responsabilità anche penali , alla fine realizzi le stesse cose che fanno chi lavora nella classica industria , ovvero tanti fantozzi che tirano solo a campà cercando di pararsi le terga il più oculatamente possibile …

Comunque, rifacendomi al processo che si sta facendo a un medico pure fotografo, processo qui, a porte aperte e coinvolgente noi tutti: non ci sta scritto su che il medico, dal momento in cui si accinge a professare, deve castrarsi rabbit o fustigarsi se - dato che é pur sempre Umano!!! -
Tante cose non ci stanno scritte , eppure siamo qui a ragionare sia sul senso vocativo , sia su quello missionario del salvare vite , che in sintesi è quello che traspare o dovrebbe trasparire da ogni tipo di giuramento di tal scopo e di tal fine -

gli viene la voglia di salvaguardare anche la propria salute fisica e mentale, trascorrendo meritato tempo libero come gli garba. Nulla toglie anzi meglio da alla propria professione e ai suoi ammalati, qualsiasi ruolo ricopra: m.della mutua, chirurgo, di p.soccorso o psichiatra.
Il punto cruciale del suddetto processo , non è la libertà di poter usare il proprio tempo libero come gli pare e piace , ma appurare quanto tempo dedica ad un mestiere non giurato sottraendolo a quello giurato … Paradossalmente dicendo , della serie : non glielo ha detto mica il dottore di scegliersi quel mestiere -

Il problema della sanità italica o mondiale è che la gente muore o soffre se non ha i denari , sia per saltare le lunghissime liste d'attesa , sia per mettere a posto gli errori madornali di certe diagnosi del tutto fuori senso – Questi incresciosi problemi ( guadagni e impreparazione ) sono solo dovuti a gente che prende tale professione più come onori di casta che come oneri -

Ho assistito da lontano ad interventi chirurgici e terapeutici oncologici ed ho provato grande ammirazione e comprensione non solo per i pazienti ma anche per chi lavora in quell'ambiente. Se, sempre a contatto con il male e la sofferenza, non "ci si salva" guardando pure il bello e respirando, cioé preservando oltre alla mente lucida pure la sensibilità, altrimenti mettiamo all'opera dei robot programmati esclusivamente x quello scopo. Esseri umani che per lavoro diventano anestetizzati, sono certamente un male comune verso l'annientamento.
Devi considerare che il futuro di questo mestiere segue la stessa ruota degli altri , ossia una automazione sempre più spinta e soprattutto meno invasiva , più basata ad intervenire alla radice ,genoma, più che al suo alterato manifestarsi -
D'altronde la sindrome del medico , così come l'hai descritta (assuefazione) colpisce ogni mestiere – Solo chi si rinnova ed aggiorna continuamente (e da fare in campo medico ci sarebbe molto) , non perde tempo dietro ad hobby di qualsiasi diversa natura da quella studiata , si suppone con entusiasmo e predisposizione caratteriale …
avatar
Charade
Senior
Senior

Messaggi : 9213
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 38
Località : Modena/Milano

Tornare in alto Andare in basso

il giuramento di Ippocrate

Messaggio  Azzurra il Mar 22 Nov 2016, 13:35

Il giuramento di Ippocrate - Testo Moderno 


Consapevole dell'importanza e della solennità dell'atto che compio e dell'impegno che assumo, giuro: . di esercitare la medicina in libertà e indipendenza di giudizio e di comportamento; . di perseguire come scopi esclusivi la difesa della vita, la tutela della salute fisica e psichica dell'Uomo e il sollievo della sofferenza, cui ispirerò con responsabilità e costante impegno scientifico, culturale e sociale, ogni mio atto professionale; . di non compiere mai atti idonei a provocare deliberatamente la morte di un paziente; . di attenermi nella mia attività ai principi etici della solidarietà umana, contro i quali, nel rispetto della vita e della persona, non utilizzerò mai le mie conoscenze; . di prestare la mia opera con diligenza, perizia e prudenza secondo scienza e coscienza e osservando le norme deontologiche che regolano l'esercizio della medicina e quelle giuridiche che non risultino in contrasto con gli scopi della mia professione; . di affidare la mia reputazione esclusivamente alla mia capacità professionale e alle mie doti morali; . di evitare, anche al di fuori dell'esercizio professionale, ogni atto e comportamento che possano ledere il prestigio e la dignità della categoria; . di rispettare i colleghi anche in caso di contrasto di opinioni; . di curare tutti i miei pazienti con eguale scrupolo e impegno indipendentemente dai sentimenti che essi mi ispirano e prescindendo da ogni differenza di razza, religione, nazionalità, condizione sociale e ideologia politica; . di prestare assistenza d'urgenza a qualsiasi infermo che ne abbisogni e di mettermi, in caso di pubblica calamità, a disposizione dell'Autorità competente; . di rispettare e facilitare in ogni caso il diritto del malato alla libera scelta del suo medico, tenuto conto che il rapporto tra medico e paziente è fondato sulla fiducia e in ogni caso sul reciproco rispetto; . di astenermi dall' "accanimento" diagnostico e terapeutico; . di osservare il segreto su tutto ciò che mi è confidato, che vedo o che ho veduto, inteso o intuito nell'esercizio della mia professione o in ragione del mio stato.


 NB - testo che, seppure moderno é ormai sorpassato, soprattutto per quanto riguarda l'eutanasia.


questo é il testo attuale dei nuovi medici che ahimé manco uno ho trovato lo rispetti pienamente anche se ligio ed eligio alla sua professione e verso i propri pazienti.
Poi io non mi fido in generale di loro, pure se passano il tempo dediti alla medicina e questo é un guaio per me e per loro avermi come paziente ma questa é un'altra storia.
Comunque, rifacendomi al "processo" che si sta facendo a un medico pure fotografo.. ahi-lui..,  processo qui, a porte aperte e coinvolgente noi tutti: non ci sta scritto su nel testo che il medico, dal momento in cui si accinge a professare, debba castrarsi  rabbit o fustigarsi se - dato che é pur sempre Umano!!! - gli dovesse venire la voglia di salvaguardare anche la propria salute fisica e mentale, trascorrendo meritato tempo libero come gli garba. Nulla toglie, anzi meglio da alla propria professione e ai suoi ammalati, qualsiasi ruolo ricopra: m.della mutua, chirurgo, di p.soccorso o psichiatra. 
Ho assistito da lontano ad interventi chirurgici e terapeutici oncologici ed ho provato grande ammirazione e comprensione non solo per i pazienti ma anche per chi lavora in quell'ambiente. Se si sta sempre a contatto con il male e la sofferenza, non "ci si salva". Solo guardando pure il bello e ..respirando, cioé preservando oltre alla mente lucida pure la sensibilità naturale (rilassandosi ed evadendo, ricaricandosi) un seguace di ippocrate riuscirà a svolgere bene quel lavoro, altrimenti meglio sarebbe davvero utilizzare dei robot programmati esclusivamente x quello scopo. Esseri umani che per lavoro diventano anestetizzati, sono certamente un male a coinvolgimento comune verso l'annientamento.

Azzurra
Senior
Senior

Messaggi : 4385
Data d'iscrizione : 01.07.13
Località : Milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ars medica e medicina canonica o classica-

Messaggio  Charade il Ven 04 Nov 2016, 19:38

Re: Ars medica e medicina canonica o classica- Tara Oggi a 14:39 Aec-messaggio num#36052
Comincia a considerare tu che il medico non è un robot.
E chi te lo ha detto ?… Siamo tutti/tutte dei robot , anche se alcuni fanno finta di non saperlo -
Nb.,
La questione è vecchia , ma anche questa nella sua sezione , mai risolta … e andiam avanti così , alla via …

È pur vero che la professione del medico è una vocazione è che ha fatto un giuramento solenne .Ma è pur vero che anche il medico deve vivere la sua vita al di fuori dagli ospedali etc.
La famiglia ..gli hobby... fanno parte di questa vita..È se un medico si prende i suoi spazi per dedicarsi a qualche hobby.. non ci trovo nulla male. Quello che conta veramente è che faccia il suo lavoro di medico con coscienza ...che tenga fede al giuramento che ha fatto ...!!
E fin qui non farebbe una piega (forse) … fa invece il piegone se non definiamo prima : di cosa è specialista il tipo , se lavora sotto struttura pubblica oppure da libero professionista , ma soprattutto quanto ad esempio si deve aspettare nelle eventuali liste d'attesa , di quelle che magari son definite salvavita -

Saluti piegati da qui ...  pirat
avatar
Charade
Senior
Senior

Messaggi : 9213
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 38
Località : Modena/Milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ars medica e medicina canonica o classica-

Messaggio  Charade il Ven 04 Nov 2016, 19:11

Re: Ars medica e medicina canonica o classica- zak Oggi a 08:07 Aec-messaggio num#36050
e te sai quanto tempo dedica al lavoro e quanto al suo hobby?
Ohilà , mr Lime ma stiamo continuando a fare i bischeri o i dioscuri?
Sono io che ho fatto la prima domanda , rilanciare con un'altra domanda è un po' come non prendersi la brugo-brighella di rispondere …
Se sai come rispondere e vuoi allora diccelo tu -
Se sai e non vuoi , allora sarebbe utile conoscere almeno i motivi del non volere -
Se non sai , allora concludiamo salomonicamente a metà , indicando appunto che non sapendo nemmeno ciò di cui si parla (!?) è possibile che abbia ragione tu o abbiamo ragione io ed il mio paritario luogotenente , capitano di cordata – Questo è il conseguenzial ragionar di fondo _

ah... se hai rielaborato il mio scatto hai sbagliato, prima si chiede sempre il permesso.
Ma quale rielaborato ; il documento d'origine non è stato modificato; come appena detto si è riportato un particolare evidenziandolo in maniera più chiara e con un formato più nitido - Suvvia , ovvia , ora non c'inventiamo permessi che non esistono , solo per distogliere l'attenzione dalle domande poste , che anche in questo caso vedo pure da te come dall'altra deviate e riposte…


Cioè , che stiamo tutti/tutte qui a fare se non seguiamo mai una conseguente via per quello che si dice ?...
avatar
Charade
Senior
Senior

Messaggi : 9213
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 38
Località : Modena/Milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ars medica e medicina canonica o classica-

Messaggio  Tara il Ven 04 Nov 2016, 14:39

Da Charade il 3/11/2016, 19:42

No, comincia a considerare che la partenza è già errata … io per certo do il fatto che il mestier di medico è una vocazione e come tale dovrebbe avere prevalenza su ogni altra occupazione … Quindi la domanda a cui bisognava fin dall'inizio rispondere era , quanto ad essa ci si dedica a scapito dell'altra ?
Comincia a considerare tu che il medico non è un robot.
È pur vero che la professione del medico è una vocazione è che ha fatto un giuramento solenne .Ma è pur vero che anche il medico deve vivere la sua vita al di fuori dagli ospedali etc.
La famiglia ..gli hobby... fanno parte di questa vita..È se un medico si prende i suoi spazi per dedicarsi a qualche hobby.. non ci trovo nulla male.
Quello che conta veramente è che faccia il suo lavoro di medico con coscienza  ...che tenga fede al giuramentoche ha fatto ...!!
avatar
Tara
Senior
Senior

Messaggi : 5954
Data d'iscrizione : 10.07.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ars medica e medicina canonica o classica-

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 5 1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum