Poesia quale testimonianza della condizione esistenziale

Pagina 5 di 6 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Poesia quale testimonianza della condizione esistenziale

Messaggio  Mr Fehér il Mer 31 Lug 2013, 13:20

Da viaggi e miraggi nell'FF&D : fata Morgana … illusion is life


Ovvero , una chiave di lettura , sulla questione posta da Amy Lee , circa il perchè , paradossalmente lei voglia non raggiungere ciò che cerca ("I'm going to let it go" ) … 

Come poter evitare gli aridi cammini abitando questo seccante deserto ?...
Ma ecco che dal lontano divenire apparve ai miei iridei sensori ,
una sfavillante e fugace OASI
La mia mente e il mio cuore ad essa si indirizzarono …


Tristi presentimenti di Allucinate speranze
Mesti timori di allucinanti inganni
Dolci visioni di fonti sgorganti
Piacevoli parvenze di frutti rinfrescanti …


Come vorrei non arrivarci mai …

avatar
Mr Fehér
Admin
Admin

Messaggi : 2845
Data d'iscrizione : 22.11.12
Località : No space / no time

http://j-pheonix.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

./. in attesa che tu prosegua..

Messaggio  Azzurra il Mer 31 Lug 2013, 10:44

..molto interessante e da approfondire..

nell'attesa, metto qui un brano dei TRISKELL che, correggetemi se sbaglio, sono un famoso gruppo di musica celtica 
 

Azzurra
Senior
Senior

Messaggi : 4785
Data d'iscrizione : 01.07.13
Località : Milano

Torna in alto Andare in basso

Re: Poesia quale testimonianza della condizione esistenziale

Messaggio  Mr Fehér il Mer 31 Lug 2013, 00:05

In un luna park della provincia bolognese , un giorno trovai fuori da una “tenda” un simbolo simile a questo :   




e un altro simile a quest'altro : 





Mentre il primo era un simbolo (jin e jan) ben da me conosciuto come un concetto fondato sul numero due …
o sulla dicotomia duale tipo pari / dispari , bianco / nero , etc

L'altro (Triskele ) , in seguito seppi  , era un simbolo misterico che si fondava sul numero tre , uno jin e jan avanzato che fondava il suo equilibrio non "sull'altro"  , ma sugli "altri" , come  ognuno poteva reinterpretare come voleva …  

%.... to be cont. ...( ho sonno e per adesso lascio e svilupperò in seguito ... sorry)   
avatar
Mr Fehér
Admin
Admin

Messaggi : 2845
Data d'iscrizione : 22.11.12
Località : No space / no time

http://j-pheonix.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

Re: Poesia quale testimonianza della condizione esistenziale

Messaggio  Azzurra il Mar 30 Lug 2013, 14:50


Azzurra
Senior
Senior

Messaggi : 4785
Data d'iscrizione : 01.07.13
Località : Milano

Torna in alto Andare in basso

Re: Poesia quale testimonianza della condizione esistenziale

Messaggio  Yellow il Gio 25 Lug 2013, 01:26


Yellow

Messaggi : 349
Data d'iscrizione : 11.07.13

Torna in alto Andare in basso

Giordano Bruno martire del Libero Pensiero

Messaggio  Azzurra il Gio 25 Lug 2013, 00:45

Se la farfalla al suo splendor ameno 
vola, non sa ch'è fiamma al fin discara; 
se, quand'il cervio per sete vien meno, 
al rio va, non sa della freccia amara; 

s'il lioncorno corre al casto seno, 
non vede il laccio che se gli prepara. 
I' al lume, al fonte, al grembo del mio bene, 
veggio le fiamme, i strali e le catene. 

S'è dolce il mio languire, 
perché quell'alta face sì m'appaga, 
perché l'arco divin sì dolce impiaga, 

perché in quel nodo è avvolto il mio desire, 
mi fien eterni impacci 
fiamme al cor, strali al petto, a l'alma lacci. 

Azzurra
Senior
Senior

Messaggi : 4785
Data d'iscrizione : 01.07.13
Località : Milano

Torna in alto Andare in basso

Re: Poesia quale testimonianza della condizione esistenziale

Messaggio  Azzurra il Lun 22 Lug 2013, 21:16

carmenka ha scritto:
Azzurra ha scritto:Son forse un poeta? 

No certo. 

Non scrive che una parola,ben strana, 

la penna dell'anima mia: 

"follia" 

Son dunque un pittore? 

Neanche. 

Non ha che un colore 

la tavolozza dell'anima mia: 

"malinconia" 

Un musico, allora? 

Nemmeno. 

Non c'è che una nota 

nella tastiera dell'anima mia: 

"nostalgia" 

Son dunque..........che cosa? 

Io metto una lente 

davanti al mio cuore 

per farlo vedere alla gente. 

Chi sono? 

Il saltimbanco dell'anima mia. 


A. Palazzeschi

 bella...

 bella si, tanto. Peccato sia stata "usata" non bene.

Azzurra
Senior
Senior

Messaggi : 4785
Data d'iscrizione : 01.07.13
Località : Milano

Torna in alto Andare in basso

Re: Poesia quale testimonianza della condizione esistenziale

Messaggio  carmenka il Lun 22 Lug 2013, 18:23

Azzurra ha scritto:Son forse un poeta? 

No certo. 

Non scrive che una parola,ben strana, 

la penna dell'anima mia: 

"follia" 

Son dunque un pittore? 

Neanche. 

Non ha che un colore 

la tavolozza dell'anima mia: 

"malinconia" 

Un musico, allora? 

Nemmeno. 

Non c'è che una nota 

nella tastiera dell'anima mia: 

"nostalgia" 

Son dunque..........che cosa? 

Io metto una lente 

davanti al mio cuore 

per farlo vedere alla gente. 

Chi sono? 

Il saltimbanco dell'anima mia. 


A. Palazzeschi

 bella...
avatar
carmenka

Messaggi : 205
Data d'iscrizione : 18.07.13
Età : 49
Località : cava dei tirreni

Torna in alto Andare in basso

Re: Poesia quale testimonianza della condizione esistenziale

Messaggio  Azzurra il Lun 22 Lug 2013, 17:55

Son forse un poeta? 

No certo. 

Non scrive che una parola,ben strana, 

la penna dell'anima mia: 

"follia" 

Son dunque un pittore? 

Neanche. 

Non ha che un colore 

la tavolozza dell'anima mia: 

"malinconia" 

Un musico, allora? 

Nemmeno. 

Non c'è che una nota 

nella tastiera dell'anima mia: 

"nostalgia" 

Son dunque..........che cosa? 

Io metto una lente 

davanti al mio cuore 

per farlo vedere alla gente. 

Chi sono? 

Il saltimbanco dell'anima mia. 


A. Palazzeschi

Azzurra
Senior
Senior

Messaggi : 4785
Data d'iscrizione : 01.07.13
Località : Milano

Torna in alto Andare in basso

Re: Poesia quale testimonianza della condizione esistenziale

Messaggio  Azzurra il Lun 22 Lug 2013, 17:06

Yellow ha scritto:Tra i passi più belli, quello alla donna amata e persa. Appena ho tempo, la trascrivo in lingua originale, francese, (la traduzione rende il senso ma fino a un certo punto la tenerezza e la dolorosa passione dell'addio)

"Buona, ammirevole Molly, vorrei se può ancora leggermi, da un posto che non conosco, che lei sapesse che non sono cambiato per lei, che l'amo ancora e sempre, a modo mio, che lei può venire qui quando vuole a dividere il mio pane e il mio destino furtivo.
Se lei non è più bella, ebbene tanto peggio! Ci arrangeremo!
Ho conservato tanto della sua bellezza in me, così viva, così calda che ne ho ancora per tutti e due e per me almeno vent'anni ancora, il tempo di arrivare alla fine.
Per lasciarla mi ci è voluta proprio della follia, della specie più brutta e fredda. Comunque, ho difeso la mia anima fino ad oggi e se la morte, domani, venisse a prendermi, non sarei, ne sono certo, mai tanto freddo, cialtrone, volgare come gli altri, per quel tanto di gentilezza e di sogno che Molly mi ha regalato nel corso di qualche mese d'America"


L. F. Céline

commovente, raro amore, Yellow Like a Star @ heaven

Azzurra
Senior
Senior

Messaggi : 4785
Data d'iscrizione : 01.07.13
Località : Milano

Torna in alto Andare in basso

Re: Poesia quale testimonianza della condizione esistenziale

Messaggio  Yellow il Lun 22 Lug 2013, 15:50

Tra i passi più belli, quello alla donna amata e persa. Appena ho tempo, la trascrivo in lingua originale, francese, (la traduzione rende il senso ma fino a un certo punto la tenerezza e la dolorosa passione dell'addio)

"Buona, ammirevole Molly, vorrei se può ancora leggermi, da un posto che non conosco, che lei sapesse che non sono cambiato per lei, che l'amo ancora e sempre, a modo mio, che lei può venire qui quando vuole a dividere il mio pane e il mio destino furtivo.
Se lei non è più bella, ebbene tanto peggio! Ci arrangeremo!
Ho conservato tanto della sua bellezza in me, così viva, così calda che ne ho ancora per tutti e due e per me almeno vent'anni ancora, il tempo di arrivare alla fine.
Per lasciarla mi ci è voluta proprio della follia, della specie più brutta e fredda. Comunque, ho difeso la mia anima fino ad oggi e se la morte, domani, venisse a prendermi, non sarei, ne sono certo, mai tanto freddo, cialtrone, volgare come gli altri, per quel tanto di gentilezza e di sogno che Molly mi ha regalato nel corso di qualche mese d'America"


L. F. Céline

Yellow

Messaggi : 349
Data d'iscrizione : 11.07.13

Torna in alto Andare in basso

Re: Poesia quale testimonianza della condizione esistenziale

Messaggio  Yellow il Lun 22 Lug 2013, 15:45

La tristezza del mondo assale gli esseri come può, ma ad assalirli sembra che ci riesca


Da  "Viaggio al termine della notte", una delle mie letture preferite, del controverso L. F. Celine: nonostante le etichette, grandioso spassionato "io narrante" della fragilità umana. 


Ultima modifica di Yellow il Lun 22 Lug 2013, 15:54, modificato 1 volta

Yellow

Messaggi : 349
Data d'iscrizione : 11.07.13

Torna in alto Andare in basso

Re: Poesia quale testimonianza della condizione esistenziale

Messaggio  Azzurra il Lun 22 Lug 2013, 12:44

n ti amo?
Ogni gioIo ho curato le tue ferite. Ti ho lavato, conosco il tuo odore, so quando hai la febbre. Forse che per questo non ti amo? Ogni giorno rassomigli di più al cadavere che un giorno diventerai eppure ti amo sempre. Quando morirai ti giacerò accanto e con te rimarrò fino alla morte, senza cibo né bevanda. Ti putrefarai fra le mie braccia ed io amerò ancora la tua carogna. perché se non si ama tutto non si ama nulla. Jean-Paul Charles Aymard Sartrerno rassomigli di più al cadavere che un giorno diventerai
eppure ti amo sempre.
Quando morirai ti giacerò accanto
e con te rimarrò fino alla morte, senza cibo nè bevanda.
Ti putrefarai fra le mie braccia
ed io amerò ancora la tua carogna.
…perchè se non si ama tutto non si ama nulla.”

J.P. Sartre

Azzurra
Senior
Senior

Messaggi : 4785
Data d'iscrizione : 01.07.13
Località : Milano

Torna in alto Andare in basso

Re: Poesia quale testimonianza della condizione esistenziale

Messaggio  Yellow il Gio 18 Lug 2013, 22:16

La poesia è gentilezza.
Alla Delicata Teti I love you 

Yellow

Messaggi : 349
Data d'iscrizione : 11.07.13

Torna in alto Andare in basso

Re: Poesia quale testimonianza della condizione esistenziale

Messaggio  Teti il Mer 17 Lug 2013, 09:15

Un'affollata solitudine-(F.Pessoa)

Nella casa di fronte a me e ai miei sogni
che felicità c’è sempre!

Vi abitano persone sconosciute che ho già visto senza vedere.
Sono felici, perché esse non sono io.

I bambini, che giocano sugli alti terrazzi,
vivono tra vasi di fiori,
eternamente, senza dubbio.

Le voci che salgono dall’intimità domestica
cantano sempre, senza dubbio.
Sì, devono cantare.

Quando è festa qua fuori, è festa là dentro.
E così deve essere laddove tutto si adatta:
l’uomo alla Natura, perché la città è Natura.

Che grande felicità non essere io!

Ma anche gli altri non penseranno così?
Quali altri? Non ci sono altri.
Quanto pensano gli altri è una casa con la finestra chiusa,
o se si apre,
è perché i bambini possano giocare sulla veranda inferriata,
tra i vasi di fiori che non ho mai visto quali fossero.

Gli altri non sentono mai.
Chi sente siamo noi,
sì, tutti noi,
perfino io, che ora non sento più nulla.

Nulla ? Non so…
Un nulla che fa male …
Charade escludi l'ultimo Godot,lì ho già cercato e non c'è..restano gli altri due..
avatar
Teti
Graduate
Graduate

Messaggi : 2235
Data d'iscrizione : 12.07.13

Torna in alto Andare in basso

Request time

Messaggio  Mr Fehér il Mer 17 Lug 2013, 08:40

Ho cercato ieri sera "l'io allo specchio" scritto da Annali altrove , non so dove , non so quando : ho solo alcuni passaggi che mi ero segnato per commentare lì a suo tempo, dovute  risposte parziali , ma mi manca il testo completo : sarebbe significante postarlo qui ...

 






avatar
Mr Fehér
Admin
Admin

Messaggi : 2845
Data d'iscrizione : 22.11.12
Località : No space / no time

http://j-pheonix.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

Re: Poesia quale testimonianza della condizione esistenziale

Messaggio  Teti il Mer 17 Lug 2013, 08:03

Vitangelo Moscarda (non lo ricordavo affatto e me lo sono cercato su Google...ah..Pirandello!)..si alza il sipario e la scena è un'aula di tanti anni fa: volevo fare la giornalista ed inizio ad intervistare i miei compagni di classe,le solite menate di com'è stato e che farai e per ultimo,con un po' di gigioneria..-"Tu come mi vedi..che pensi di me?"
E la risposta mi vede abbracciata,incollata al Vitangelo...eh?Ma io non sono quella che tu descrivi,non sono cosìììììì!!!
Tanto per dare a Pirandello quel che è di Pirandello...uno,nessuno,centomila...
Però,rifletto:è inquietante in ugual misura scoprire di apparire "centomila" quanto quei "centomila" sentirli pulsare dentro di te?
In fondo,mi dico,che m'importa di apparire se comunque la mia realtà sarà sempre travisata (Pirandello dicit)..è quella mischia di "io" che turbano e destabilizzano quelle che credevo certezze,punti fermi,come navigare senza bussola..
O forse questa è la meraviglia dell'essere umano..riscoprirsi nuovi ogni giorno,non cercare ostinatamente un porto e un faro...sono io il mio faro,il mio uno nessuno centomila..?
Ciao Charade,buongiorno!Very Happy
avatar
Teti
Graduate
Graduate

Messaggi : 2235
Data d'iscrizione : 12.07.13

Torna in alto Andare in basso

Re: Poesia quale testimonianza della condizione esistenziale

Messaggio  Mr Fehér il Lun 15 Lug 2013, 13:00

Teti , dalle sue notevoli profondità , che sono anche le “nostre”, pensando ad alta voce , scrisse di riflettersi a volte, in uno specchio e faticare a trovarne verità , sempre nascoste …  
Da ciò scaturirono altri miei pensieri altovocianti …



%...” Divagazioni prosastiche , elucubrazioni poetiche , e l'uno raccoglie e l'altro traveste “...

In un giorno indefinito , di un tempo dimenticato , in uno spazio preordinato ,
incontrai per misteriosa predestinazione (?!) Vitangelo Moscarda …


Da quel giorno nulla fu più come prima -


Per più giorni , da quell'immediato , ed oltre , feci fatica a guardare nello specchio : L'altro !...

Così è , anche se non mi parve …

Da quel momento , in quel Alias , un altro putativo padre conobbi , e lì come tanti altri consimili ,
“rimase e regnò” ... Ch.
avatar
Mr Fehér
Admin
Admin

Messaggi : 2845
Data d'iscrizione : 22.11.12
Località : No space / no time

http://j-pheonix.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

Re: Poesia quale testimonianza della condizione esistenziale

Messaggio  Azzurra il Gio 11 Lug 2013, 09:44

Perché nessuno possa dimenticare di quanto sarebbe bello se, 
per ogni mare che ci aspetta, ci fosse un fiume, per noi. 
E qualcuno - un padre, un amore, qualcuno - capace di prenderci per mano e di trovare quel fiume 
- immaginarlo, inventarlo - e sulla sua corrente posarci, con la leggerezza di una sola parola, addio. 
Questo, davvero, sarebbe meraviglioso. Sarebbe dolce, la vita, qualunque vita
E le cose non farebbero male, ma si avvicinerebbero portate dalla corrente, 
si potrebbe prima sfiorarle e poi toccarle e solo alla fine farsi toccare. 
Farsi ferire, anche. Morirne. Non importa. Ma tutto sarebbe, finalmente umano. 
Basterebbe la fantasia di qualcuno - un padre, un amore, qualcuno. 
Lui saprebbe inventarla una strada, qui, in mezzo a questo silenzio, 
in questa terra che non vuole parlare. 
Strada clemente, e bella. Una strada da qui al mare. 

Alessandro Baricco - tratto da Oceano mare

Azzurra
Senior
Senior

Messaggi : 4785
Data d'iscrizione : 01.07.13
Località : Milano

Torna in alto Andare in basso

Re: Poesia quale testimonianza della condizione esistenziale

Messaggio  Azzurra il Gio 11 Lug 2013, 09:43

Oceano mare 

"Ha 38 anni Bartleboom ,lui pensa che da qualche parte,nel mondo, incontrerà un giorno una donna che,da sempre, è la sua donna.Ogni tanto si rammarica che il destino si ostini a farlo attendere con tanta indelicata tenacia ,ma col tempo ha imparato a considerare le cosa con grande serenità.Quasi ogni giorno ormai da anni,prende la penna in mano e le scrive.Non ha nomi e non ha indirizzi da mettere sulle buste:ma ha una vita da raccontare.E a chi se non a lei? 
Lui pensa che quando si incontreranno sarà bello posarle in grembo una scatola di mogano piena di lettere e dirle:"ti aspettavo!". 
Lei aprirà la scatola e lentamente quando vorrà leggerà le lettere una ad una e risalendo un kilometrico filo di inchiostro blu,si prenderà gli anni,i giorni gli istanti,che quell'uomo prima ancora di conoscerla le aveva regalato. 
O forse, più semplicemente ,capovolgerà la scatola e attonita davanti quella buffa nevicata di lettere sorriderà dicendo a quell'uomo:"tu sei matto!"..e per sempre lo amerà!!!" 

Alessandro Baricco - tratto da Oceano mare

Azzurra
Senior
Senior

Messaggi : 4785
Data d'iscrizione : 01.07.13
Località : Milano

Torna in alto Andare in basso

Re: Poesia quale testimonianza della condizione esistenziale

Messaggio  Azzurra il Gio 11 Lug 2013, 09:41

Prima di sparire, si voltò e per un attimo rimase li, cercando un gesto per dire che era stato un viaggio bellissimo. 

dal libro "Seta" di Alessandro Baricco


(ogni volta che la leggo penso a una persona)


Azzurra
Senior
Senior

Messaggi : 4785
Data d'iscrizione : 01.07.13
Località : Milano

Torna in alto Andare in basso

...Baricco ha sempre ragione

Messaggio  Azzurra il Gio 11 Lug 2013, 09:40

Perché ciò che si salverà non sarà mai quel che abbiamo tenuto al riparo dai tempi, ma ciò che abbiamo lasciato mutare, perchè ridiventasse se stesso in un tempo nuovo.

Alessandro Baricco, da “I Barbari”

Azzurra
Senior
Senior

Messaggi : 4785
Data d'iscrizione : 01.07.13
Località : Milano

Torna in alto Andare in basso

Re: Poesia quale testimonianza della condizione esistenziale

Messaggio  Azzurra il Mar 09 Lug 2013, 12:02


Azzurra
Senior
Senior

Messaggi : 4785
Data d'iscrizione : 01.07.13
Località : Milano

Torna in alto Andare in basso

---

Messaggio  Azzurra il Dom 07 Lug 2013, 16:56

Amo i solitari, i diversi, quelli che non incontri mai. Quelli persi, andati, spiritati, fottuti. Quelli con l'anima in fiamme.
-Charles Bukowski

Azzurra
Senior
Senior

Messaggi : 4785
Data d'iscrizione : 01.07.13
Località : Milano

Torna in alto Andare in basso

---

Messaggio  Azzurra il Dom 07 Lug 2013, 16:51

Non capirsi è terribile -

non capirsi e abbracciarsi,

ma benchè sembri strano,

è altrettanto terribile

capirsi totalmente.

In un modo o nell’altro ci feriamo.

Ed io, precocemente illuminato,

la tenera tua anima non voglio

mortificare con l’incomprensione,

né con la comprensione uccidere.

EVGENIJ ALEKSANDROVIC EVTUSHENKO

Azzurra
Senior
Senior

Messaggi : 4785
Data d'iscrizione : 01.07.13
Località : Milano

Torna in alto Andare in basso

Re: Poesia quale testimonianza della condizione esistenziale

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 5 di 6 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Torna in alto

- Argomenti simili

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum