E sarà Natale.

Pagina 2 di 13 Precedente  1, 2, 3, ... 11, 12, 13  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

E sarà Natale. - Pagina 2 Empty Re: E sarà Natale.

Messaggio  Charade

,,, il natale visto con gli occhi di un bambino/bambina ha sempre acceso più di una meraviglia ... 
Per solo difetto di vivida memoria , io non ricordo più la mia di meraviglia , ma sicuro che essa ci sia stata ... così come di sicuro da lì sono nati i pensieri ed i confronti profondamente contrastanti col resto dell'anno negli anni a venire ... La tristezza postuma dell'universo tutto credo che nasca da qui ... 
emobysr
Charade
Charade
Senior
Senior

Messaggi : 14285
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 40
Località : Modena/Milano

Torna in alto Andare in basso

E sarà Natale. - Pagina 2 Empty Re: E sarà Natale.

Messaggio  spitfire

I bambini sono l'essenza della esistenza umana. Trattando male loro, trattiamo male tutti noi.

Sarebbe molto bello un mondo immaginato...qualcuno lo ha anche creato nel suo "piccolo mondo", regalando ai piccoli momenti magici.
 
Quando un bambino ha gli occhi tristi...sia di genitori poveri o ricchi..muore un poco dell'intero Universo.


Sta in ciascuno di noi la chiave della salvezza...perche' bambini lo siamo stati tutti...un po' lo siamo ancora. 
Come lo trovate?


Il mio..si nasconde..


Buona serata di Santo Stefano. A tutti i bambini...un sorriso..un abbraccio..
spitfire
spitfire
initiate
initiate

Messaggi : 673
Data d'iscrizione : 03.09.17

Torna in alto Andare in basso

E sarà Natale. - Pagina 2 Empty Re: E sarà Natale.

Messaggio  Marzia

Marzia
Marzia

Messaggi : 366
Data d'iscrizione : 07.02.19

Torna in alto Andare in basso

E sarà Natale. - Pagina 2 Empty Re: E sarà Natale.

Messaggio  Marzia

Posso dire la mia a riguardo senza voler creare polemiche su un argomento molto delicato
Annalisa ha avuto un pensiero per questi poveri bambini che sono vittime di chi li ha creati...di chi non si accorge di loro..vittime della vita stessa e un bambino avrebbe il diritto di essere amato e non soffrire in quella maniera feste o no....queste sono realtà che noi spesso festeggiando insieme ai nostri cari ignoriamo....
Tara ha tirato fuori invece un altra triste realtà
Comunque ci sono bambini che anche qui da noi non se la passano bene e non vivono nemmeno in un paese dove ci sono le guerre ma non sono semplicemente amati
Condivido in pieno il discorso di Charade
Speriamo che un giorno...forse lontano... l'amore sarà più forte di tutte le cattiverie
E a proposito di questo argomento :
Immagina...!!
Immagina un mondo in cui la pace regna sovrana. Un mondo in cui la violenza lascia il posto all'amore. Un mondo in cui i bambini possono crescere liberi da ogni sopruso.
Immagina un mondo dove il senso del Natale ha motivo d'essere orgoglio per tutti gli uomini.
Immagina...!
(Dal web)





Ultima modifica di Marzia il Gio 26 Dic 2019, 20:44, modificato 2 volte
Marzia
Marzia

Messaggi : 366
Data d'iscrizione : 07.02.19

Torna in alto Andare in basso

E sarà Natale. - Pagina 2 Empty Re: E sarà Natale.

Messaggio  spitfire

I piccoli di ogni dove, siriani o no..sono soltanto vittime. Di tutti quelli che avrebbero una parola da dire sulla loro esistenza.

Una cosa e' certa... per i bambini della foto...ricevere un dono, per quanto piccolo sara' una meraviglia e la ricorderanno per tuta la vita. 
.

Dalle mie parti..alcuni ragazzi che sono venuti a fare gli auguri  con canzoncine tradizionale..("colind" ) hanno snobbato le mele e le mandarance...regalate...trovandole buttate per terra nei dintorni..
.
spitfire
spitfire
initiate
initiate

Messaggi : 673
Data d'iscrizione : 03.09.17

Torna in alto Andare in basso

E sarà Natale. - Pagina 2 Empty Re: E sarà Natale.

Messaggio  Charade

,,,  Evil or Very Mad ... come credete sia possibile parlar di conflitti di altri se mai si riesca a guardar i nostri ?  bounce... 
La favola del natale dove tutti/tutte sono buoni , assomiglia tanto a tante altre favole che si rincorrono nelle scadenze di tutto l'anno ... c'è una sola realtà : 
quei bimbi siriani sono orfani e vittime di guerre , oltre che dei loro stessi genitori , di cui mai si capirà quale sia la loro idea circa la responsabilità mater-paterna di procreare sempre e comunque , ma senza senso - 
E sarà Natale. - Pagina 2 20180615-camper-del-cuore-siria
Charade
Charade
Senior
Senior

Messaggi : 14285
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 40
Località : Modena/Milano

Torna in alto Andare in basso

E sarà Natale. - Pagina 2 Empty Re: E sarà Natale.

Messaggio  annali

Già... lo decreta Giulio Cesare... Razz Razz Razz
annali
annali
Senior
Senior

Messaggi : 9362
Data d'iscrizione : 06.06.13
Località : laghi

Torna in alto Andare in basso

E sarà Natale. - Pagina 2 Empty Re: E sarà Natale.

Messaggio  Tara



Ultima modifica di Tara il Gio 26 Dic 2019, 15:16, modificato 1 volta
Tara
Tara
Senior
Senior

Messaggi : 9922
Data d'iscrizione : 10.07.13

Torna in alto Andare in basso

E sarà Natale. - Pagina 2 Empty Re: E sarà Natale.

Messaggio  annali

Tara ha scritto:Questa foto la vedono anche i potenti ricconi che governano le nazioni...ma non gli frega nulla.
Il povero sempre più povero _e il ricco sempre più ricco. ..così è sempre stato _è   così sarà per sempre.! Almeno fin quanto l'uomo camminerà su  questa terra.

Non sono solo i ricchi e potenti a cui non "frega niente di loro"...
In ogni modo il tuo commento qui è inappropriato: la mia domanda era solo un modo di ricordare (e non dimenticare mai) che questi giorni di forsennate e osannate feste non lo sono per tutti...  
annali
annali
Senior
Senior

Messaggi : 9362
Data d'iscrizione : 06.06.13
Località : laghi

Torna in alto Andare in basso

E sarà Natale. - Pagina 2 Empty Re: E sarà Natale.

Messaggio  Tara

Buon Santo Stefano. 
Auguri a chi porta questo nome...Stefano ...Stefania. 
Auguri! !
Tara
Tara
Senior
Senior

Messaggi : 9922
Data d'iscrizione : 10.07.13

Torna in alto Andare in basso

E sarà Natale. - Pagina 2 Empty Re: E sarà Natale.

Messaggio  Tara



Ultima modifica di Tara il Gio 26 Dic 2019, 15:19, modificato 1 volta
Tara
Tara
Senior
Senior

Messaggi : 9922
Data d'iscrizione : 10.07.13

Torna in alto Andare in basso

E sarà Natale. - Pagina 2 Empty Re: E sarà Natale.

Messaggio  spitfire

Si..

Per loro ci vorrebbe ogni giorno un Natale.
poveri cuoricini..
spitfire
spitfire
initiate
initiate

Messaggi : 673
Data d'iscrizione : 03.09.17

Torna in alto Andare in basso

E sarà Natale. - Pagina 2 Empty Re: E sarà Natale.

Messaggio  annali

Buon Natale anche a loro???


E sarà Natale. - Pagina 2 Bambini
annali
annali
Senior
Senior

Messaggi : 9362
Data d'iscrizione : 06.06.13
Località : laghi

Torna in alto Andare in basso

E sarà Natale. - Pagina 2 Empty Re: E sarà Natale.

Messaggio  spitfire

Buon Natale con un ramoscello di agrifoglio per voi...
E sarà Natale. - Pagina 2 Agrifoglio-con-la-spolverata-della-neve-3393473

e la sua leggenda:

Il pastorello si sveglia all'improvviso. In cielo v'è una luce nuova: una luce mai vista a quell'ora. Il giovane pastore si spaventa, lascia l'ovile, attraversa il bosco: è nel campo aperto, sotto una bellissima volta celeste. Dall'alto giunge il canto soave degli Angeli.

- Tanta pace non può venire che di lassù - pensa il pastorello, e sorride tranquillizzato.
Le pecorine, a sua insaputa, l'hanno seguito e lo guardano stupite.
Ecco sopraggiungere molta gente e tutti, a passi affrettati, si dirigono verso una grotta.
- Dove andate? - chiede il pastorello.
- Non lo sai? - risponde, per tutti, una giovane donna. - È nato il figlio di Dio: è sceso quaggiù per aprirci le porte del Paradiso.
Il pastorello si unisce alla comitiva: anch'egli vuole vedere il Figlio di Dio. A un tratto, si sente turbato: tutti recano un dono, soltanto lui non ha nulla da portare a Gesù. Triste e sconvolto, ritorna alle sue pecore. Non ha nulla; nemmeno un fiore; che cosa si può donare quando si così poveri?


Il ragazzo non sa che il dono più gradito a Gesù è il suo piccolo cuore buono.
Ahi! Tanti spini gli pungono i piedi nudi. Allora il pastorello si ferma, guarda in terra ed esclama meravigliato: - Oh, un arbusto ancor verde!


È una pianta di agrifoglio, dalle foglie lucide e spinose.

Il coro di Angeli sembra avvicinarsi alla terra; c'è tanta festa attorno. Come si può resistere al desiderio di correre dal Santo Bambino anche se non si ha nulla da offrire?
Ebbene, il pastorello andrà alla divina capanna; un ramo d'agrifoglio sarà il suo omaggio.
Eccolo alla grotta. Si avvicina felice e confuso al bambino sorridente che sembra aspettarlo.
Ma che cosa avviene? Le gocce di sangue delle sue mani, ferite dalle spine, si trasformano in rosse palline, che si posano sui verdi rami dell'arbusto che egli ha colto per Gesù.

Al ritorno, un'altra sorpresa attende il pastorello: nel bosco, tra le lucenti foglie dell'agrifoglio, è tutto un rosseggiare di bacche vermiglie.
Da quella notte di mistero, l'agrifoglio viene offerto, in segno di augurio, alle persone care
spitfire
spitfire
initiate
initiate

Messaggi : 673
Data d'iscrizione : 03.09.17

Torna in alto Andare in basso

E sarà Natale. - Pagina 2 Empty Re: E sarà Natale.

Messaggio  Charade

E sarà Natale. - Pagina 2 Natale_a_Scalo_Milano_OutletMore-1200x801

... auguri a tutti i grandi che vorrebbero tornar piccini ed a tutti i piccini che vorrebbero diventar subito grandi !
Charade
Charade
Senior
Senior

Messaggi : 14285
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 40
Località : Modena/Milano

Torna in alto Andare in basso

E sarà Natale. - Pagina 2 Empty Re: E sarà Natale.

Messaggio  Marzia

Marzia
Marzia

Messaggi : 366
Data d'iscrizione : 07.02.19

Torna in alto Andare in basso

E sarà Natale. - Pagina 2 Empty Re: E sarà Natale.

Messaggio  Marzia

Buon Natale a voi tutti (^_^)
Marzia
Marzia

Messaggi : 366
Data d'iscrizione : 07.02.19

Torna in alto Andare in basso

E sarà Natale. - Pagina 2 Empty Re: E sarà Natale.

Messaggio  Marzia

SOGNO DI NATALE
di Luigi Pirandello

Sentivo da un pezzo sul capo inchinato tra le braccia come l'impressione d'una mano lieve, in atto tra di carezza e di protezione. Ma l'anima mia era lontana, errante pei luoghi veduti fin dalla fanciullezza, dei quali mi spirava ancor dentro il sentimento, non tanto però che bastasse al bisogno che provavo di rivivere, fors'anche per un minuto, la vita come immaginavo si dovesse in quel punto svolgere in essi.

Era festa dovunque: in ogni chiesa, in ogni casa: intorno al ceppo, lassù; innanzi a un Presepe, laggiù; noti volti tra ignoti riuniti in lieta cena; eran canti sacri, suoni di zampogne, gridi di fanciulli esultanti, contese di giocatori... E le vie delle città grandi e piccole, dei villaggi, dei borghi alpestri o marini, eran deserte nella rigida notte. E mi pareva di andar frettoloso per quelle vie, da questa casa a quella, per godere della raccolta festa degli altri; mi trattenevo un poco in ognuna, poi auguravo:

- Buon Natale - e sparivo...
Marzia
Marzia

Messaggi : 366
Data d'iscrizione : 07.02.19

Torna in alto Andare in basso

E sarà Natale. - Pagina 2 Empty Re: E sarà Natale.

Messaggio  Tara

E sarà Natale. - Pagina 2 7442be10
Jocati solamente  i soldi c 'hai nella sacchetta ...."Don Sasà,una storia  Natalizia di Andrea Camilleri 
 

Era tradizione, almeno fino alla metà del secolo scorso, che nel periodo tra Natale e l'Epifania ogni sera dopo cena si giocasse a carte. Si giocava dovunque: nei due circoli del paese si giocava d'azzardo e con poste molto alte, mentre le famiglie amiche si riunivano per praticare giochi più tradizionali e meno rischiosi come la tombola o il soporifero sette e mezzo. Faceva eccezione la famiglia Bellavia perché, mentre le signore invitate conversavano in salotto, don Sasà, il capofamiglia, teneva in un'altra stanza il banco del baccarà e lì i mariti giocavano forte. Quando la figlia di don Sasà, Lea, divenne maggiorenne, apportò un'innovazione sostanziale. Cioè a dire, aprì un terzo salone dove i suoi coetanei potessero ballare fino a notte inoltrata.
Fu così che io venni invitato da Lea la sera del 26 dicembre 1943 ad andare a ballare a casa sua. Ci andai, ma dopo un'ora o poco più che stavo a divertirmi con i miei amici mi venne la tentazione di aprire la porta della mitica sala dove don Sasà teneva banco ed entrarvi. Dentro c'erano una trentina di signori: erano tra i più facoltosi commercianti, imprenditori, professionisti del paese. Dopo un po' che assistevo in silenzio al gioco venni tentato irresistibilmente di parteciparvi. Avevo in tasca quasi tutti i miei risparmi, accumulati pazientemente giorno dopo giorno e rimpinguati dai parenti per le feste di Natale, che dovevano servirmi a comprare i libri che più mi interessava leggere.
Allora, nella Sicilia liberata dallo sbarco alleato avvenuto ai primi di luglio dello stesso anno, non circolava la moneta italiana: essa era stata sostituita da banconote stampate dall'amministrazione militare dei territori occupati, che erano chiamate amlire.
Avevano però lo stesso valore della lira. In tasca quella sera avevo per l'appunto mille amlire, una misera somma rispetto alle poste che erano in gioco. Non seppi resistere: cavai fuori dalla tasca duecento amlire e feci la mia puntata. Vinsi, ma ripersi tutto alla puntata seguente. E così, dopo un'altalena durata un'oretta tra vincita e perdita, i miei risparmi presero il volo. Non mi restava altro che ritirarmi in buon ordine e cercare di dimenticare il denaro perduto. Non si era trattato di poco: all'epoca lo stipendio di un impiegato di buona levatura si aggirava attorno alle mille e cinquecento amlire. Senonché, mentre stavo andandomene, don Sasà mi guardò e mi disse: «Se vuoi giocare sulla parola te lo concedo».
Allora mi sembrò una sfida. Avevo in tasca una scatolina di fiammiferi e la puntai sul tavolo dicendo a voce alta: «Vale cinquecento amlire».
Perdetti la puntata. Don Sasà mi guardò negli occhi, cavai fuori il fazzoletto, lo posai sul tavolo e dissi: «Vale mille amlire». Perdetti anche il fazzoletto. A farla breve uscii da quella casa verso le tre del mattino: avevo perso diciottomila amlire, una cifra per me irraggiungibile, che non avrei saputo mai come pagare. Piovigginava, mi avviai verso casa a passo lento, meditando tristemente sulla mia stupidità e su come poter risolvere il problema del debito contratto con don Sasà, perché come noto i debiti di gioco vanno pagati entro le successive ventiquattr'ore. Le strade erano così scarsamente illuminate da essere quasi buie. Durante il percorso che mi avrebbe portato a casa, a un tratto notai nella via assolutamente deserta un'ombra appoggiata contro la saracinesca chiusa di un negozio: probabilmente si riparava dalla pioggia sotto la tettoietta. Ma quando arrivai alla sua altezza vidi un'altra ombra all'angolo, proprio dalla parte opposta della strada, che se ne stava appoggiata a un portone anch'esso chiuso. In un attimo intuii cosa sarebbe accaduto, ma ormai era troppo tardi per mettermi a correre: sarei stato facilmente raggiunto. Fatti due passi, l'uomo che stava davanti al negozio fece un salto, si piantò di fronte a me e intimandomi di stare zitto mi piantò la bocca di un revolver sotto il mento con tanta violenza da costringermi ad alzarmi sulla punta dei piedi. Contemporaneamente anche l'altro era balzato davanti a me e mi aveva accecato tenendomi accesa davanti agli occhi la luce di una potente lampadina tascabile. Ma tutto durò un attimo: l'uomo che mi puntava la pistola mi disse in dialetto:
«Ah! Vossia è? Scusassi».
La luce della torcia si spense, i due uomini si allontanarono, io, con le gambe di legno, cercai di camminare il più dignitosamente possibile verso casa, ma appena girai l'angolo, fuori dalla loro vista, mi misi a correre verso il portone, lo aprii il più velocemente possibile, salii le scale, mi precipitai dentro l'appartamento, andai sparato in bagno e lì, per la paura, vomitai anche gli occhi. Trascorsi una notte infame.
L'indomani mattina alle nove, raccolti i resti dei miei risparmi, che ammontavano a centocinquanta miserabili amlire, andai al caffè Castiglione, dove c'era il posto pubblico telefonico, e chiamai la mia amica Elena, che abitava ad Agrigento ed era una ragazza molto ricca. Le raccontai la mia situazione e lei non ebbe esitazioni: «Stamattina vado in banca, ritiro quello che ti occorre e nel primo pomeriggio te li mando con mio fratello Giovanni».
Rinfrancato, ordinai un caffè e mi appoggiai con i gomiti al banco, la testa tra le mani. In quel preciso momento qualcuno mi si affiancò.
«Buongiorno» mi disse.
Io mi voltai a guardarlo: era uno scaricatore del porto che conoscevo bene, perché suo figlio era stato mio compagno alle elementari. L'uomo continuava a fissarmi sorridendo, allora per me fu naturale chiedergli: «Perché sorridi?».
Avvicinò la sua testa alla mia, sussurrò: «Stanotte vossia mi fici perdere la nottata. Me lo voli pagare almeno un caffè?».
Dunque quell'uomo era uno dei due assalitori della notte precedente.
«Volentieri te lo pago» gli dissi.
Ci bevemmo il caffè sorridendoci, poi ci stringemmo la mano e ce ne andammo. Nel pomeriggio, alle quattro, arrivò Giovanni con la sua motocicletta. Elena era stata di parola: dentro una grossa busta c'erano diciottomila amlire in contanti. Col denaro in tasca mi diressi verso lo scagno di don Sasà, che era al centro del corso. Don Sasà era il più grosso esportatore di mandorle e cereali del mio paese; per accedere nel suo ufficio bisognava scendere due gradini. Dalla porta mi accorsi che don Sasà era solo, seduto alla sua scrivania, stava facendo dei conti.
«C'è permesso?»
«Ah! Tu sei? Viene avanti Nené!»
Restai in piedi davanti al tavolo.
«Che vuoi?»
«Vengo a pagare il mio debito» dissi estraendo la busta dalla tasca e posandogliela davanti. Don Sasà non la toccò nemmeno.
«Aprila e contali.»
Feci come lui mi aveva ordinato. Alla fine della conta si spostò leggermente all'indietro con tutta la sedia, aprì il cassetto centrale della scrivania e, allungando il braccio, vi fece cadere dentro le banconote e la busta. Richiuse il cassetto, mi guardò fisso negli occhi, mi porse la mano.
«Arrivederci» dissi io.
Voltai le spalle e mi diressi verso la porta. Ma, appena ebbi finito di salire i due gradini, mi sentii richiamare.
«Nené!»
Mi fermai, mi voltai.
«Che c'è?»
«Torna accà!»
Ridiscesi i gradini, mi fece segno di avvicinarmi alla sua scrivania. Aprì il cassetto e mi disse indicandomeli: «Ripiglia i tuoi soldi».
Io esitai. «Perché?»
E lui, sempre guardandomi fisso: «Perché io non posso accettare i denari di un picciotteddro come sei tu. Non discutere».
E infatti con don Sasà non si poteva discutere. Era un cinquantino tracagnotto dai grossi baffi neri, dal volto duro, di scarsa parola; non era un mafioso, ma era un uomo rispettato. Io ricordo di averlo visto girare sempre armato. E così non discussi, mi ripresi il denaro, lo rimisi nella busta, gli dissi: «Grazie», e feci per andarmene.
Lui mi fermò ancora una volta, e mi fece: «T'avverto per il futuro: ti capitasse ancora di voler giocare, caro Nené, jocati solamente i soldi che hai nella sacchetta. Pirchì abbisogna sempre stendiri lu pedi fino a quando il lenzolo teni».
Tara
Tara
Senior
Senior

Messaggi : 9922
Data d'iscrizione : 10.07.13

Torna in alto Andare in basso

E sarà Natale. - Pagina 2 Empty Buon Natale .☆☆☆☆☆☆☆☆☆☆☆▪

Messaggio  Tara

E sarà Natale. - Pagina 2 12a5f310
Annali🎄
Azzurra🎄
Celadon 🎄
Marzia🎄
Stella🎄
Rocco.🎄
Zak🎄
Charade.🎄
Gotham 🎄
Buon Natale a tutti !!!! Auguri picciotte/i ..tanta serenità  a voi.
Tara
Tara
Senior
Senior

Messaggi : 9922
Data d'iscrizione : 10.07.13

Torna in alto Andare in basso

E sarà Natale. - Pagina 2 Empty Re: E sarà Natale.

Messaggio  Charade

,,, ammesso che esistano questi posti 
E sarà Natale. - Pagina 2 St-nat10

Così artatamente confezionati , direi che ci sta , una volta all'anno , "subire" le atmosfere natalizie con tutto il loro bagaglio completo di cose buone o cose ritenute indigeribili ... d'altronde il fatto che duri qualche settimana , ne rende "sopportabile" tutta la pazziella - poi quando passerà la vecchina scopa munita si tireranno i bilanci ...
Charade
Charade
Senior
Senior

Messaggi : 14285
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 40
Località : Modena/Milano

Torna in alto Andare in basso

E sarà Natale. - Pagina 2 Empty Re: E sarà Natale.

Messaggio  Tara

Tara
Tara
Senior
Senior

Messaggi : 9922
Data d'iscrizione : 10.07.13

Torna in alto Andare in basso

E sarà Natale. - Pagina 2 Empty Natale in stile nordico ...

Messaggio  Charade

Ovviamente per chi non avesse avuto tempo , ma vuoi che i fioristi di zona , non facciano anche questo servizio 


D'altronde se si sono inventate le 13ime , un motivo ci sarà ...  rendeer santa
Charade
Charade
Senior
Senior

Messaggi : 14285
Data d'iscrizione : 31.07.13
Età : 40
Località : Modena/Milano

Torna in alto Andare in basso

E sarà Natale. - Pagina 2 Empty Trinacria ☆

Messaggio  Tara

Tara
Tara
Senior
Senior

Messaggi : 9922
Data d'iscrizione : 10.07.13

Torna in alto Andare in basso

E sarà Natale. - Pagina 2 Empty E sarà Natale ..

Messaggio  Tara

Tara
Tara
Senior
Senior

Messaggi : 9922
Data d'iscrizione : 10.07.13

Torna in alto Andare in basso

E sarà Natale. - Pagina 2 Empty Re: E sarà Natale.

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 2 di 13 Precedente  1, 2, 3, ... 11, 12, 13  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Torna in alto


Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum