> Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno :

Pagina 1 di 5 1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Scritti apocrifi

Messaggio  misterred il Ven 02 Ott 2015, 22:35

Nel canone ufficiale riconosciuto ed adottato dalla Chiesa Cattolica non figurano gli "scritti apocrifi".
Gli apocrifi riguardano sia il Nuovo testamento che l'Antico Testamento.
I padri della chiesa non hanno ritenuto inserirli nel canone in quanto trattavasi di scritture
poco affidiabili, grossolane, contenenti testi leggendari o inverosimili.
Come sappiamo, la Sacra Bibbia riconosciuta dal mondo cattolico si compone :
A) Antico testamento (Pentateuco, libri storici, poetici e sapienziali, profetici
B) Nuovo testamento (3 Vangeli sinottici, vangelo di Giovanni, Atti degli Apostoli e lettere).
Il canone della Bibbia Ebraica differisce da quella cristiana.
Anche nell'Antico testamento vi sono opere apocrife non riconosciute nel canone
cattolico, tra le quali il Libro di Enoch (o libro dei Giganti).
avatar
misterred
Senior
Senior

Messaggi : 5214
Data d'iscrizione : 11.10.13
Età : 60
Località : Sacro Monte

Torna in alto Andare in basso

Re: > Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno :

Messaggio  Mr Fehér il Gio 06 Mar 2014, 12:46

Come era avvenuto recentemente nel titolo “RIP” , ho spostato gli ultimi discorsi profani , in altra sezione , creata apposta , poiché “per rispetto” formale , questo è un luogo deputato solo alle scritture sacre , così come era stato convenuto -
avatar
Mr Fehér
Admin
Admin

Messaggi : 2846
Data d'iscrizione : 22.11.12
Località : No space / no time

http://j-pheonix.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

Re: > Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno :

Messaggio  principessa il Ven 28 Feb 2014, 21:39

Evangelo secondo Giovanni


Gesù dichiara la sua uguaglianza con il Padre


Mr 2:28Gv 10:30-38Cl 2:9 (Gv 11:25-26At 17:312Co 5:10Ap 20:4-6, 11-15)
5: 17 Gesù rispose loro: «Il Padre mio opera fino ad ora, e anch'io opero». 18 Per questo i Giudei più che mai cercavano d'ucciderlo; perché non soltanto violava il sabato, ma chiamava Dio suo Padre, facendosi uguale a Dio.
19 Gesù quindi rispose e disse loro: «In verità, in verità vi dico che il Figlio non può da se stesso fare cosa alcuna, se non la vede fare dal Padre; perché le cose che il Padre fa, anche il Figlio le fa ugualmente. 20 Perché il Padre ama il Figlio, e gli mostra tutto quello che egli fa; e gli mostrerà opere maggiori di queste, affinché ne restiate meravigliati. 21 Infatti, come il Padre risuscita i morti e li vivifica, così anche il Figlio vivifica chi vuole. 22 Inoltre, il Padre non giudica nessuno, ma ha affidato tutto il giudizio al Figlio, 23 affinché tutti onorino il Figlio come onorano il Padre. Chi non onora il Figlio non onora il Padre che lo ha mandato. 24 In verità, in verità vi dico: chi ascolta la mia parola e crede a colui che mi ha mandato, ha vita eterna; e non viene in giudizio, ma è passato dalla morte alla vita. 25 In verità, in verità vi dico: l'ora viene, anzi è già venuta, che i morti udranno la voce del Figlio di Dio; e quelli che l'avranno udita, vivranno. 26 Perché come il Padre ha vita in se stesso, così ha dato anche al Figlio di avere vita in se stesso; 27 e gli ha dato autorità di giudicare, perché è il Figlio dell'uomo. 28 Non vi meravigliate di questo; perché l'ora viene in cui tutti quelli che sono nelle tombe udranno la sua voce e ne verranno fuori; 29 quelli che hanno operato bene, in risurrezione di vita; quelli che hanno operato male, in risurrezione di giudizio. 30 Io non posso fare nulla da me stesso; come odo, giudico; e il mio giudizio è giusto, perché cerco non la mia propria volontà, ma la volontà di colui che mi ha mandato.


Buona sera a tutti.
avatar
principessa

Messaggi : 459
Data d'iscrizione : 09.10.13
Età : 63
Località : Bari

Torna in alto Andare in basso

Re: > Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno :

Messaggio  principessa il Gio 27 Feb 2014, 21:46

Evangelo secondo Giovanni


Gesù guarisce un paralitico a Betesda




Gv 7:19-24; 9:1-17
5: 1 Dopo queste cose ci fu una festa dei Giudei e Gesù salì a Gerusalemme.
2 Or a Gerusalemme, presso la porta delle Pecore, c'è una vasca, chiamata in ebraico Betesda, che ha cinque portici. 3 Sotto questi portici giaceva un gran numero d'infermi, di ciechi, di zoppi, di paralitici[, i quali aspettavano l'agitarsi dell'acqua; 4 perché un angelo scendeva nella vasca e metteva l'acqua in movimento; e il primo che vi scendeva dopo che l'acqua era stata agitata era guarito di qualunque malattia fosse colpito].
5 Là c'era un uomo che da trentotto anni era infermo. 6 Gesù, vedutolo che giaceva e sapendo che già da lungo tempo stava così, gli disse: «Vuoi guarire?» 7 L'infermo gli rispose: «Signore, io non ho nessuno che, quando l'acqua è mossa, mi metta nella vasca, e mentre ci vengo io, un altro vi scende prima di me». 8 Gesù gli disse: «Àlzati, prendi il tuo lettuccio e cammina». 9 In quell'istante quell'uomo fu guarito; e, preso il suo lettuccio, si mise a camminare.
10 Quel giorno era un sabato; perciò i Giudei dissero all'uomo guarito: «È sabato, e non ti è permesso portare il tuo lettuccio». 11 Ma egli rispose loro: «Colui che mi ha guarito mi ha detto: "Prendi il tuo lettuccio e cammina"». 12 Essi gli domandarono: «Chi è l'uomo che ti ha detto: "Prendi il tuo lettuccio e cammina?"» 13 Ma colui che era stato guarito non sapeva chi fosse; Gesù infatti si era allontanato, perché in quel luogo c'era molta gente. 14 Più tardi Gesù lo trovò nel tempio, e gli disse: «Ecco, tu sei guarito; non peccare più, ché non ti accada di peggio». 15 L'uomo se ne andò, e disse ai Giudei che colui che l'aveva guarito era Gesù. 16 Per questo i Giudei perseguitavano Gesù e cercavano di ucciderlo; perché faceva quelle cose di sabato.




Buona sera a tutti.




ps. Il capitolo del testo di ieri è 4 e non 3 come erroneamente ho postato.
avatar
principessa

Messaggi : 459
Data d'iscrizione : 09.10.13
Età : 63
Località : Bari

Torna in alto Andare in basso

Re: > Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno :

Messaggio  principessa il Mer 26 Feb 2014, 21:22

Evangelo secondo Giovanni




Gesù in Galilea; guarigione del figlio di un ufficiale
Lu 7:1-10; 17:5
3: 43 Trascorsi quei due giorni, egli partì di là per andare in Galilea; 44 poiché Gesù stesso aveva attestato che un profeta non è onorato nella sua patria. 45 Quando dunque andò in Galilea, fu accolto dai Galilei, perché avevano visto le cose che egli aveva fatte in Gerusalemme durante la festa; essi pure infatti erano andati alla festa. 46 Gesù dunque venne di nuovo a Cana di Galilea, dove aveva cambiato l'acqua in vino.
Vi era un ufficiale del re, il cui figlio era infermo a Capernaum. 47 Come egli ebbe udito che Gesù era venuto dalla Giudea in Galilea, andò da lui e lo pregò che scendesse e guarisse suo figlio, perché stava per morire. 48 Perciò Gesù gli disse: «Se non vedete segni e miracoli, voi non crederete». 49 L'ufficiale del re gli disse: «Signore, scendi prima che il mio bambino muoia». 50 Gesù gli disse: «Va', tuo figlio vive». Quell'uomo credette alla parola che Gesù gli aveva detta, e se ne andò. 51 E mentre già stava scendendo, i suoi servi gli andarono incontro e gli dissero: «Tuo figlio vive». 52 Allora egli domandò loro a che ora avesse cominciato a stare meglio; ed essi gli risposero: «Ieri, all'ora settima, la febbre lo lasciò». 53 Così il padre riconobbe che la guarigione era avvenuta nell'ora che Gesù gli aveva detto: «Tuo figlio vive»; e credette lui con tutta la sua casa.
54 Gesù fece questo secondo segno miracoloso, tornando dalla Giudea in Galilea.
avatar
principessa

Messaggi : 459
Data d'iscrizione : 09.10.13
Età : 63
Località : Bari

Torna in alto Andare in basso

Re: > Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno :

Messaggio  principessa il Mar 25 Feb 2014, 17:55




Evangelo secondo Giovanni



Gesù e la donna samaritana



Is 55:1-3; Gv 7:37-39; Ap 22:17
Quando dunque Gesù seppe che i farisei avevano udito che egli faceva e battezzava più discepoli di Giovanni 2 (sebbene non fosse Gesù che battezzava, ma i suoi discepoli), 3 lasciò la Giudea e se ne andò di nuovo in Galilea.
4 Ora doveva passare per la Samaria. 5 Giunse dunque a una città della Samaria, chiamata Sicar, vicina al podere che Giacobbe aveva dato a suo figlio Giuseppe; 6 e là c'era il pozzo di Giacobbe. Gesù dunque, stanco del cammino, stava così a sedere presso il pozzo. Era circa l'ora sesta.
7 Una Samaritana venne ad attingere l'acqua. Gesù le disse: «Dammi da bere». 8 (Infatti i suoi discepoli erano andati in città a comprare da mangiare.) 9 La Samaritana allora gli disse: «Come mai tu che sei Giudeo chiedi da bere a me, che sono una donna samaritana?» Infatti i Giudei non hanno relazioni con i Samaritani. 10 Gesù le rispose: «Se tu conoscessi il dono di Dio e chi è che ti dice: "Dammi da bere", tu stessa gliene avresti chiesto, ed egli ti avrebbe dato dell'acqua viva». 11 La donna gli disse: «Signore, tu non hai nulla per attingere, e il pozzo è profondo; da dove avresti dunque quest'acqua viva? 12 Sei tu più grande di Giacobbe, nostro padre, che ci diede questo pozzo e ne bevve egli stesso con i suoi figli e il suo bestiame?» 13 Gesù le rispose: «Chiunque beve di quest'acqua avrà sete di nuovo; 14 ma chi beve dell'acqua che io gli darò, non avrà mai più sete; anzi, l'acqua che io gli darò diventerà in lui una fonte d'acqua che scaturisce in vita eterna». 15 La donna gli disse: «Signore, dammi di quest'acqua, affinché io non abbia più sete e non venga più fin qui ad attingere». 16 Gesù le disse: «Va' a chiamare tuo marito e vieni qua». 17 La donna gli rispose: «Non ho marito». E Gesù: «Hai detto bene: "Non ho marito"; 18 perché hai avuto cinque mariti; e quello che hai ora, non è tuo marito; in questo hai detto la verità». 19 La donna gli disse: «Signore, vedo che tu sei un profeta. 20 I nostri padri hanno adorato su questo monte, ma voi dite che a Gerusalemme è il luogo dove bisogna adorare». 21 Gesù le disse: «Donna, credimi; l'ora viene che né su questo monte né a Gerusalemme adorerete il Padre.22 Voi adorate quel che non conoscete; noi adoriamo quel che conosciamo, perché la salvezza viene dai Giudei. 23 Ma l'ora viene, anzi è già venuta, che i veri adoratori adoreranno il Padre in spirito e verità; poiché il Padre cerca tali adoratori. 24 Dio è Spirito; e quelli che l'adorano, bisogna che l'adorino in spirito e verità». 25 La donna gli disse: «Io so che il Messia (che è chiamato Cristo) deve venire; quando sarà venuto ci annuncerà ogni cosa». 26 Gesù le disse: «Sono io, io che ti parlo!



At 8:5-17, 25 (Mt 9:37-38; 1Co 3:5-9)
27 In quel mentre giunsero i suoi discepoli e si meravigliarono che egli parlasse con una donna; eppure nessuno gli chiese: «Che cerchi?» o: «Perché discorri con lei?» 28 La donna lasciò dunque la sua secchia, se ne andò in città e disse alla gente: 29 «Venite a vedere un uomo che mi ha detto tutto quello che ho fatto; non potrebbe essere lui il Cristo?» 30 La gente uscì dalla città e andò da lui.
31 Intanto i discepoli lo pregavano, dicendo: «Maestro, mangia». 32 Ma egli disse loro: «Io ho un cibo da mangiare che voi non conoscete». 33 Perciò i discepoli si dicevano gli uni gli altri: «Forse qualcuno gli ha portato da mangiare?» 34 Gesù disse loro: «Il mio cibo è fare la volontà di colui che mi ha mandato, e compiere l'opera sua. 35 Non dite voi che ci sono ancora quattro mesi e poi viene la mietitura? Ebbene, vi dico: alzate gli occhi e guardate le campagne come già biancheggiano per la mietitura. 36 Il mietitore riceve una ricompensa e raccoglie frutto per la vita eterna, affinché il seminatore e il mietitore si rallegrino insieme. 37 Poiché in questo è vero il detto: "L'uno semina e l'altro miete". 38 Io vi ho mandati a mietere là dove voi non avete lavorato; altri hanno faticato, e voi siete subentrati nella loro fatica».
39 Molti Samaritani di quella città credettero in lui a motivo della testimonianza resa da quella donna: «Egli mi ha detto tutto quello che ho fatto». 40 Quando dunque i Samaritani andarono da lui, lo pregarono di trattenersi da loro; ed egli si trattenne là due giorni. 41 E molti di più credettero a motivo della sua parola 42 e dicevano alla donna: «Non è più a motivo di quello che tu ci hai detto, che crediamo; perché noi stessi abbiamo udito e sappiamo che questi è veramente il Salvatore del mondo. 


Buon  pomeriggio a tutti.
avatar
principessa

Messaggi : 459
Data d'iscrizione : 09.10.13
Età : 63
Località : Bari

Torna in alto Andare in basso

Re: > Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno :

Messaggio  principessa il Lun 24 Feb 2014, 09:01

Evangelo secondo Giovanni


Nuova testimonianza di Giovanni il battista
Gv 1:6-12, 19-34; Mr 16:15-16


3: 22 Dopo queste cose, Gesù andò con i suoi discepoli nelle campagne della Giudea; là si trattenne con loro e battezzava. 23 Anche Giovanni stava battezzando a Enon, presso Salim, perché là c'era molta acqua; e la gente veniva a farsi battezzare. 24 Giovanni, infatti, non era ancora stato messo in prigione.
25 Nacque dunque una discussione sulla purificazione, tra i discepoli di Giovanni e un Giudeo. 26 E andarono da Giovanni e gli dissero: «Rabbì, colui che era con te di là dal Giordano, e al quale rendesti testimonianza, eccolo che battezza, e tutti vanno da lui». 27 Giovanni rispose: «L'uomo non può ricevere nulla se non gli è dato dal cielo. 28 Voi stessi mi siete testimoni che ho detto: "Io non sono il Cristo, ma sono mandato davanti a lui". 29 Colui che ha la sposa è lo sposo; ma l'amico dello sposo, che è presente e l'ascolta, si rallegra vivamente alla voce dello sposo; questa gioia, che è la mia, è ora completa. 30 Bisogna che egli cresca, e che io diminuisca. 31 Colui che viene dall'alto è sopra tutti; colui che viene dalla terra è della terra e parla come uno che è della terra; colui che vien dal cielo è sopra tutti.32 Egli rende testimonianza di quello che ha visto e udito, ma nessuno riceve la sua testimonianza. 33 Chi ha ricevuto la sua testimonianza ha confermato che Dio è veritiero. 34 Perché colui che Dio ha mandato dice le parole di Dio; Dio infatti non dà lo Spirito con misura. 35 Il Padre ama il Figlio, e gli ha dato ogni cosa in mano. 36 Chi crede nel Figlio ha vita eterna, chi invece rifiuta di credere al Figlio non vedrà la vita, ma l'ira di Dio rimane su di lui».



Buon giorno  a tutti.
avatar
principessa

Messaggi : 459
Data d'iscrizione : 09.10.13
Età : 63
Località : Bari

Torna in alto Andare in basso

Re: > Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno :

Messaggio  principessa il Dom 23 Feb 2014, 21:16

Evangelo secondo Giovanni


Gesù e Nicodemo: la nuova nascita

(Mt 18:3; Ga 6:15; 2Co 5:17)(Gv 1:12-13; 1P 1:3, 23) Ez 36:25-27


3: 1 C'era tra i farisei un uomo chiamato Nicodemo, uno dei capi dei Giudei. 2 Egli venne di notte da Gesù, e gli disse: «Rabbì, noi sappiamo che tu sei un dottore venuto da Dio; perché nessuno può fare questi miracoli che tu fai, se Dio non è con lui». 3 Gesù gli rispose: «In verità, in verità ti dico che se uno non è nato di nuovo non può vedere il regno di Dio». 4 Nicodemo gli disse: «Come può un uomo nascere quando è già vecchio? Può egli entrare una seconda volta nel grembo di sua madre e nascere?» 5 Gesù rispose: «In verità, in verità ti dico che se uno non è nato d'acqua e di Spirito, non può entrare nel regno di Dio. 6 Quello che è nato dalla carne, è carne; e quello che è nato dallo Spirito, è spirito. 7 Non ti meravigliare se ti ho detto: "Bisogna che nasciate di nuovo". 8 Il vento soffia dove vuole, e tu ne odi il rumore, ma non sai né da dove viene né dove va; così è di chiunque è nato dallo Spirito». 9 Nicodemo replicò e gli disse: «Come possono avvenire queste cose?» 10 Gesù gli rispose: «Tu sei maestro d'Israele e non sai queste cose? 11 In verità, in verità ti dico che noi parliamo di ciò che sappiamo e testimoniamo di ciò che abbiamo visto; ma voi non ricevete la nostra testimonianza. 12 Se vi ho parlato delle cose terrene e non credete, come crederete se vi parlerò delle cose celesti? 13 Nessuno è salito in cielo, se non colui che è disceso dal cielo: il Figlio dell'uomo.

(Nu 21:4-9; Gv 12:32-33) 1Gv 4:9-10 (Gv 6:40; 3:36)
14 «E, come Mosè innalzò il serpente nel deserto, così bisogna che il Figlio dell'uomo sia innalzato, 15 affinché chiunque crede in lui abbia vita eterna. 16 Perché Dio ha tanto amato il mondo, che ha dato il suo unigenito Figlio, affinché chiunque crede in lui non perisca, ma abbia vita eterna. 17 Infatti Dio non ha mandato suo Figlio nel mondo per giudicare il mondo, ma perché il mondo sia salvato per mezzo di lui. 18 Chi crede in lui non è giudicato; chi non crede è già giudicato, perché non ha creduto nel nome dell'unigenito Figlio di Dio. 19 Il giudizio è questo: la luce è venuta nel mondo e gli uomini hanno preferito le tenebre alla luce, perché le loro opere erano malvagie.20 Perché chiunque fa cose malvagie odia la luce e non viene alla luce, affinché le sue opere non siano scoperte; 21 ma chi mette in pratica la verità viene alla luce, affinché le sue opere siano manifestate, perché sono fatte in Dio».


Buona sera a tutti.
avatar
principessa

Messaggi : 459
Data d'iscrizione : 09.10.13
Età : 63
Località : Bari

Torna in alto Andare in basso

Re: > Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno :

Messaggio  principessa il Sab 22 Feb 2014, 11:55

Evangelo secondo Giovanni


Gesù nel tempio
Mr 11:15-18, 27-33; 14:57-58; 15:29; Mt 12:38-40; Lu 19:45-46


2: 13 La Pasqua dei Giudei era vicina e Gesù salì a Gerusalemme. 14 Trovò nel tempio quelli che vendevano buoi, pecore, colombi, e i cambiavalute seduti. 15 Fatta una sferza di cordicelle, scacciò tutti fuori dal tempio, pecore e buoi; sparpagliò il denaro dei cambiavalute, rovesciò le tavole, 16 e a quelli che vendevano i colombi disse: «Portate via di qui queste cose; smettete di fare della casa del Padre mio una casa di mercato». 17 E i suoi discepoli si ricordarono che sta scritto:
«Lo zelo per la tua casa mi consuma».
18 I Giudei allora presero a dirgli: «Quale segno miracoloso ci mostri per fare queste cose?» 19 Gesù rispose loro: «Distruggete questo tempio, e in tre giorni lo farò risorgere!» 20 Allora i Giudei dissero: «Quarantasei anni è durata la costruzione di questo tempio e tu lo faresti risorgere in tre giorni?» 21 Ma egli parlava del tempio del suo corpo. 22 Quando dunque fu risorto dai morti, i suoi discepoli si ricordarono che egli aveva detto questo; e credettero alla Scrittura e alla parola che Gesù aveva detta.

Gr 17:9-10; Eb 4:12-13; Ap 2:23
23 Mentre egli era in Gerusalemme, alla festa di Pasqua, molti credettero nel suo nome, vedendo i segni miracolosi che egli faceva. 24 Ma Gesù non si fidava di loro, perché conosceva tutti 25 e perché non aveva bisogno della testimonianza di nessuno sull'uomo, poiché egli stesso conosceva quello che era nell'uomo.


Buon giorno a tutti.
avatar
principessa

Messaggi : 459
Data d'iscrizione : 09.10.13
Età : 63
Località : Bari

Torna in alto Andare in basso

Re: > Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno :

Messaggio  principessa il Ven 21 Feb 2014, 09:00

Evangelo di Giovanni


Primo miracolo a Cana


(Mt 22:2Ap 19:9)(Gv 5:36At 10:38Mt 9:15


2: 1 Tre giorni dopo, ci fu una festa nuziale in Cana di Galilea, e c'era la madre di Gesù. 2 E Gesù pure fu invitato con i suoi discepoli alle nozze. 3 Venuto a mancare il vino, la madre di Gesù gli disse: «Non hanno più vino». 4 Gesù le disse: «Che c'è fra me e te, o donna? L'ora mia non è ancora venuta». 5 Sua madre disse ai servitori: «Fate tutto quel che vi dirà». 6 C'erano là sei recipienti di pietra, del tipo adoperato per la purificazione dei Giudei, i quali contenevano ciascuno due o tre misure. 7 Gesù disse loro: «Riempite d'acqua i recipienti». Ed essi li riempirono fino all'orlo. 8 Poi disse loro: «Adesso attingete e portatene al maestro di tavola». Ed essi gliene portarono. 9 Quando il maestro di tavola ebbe assaggiato l'acqua che era diventata vino (egli non ne conosceva la provenienza, ma la sapevano bene i servitori che avevano attinto l'acqua), chiamò lo sposo e gli disse: 10 «Ognuno serve prima il vino buono; e quando si è bevuto abbondantemente, il meno buono; tu, invece, hai tenuto il vino buono fino ad ora».
11 Gesù fece questo primo dei suoi segni miracolosi in Cana di Galilea, e manifestò la sua gloria, e i suoi discepoli credettero in lui.
12 Dopo questo, scese a Capernaum egli con sua madre, con i suoi fratelli e i suoi discepoli, e rimasero là alcuni giorni.


Buon giorno a tutti.
avatar
principessa

Messaggi : 459
Data d'iscrizione : 09.10.13
Età : 63
Località : Bari

Torna in alto Andare in basso

Re: > Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno :

Messaggio  principessa il Gio 20 Feb 2014, 09:54

Evangelo di Giovanni


I primi discepoli
Mr 1:16-20Lu 5:1-11Gv 6:37 (Mt 4:18-22; 9:9Sl 112:4
40 Andrea, fratello di Simon Pietro, era uno dei due che avevano udito Giovanni e avevano seguito Gesù. 41 Egli per primo trovò suo fratello Simone e gli disse: «Abbiamo trovato il Messia» (che, tradotto, vuol dire Cristo); 42 e lo condusse da Gesù. Gesù lo guardò e disse: «Tu sei Simone, il figlio di Giovanni; tu sarai chiamato Cefa» (che si traduce «Pietro»).
43 Il giorno seguente, Gesù volle partire per la Galilea; trovò Filippo, e gli disse: «Seguimi». 44 Filippo era di Betsàida, della città di Andrea e di Pietro.
45 Filippo trovò Natanaele e gli disse: «Abbiamo trovato colui del quale hanno scritto Mosè nella legge e i profeti: Gesù da Nazaret, figlio di Giuseppe». 46 Natanaele gli disse: «Può forse venir qualcosa di buono da Nazaret?» Filippo gli rispose: «Vieni a vedere». 47 Gesù vide Natanaele che gli veniva incontro e disse di lui: «Ecco un vero Israelita in cui non c'è frode». 48 Natanaele gli chiese: «Da che cosa mi conosci?» Gesù gli rispose: «Prima che Filippo ti chiamasse, quando eri sotto il fico, io ti ho visto». 49 Natanaele gli rispose: «Rabbì, tu sei il Figlio di Dio, tu sei il re d'Israele». 50 Gesù rispose e gli disse: «Perché ti ho detto che ti avevo visto sotto il fico, tu credi? Tu vedrai cose maggiori di queste». 51 Poi gli disse: «In verità, in verità vi dico che vedrete il cielo aperto e gli angeli di Dio salire e scendere sul Figlio dell'uomo».


Buon giorno a tutti.
avatar
principessa

Messaggi : 459
Data d'iscrizione : 09.10.13
Età : 63
Località : Bari

Torna in alto Andare in basso

Re: > Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno :

Messaggio  principessa il Mer 19 Feb 2014, 10:07

Evangelo di Giovanni

Testimonianza di Giovanni il battista
Mt 3:1-12; Lu 3:15-18; Gv 5:33-36; Ml 3:1; 2Co 4:5
1: 19 Questa è la testimonianza di Giovanni, quando i Giudei mandarono da Gerusalemme dei sacerdoti e dei Leviti per domandargli: «Tu chi sei?» 20 Egli confessò e non negò; confessò dicendo: «Io non sono il Cristo».
21 Essi gli domandarono: «Chi sei dunque? Sei Elia?» Egli rispose: «Non lo sono». «Sei tu il profeta?» Egli rispose: «No». 22 Essi dunque gli dissero: «Chi sei? affinché diamo una risposta a quelli che ci hanno mandati. Che dici di te stesso?» 23 Egli disse: «Io sono la voce di uno che grida nel deserto:
"Raddrizzate la via del Signore", come ha detto il profeta Isaia». 24 Quelli che erano stati mandati da lui erano del gruppo dei farisei; 25 e gli domandarono: «Perché dunque battezzi, se tu non sei il Cristo, né Elia, né il profeta?» 26 Giovanni rispose loro, dicendo: «Io battezzo in acqua; tra di voi è presente uno che voi non conoscete, 27 colui che viene dopo di me, al quale io non sono degno di sciogliere il legaccio dei calzari!»
28 Queste cose avvennero in Betania di là dal Giordano, dove Giovanni stava battezzando.

Mt 3:13-17; Gv 3:28-36
29 Il giorno seguente, Giovanni vide Gesù che veniva verso di lui e disse: «Ecco l'Agnello di Dio, che toglie il peccato del mondo! 30 Questi è colui del quale dicevo: "Dopo di me viene un uomo che mi ha preceduto, perché egli era prima di me". 31 Io non lo conoscevo; ma appunto perché egli sia manifestato a Israele, io sono venuto a battezzare in acqua». 32 Giovanni rese testimonianza, dicendo: «Ho visto lo Spirito scendere dal cielo come una colomba e fermarsi su di lui. 33 Io non lo conoscevo, ma colui che mi ha mandato a battezzare in acqua, mi ha detto: "Colui sul quale vedrai lo Spirito scendere e fermarsi, è quello che battezza con lo Spirito Santo". 34 E io ho veduto e ho attestato che questi è il Figlio di Dio».
35 Il giorno seguente, Giovanni era di nuovo là con due dei suoi discepoli; 36 e fissando lo sguardo su Gesù, che passava, disse: «Ecco l'Agnello di Dio!» 37 I suoi due discepoli, avendolo udito parlare, seguirono Gesù. 38 Gesù, voltatosi, e osservando che lo seguivano, domandò loro: «Che cercate?» Ed essi gli dissero: «Rabbì (che, tradotto, vuol dire Maestro), dove abiti?» 39 Egli rispose loro: «Venite e vedrete». Essi dunque andarono, videro dove abitava e stettero con lui quel giorno. Era circa la decima ora.


Buon giorno a tutti.
avatar
principessa

Messaggi : 459
Data d'iscrizione : 09.10.13
Età : 63
Località : Bari

Torna in alto Andare in basso

Re: > Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno :

Messaggio  principessa il Mar 18 Feb 2014, 10:28

(Eb 1:1-31Gv 1:1-3; 5:13)
Prologo
(1Gv 1:1-3; 5:20Gv 8:12; 14:9)(Pr 8:22-31Cl 1:15-17)(Mi 5:1Ro 9:5Eb 1Gv 20:31
Giovanni 1: 1 Nel principio era la Parola, la Parola era con Dio, e la Parola era Dio. 2 Essa era nel principio con Dio. 3 Ogni cosa è stata fatta per mezzo di lei; e senza di lei neppure una delle cose fatte è stata fatta. 4 In lei era la vita, e la vita era la luce degli uomini. 5 La luce splende nelle tenebre, e le tenebre non l'hanno sopraffatta.
6 Vi fu un uomo mandato da Dio, il cui nome era Giovanni. 7 Egli venne come testimone per rendere testimonianza alla luce, affinché tutti credessero per mezzo di lui. 8 Egli stesso non era la luce, ma venne per rendere testimonianza alla luce. 9 La vera luce che illumina ogni uomo stava venendo nel mondo. 10 Egli era nel mondo, e il mondo fu fatto per mezzo di lui, ma il mondo non l'ha conosciuto. 11 È venuto in casa sua e i suoi non l'hanno ricevuto; 12 ma a tutti quelli che l'hanno ricevuto egli ha dato il diritto di diventare figli di Dio, a quelli cioè che credono nel suo nome, 13 i quali non sono nati da sangue, né da volontà di carne, né da volontà d'uomo, ma sono nati da Dio.
14 E la Parola è diventata carne e ha abitato per un tempo fra di noi, piena di grazia e di verità; e noi abbiamo contemplato la sua gloria, gloria come di unigenito dal Padre.
15 Giovanni gli ha reso testimonianza, esclamando: «Era di lui che io dicevo: "Colui che viene dopo di me mi ha preceduto, perché era prima di me. 16 Infatti, dalla sua pienezza noi tutti abbiamo ricevuto grazia su grazia"». 17 Poiché la legge è stata data per mezzo di Mosè; la grazia e la verità sono venute per mezzo di Gesù Cristo. 18 Nessuno ha mai visto Dio; l'unigenito Dio, che è nel seno del Padre, è quello che l'ha fatto conoscere.
avatar
principessa

Messaggi : 459
Data d'iscrizione : 09.10.13
Età : 63
Località : Bari

Torna in alto Andare in basso

Re: > Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno :

Messaggio  principessa il Lun 17 Feb 2014, 19:02

Buona sera a tutti

Crocifissione: secondo Matteo:

Matteo 27: 45 Dall'ora sesta si fecero tenebre su tutto il paese, fino all'ora nona. 46 E, verso l'ora nona, Gesù gridò a gran voce: <<Elì, Elì, lamà sabactànì>>, cioè: «Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato?» 47 Alcuni dei presenti, udito ciò, dicevano: «Costui chiama Elia». 48 E subito uno di loro corse a prendere una spugna e, inzuppatala di aceto, la pose in cima a una canna e gli diede da bere. 49 Ma gli altri dicevano: «Lascia, vediamo se Elia viene a salvarlo».
50 E Gesù, avendo di nuovo gridato con gran voce, rese lo spirito.
ps. "Elì" è in lingua Ebraica


Crocifissione secondo Marco:

Marco 15: 33 Venuta l'ora sesta, si fecero tenebre su tutto il paese, fino all'ora nona. 34 All'ora nona, Gesù gridò a gran voce: <<Eloì, Eloì, lamà sabactàni>> che, tradotto, vuol dire: «Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato?» 35 Alcuni dei presenti, udito ciò, dicevano: «Chiama Elia!» 36 Uno di loro corse e, dopo aver inzuppato d'aceto una spugna, la pose in cima a una canna e gli diede da bere, dicendo: «Aspettate, vediamo se Elia viene a farlo scendere».
37 Gesù, emesso un gran grido, rese lo spirito.
38 E la cortina del tempio si squarciò in due, da cima a fondo.
39 E il centurione che era lì presente di fronte a Gesù, avendolo visto spirare in quel modo, disse: «Veramente, quest'uomo era Figlio di Dio!»
40 Vi erano pure delle donne che guardavano da lontano. Tra di loro vi erano anche Maria Maddalena, Maria madre di Giacomo il minore e di Iose, e Salome, 41 che lo seguivano e lo servivano da quando egli era in Galilea, e molte altre che erano salite con lui a Gerusalemme.
ps. "Eloì" è in lingua Aramaica


Crocifissione secondo Luca:

Luca 23: 44 Era circa l'ora sesta, e si fecero tenebre su tutto il paese fino all'ora nona; 45 il sole si oscurò. La cortina del tempio si squarciò nel mezzo.
46 Gesù, gridando a gran voce, disse: <<Padre, nelle tue mani rimetto lo spirito mio>>. Detto questo, spirò.
47 Il centurione, veduto ciò che era accaduto, glorificava Dio dicendo: «Veramente, quest'uomo era giusto».
48 E tutta la folla che assisteva a questo spettacolo, vedute le cose che erano accadute, se ne tornava battendosi il petto. 49 Ma tutti i suoi conoscenti e le donne che lo avevano accompagnato dalla Galilea stavano a guardare queste cose da lontano.

Crocifissione secondo Giovanni:

Giovanni 19: 25 Presso la croce di Gesù stavano sua madre e la sorella di sua madre, Maria di Cleopa, e Maria Maddalena. 26 Gesù dunque, vedendo sua madre e presso di lei il discepolo che egli amava, disse a sua madre: «Donna, ecco tuo figlio!» 27 Poi disse al discepolo: «Ecco tua madre!» E da quel momento, il discepolo la prese in casa sua.
28 Dopo questo, Gesù, sapendo che ogni cosa era già compiuta, affinché si adempisse la Scrittura, disse: «Ho sete». 29 C'era lì un vaso pieno d'aceto; posta dunque una spugna, imbevuta d'aceto, in cima a un ramo d'issopo, l'accostarono alla sua bocca. 30 Quando Gesù ebbe preso l'aceto, disse: <<E' compiuto!>> E, chinato il capo, rese lo spirito.

I quattro Evangeli più che contrastarsi si compleatano.
Ognuno di loro mette un tassello in più al quadro completo.
Anche in questo, io vedo la guida di Dio mentre scrivevano.
avatar
principessa

Messaggi : 459
Data d'iscrizione : 09.10.13
Età : 63
Località : Bari

Torna in alto Andare in basso

Re: > Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno :

Messaggio  principessa il Sab 15 Feb 2014, 23:51


Giovanni 15: 1  (Gesù)  «Io sono la vera vite e il Padre mio è il vignaiuolo. 2 Ogni tralcio che in me non dà frutto, lo toglie via; e ogni tralcio che dà frutto, lo pota affinché ne dia di più.


Buonanotte
avatar
principessa

Messaggi : 459
Data d'iscrizione : 09.10.13
Età : 63
Località : Bari

Torna in alto Andare in basso

Re: > Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno :

Messaggio  misterred il Sab 15 Feb 2014, 14:57

principessa ha scritto:"Or io vi dico che di ogni parola oziosa che avranno detta, gli uomini renderanno conto nel giorno del giudizio". (Matteo 12: 36)


"Signore, apri tu le mie labbra, e la mia bocca proclamerà la tua lode". (Salmo 51:15)


Impronta incredibile


Scopro, e non ne sono assolutamente contento, l'impronta di un piedino di bambino sulla pavimentazione di cemento appena gettato.
(Parole di Vita)
Prin, questa foto l'ho fatta per te, sono impronte sulla sabbia, e da come sono profonde si può vedere quanto sia soffice e morbida." />
avatar
misterred
Senior
Senior

Messaggi : 5214
Data d'iscrizione : 11.10.13
Età : 60
Località : Sacro Monte

Torna in alto Andare in basso

Re: > Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno :

Messaggio  principessa il Sab 15 Feb 2014, 12:32

Non potrai conoscere la Verità 
se non t'immergerai 
completamente nella Parola di Dio.
(cit.)


Buon giorno a tutti.
avatar
principessa

Messaggi : 459
Data d'iscrizione : 09.10.13
Età : 63
Località : Bari

Torna in alto Andare in basso

Re: > Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno :

Messaggio  principessa il Ven 14 Feb 2014, 21:58

"Or io vi dico che di ogni parola oziosa che avranno detta, gli uomini renderanno conto nel giorno del giudizio". (Matteo 12: 36)


"Signore, apri tu le mie labbra, e la mia bocca proclamerà la tua lode". (Salmo 51:15)


Impronta incredibile


Scopro, e non ne sono assolutamente contento, l'impronta di un piedino di bambino sulla pavimentazione di cemento appena gettato.
I miei quattro bambini sono convocati.
Chiedo: "Chi ha camminato sul cemento nonostante la mia proibizione"?
Nessuna risposta, ma la misura della piccola scarpa scopre, immediatamente, il colpevole; traccia incancellabile che ricorderà al bambino tutte le volte che passerà nel cortile, la sua disobbedienza.
Lo stesso avviene per alcuni dei nostri "passi sbagliati", essi possono produrre sulla nostra coscienza e su quella di chi ci attornia, dei segni e delle impressioni durevoli, che non potranno, in certi casi, mai essere cancellati sulla terra.
Ma sopra tutte le cose, ricordiamoci che tutti i nostri pensieri, tutte le nostre parole, tutti i nostri atti, sono conosciuti da Dio.
Benché non possiamo, per nostra volontà, cancellare uno solo dei nostri peccati dal libro di Dio, Dio stesso li cancellerà per noi, se veniamo a Lui confessando la nostra colpevolezza e credendo nel suo Figlio morto per noi e risuscitato.
Lo ha promesso: "Io, io son quegli che per amor di me stesso cancello le tue trasgressioni, e non mi ricorderò più dei tuoi peccati..." (Isaia 43:25).
(Parole di Vita)
avatar
principessa

Messaggi : 459
Data d'iscrizione : 09.10.13
Età : 63
Località : Bari

Torna in alto Andare in basso

Re: > Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno :

Messaggio  principessa il Gio 13 Feb 2014, 23:57

Il sermone sul monte, 5-7


Le beatitudini

1 Gesù, vedendo le folle, salì sul monte e si mise a sedere. I suoi discepoli si accostarono a lui, 2 ed egli, aperta la bocca, insegnava loro dicendo:
3 «Beati i poveri in spirito, perché di loro è il regno dei cieli.
4 Beati quelli che sono afflitti, perché saranno consolati.
5 Beati i mansueti, perché erediteranno la terra.
6 Beati quelli che sono affamati e assetati di giustizia, perché saranno saziati.
7 Beati i misericordiosi, perché a loro misericordia sarà fatta.
8 Beati i puri di cuore, perché vedranno Dio.
9 Beati quelli che si adoperano per la pace, perché saranno chiamati figli di Dio.
10 Beati i perseguitati per motivo di giustizia, perché di loro è il regno dei cieli.
11 Beati voi, quando vi insulteranno e vi perseguiteranno e, mentendo, diranno contro di voi ogni sorta di male per causa mia.12 Rallegratevi e giubilate, perché il vostro premio è grande nei cieli; poiché così hanno perseguitato i profeti che sono stati prima di voi
avatar
principessa

Messaggi : 459
Data d'iscrizione : 09.10.13
Età : 63
Località : Bari

Torna in alto Andare in basso

Re: > Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno :

Messaggio  principessa il Gio 13 Feb 2014, 13:11

Hanno dimenticato il SIGNORE, il loro Dio. 
<<Tornate figli traviati, Io vi guarirò dei vostri traviamenti!>> 
<<Eccoci, noi veniamo da te, perché tu sei il SIGNORE, il nostro Dio. 
(Geremia 3:21-22) 

Una felice capitolazione
 


Per poter essere salvati bisogna realizzare che si è perduti. 
Credere in Gesù Cristo, è Lui l'unica ed estrema risposta. 
E' la salvezza. 
Ha portato i peccati di coloro che pongono in Lui la loro fiducia. 
Questo fatto induce l'uomo pentito a piangere nel contempo di vergogna e di riconoscenza. 
Ma Gesù è pure il glorioso Risuscitato. 
Dio ha accettato il Suo sacrificio e può così ricevere con giustizia tutti coloro che credono nel Suo Figliuolo. 
Sì, "credi nel Signore Gesù e sarai salvato " (Atti 16:31). 
E' così che un uomo riceve Gesù Cristo come suo Salvatore... 
Decisione nel contempo ragionevole e disperata, che porta alla pace. 
La pace con Dio, la pace con se stesso, la pace dopo la lotta e la paura. 
Una pace che si evolve presto in gioia ed in lode. 
L'anima apparentemente non ha niente di più, dovrà al contrario affrontare circostanze nuove e difficili, ma è liberata, felice, profondamente felice. 
Ha trovato il Salvatore, il suo Signore. 
Certamente, ogni conversione è un vero miracolo dell'amore divino. 
Tuttavia, se ogni conversione ha la sua storia con la sua successione di particolari stati d'animo, essa presenta spesso il carattere di una capitolazione. 
L'uomo si inchina davanti a Dio, perché ha trovato il suo Maestro, ma è un Maestro buono e pieno di grazia. 
Vi attende come un padre attende il figlio che aveva abbandonato la casa paterna. 
Non temete di lasciarvi vincere dai suoi richiami. 
(Dal: Parole di Vita) 
avatar
principessa

Messaggi : 459
Data d'iscrizione : 09.10.13
Età : 63
Località : Bari

Torna in alto Andare in basso

Re: > Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno :

Messaggio  principessa il Gio 13 Feb 2014, 09:54

Buon giorno a tutti.

avatar
principessa

Messaggi : 459
Data d'iscrizione : 09.10.13
Età : 63
Località : Bari

Torna in alto Andare in basso

Re: > Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno :

Messaggio  principessa il Mer 12 Feb 2014, 18:18

X Annalisa


Prin:
Nel N.T.è riportato questo fatto,  e dice che Abraamo credeva che Dio glielo avrebbe risuscitato. Quindi se Dio non lo avesse fermato lui lo avrebbe sacrificato.


Annalisa:
E mi spiace ma non ricordo d'aver trovato scritto da nessuna parte, nella Genesi,  di Abramo  convinto che il figlio morto per mano sua sarebbe risuscitato. Dimmi in quale versetto che lo cerco.



Prin:
Nel Nuovo Testamento è riportato e non nell' A.T.


Ebrei 11: 17 Per fede Abraamo, quando fu messo alla prova, offrì Isacco; egli, che aveva ricevuto le promesse, offrì il suo unigenito. 18 Eppure Dio gli aveva detto: «È in Isacco che ti sarà data una discendenza». 19 Abraamo era persuaso che Dio è potente da risuscitare anche i morti; e riebbe Isacco come per una specie di risurrezione.
avatar
principessa

Messaggi : 459
Data d'iscrizione : 09.10.13
Età : 63
Località : Bari

Torna in alto Andare in basso

Re: > Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno :

Messaggio  principessa il Mar 11 Feb 2014, 18:12

Buon pomeriggio a tutti

avatar
principessa

Messaggi : 459
Data d'iscrizione : 09.10.13
Età : 63
Località : Bari

Torna in alto Andare in basso

Re: > Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno :

Messaggio  principessa il Lun 10 Feb 2014, 22:15

Il racconto della Bibbia

Abraamo e i patriarchi (Genesi 12-50)
Il piano di Dio per ripristinare l'umanità è rivelato: Dio sceglie Abraamo, attraverso cui tutte le nazioni saranno benedette (Gen 12:1-3). Diventa ovvio però che non sarà Abraamo la fonte di benedizione, ma i suoi discendenti (che sono gli Ebrei) (Gen 15:1-6; 17:1,otto). Tutto quello che Dio richiede da Abraamo e che creda. E Abraamo crede al Signore, che gli conta questo come giustizia, che così Abraamo diventa un amico di Dio, ristabilendo il rapporto perso a causa del peccato (Gen 15:6; Giac 2:23). In un primo momento sembra impossibile che questa promessa sia mantenuta, data la sterilità di Sara e l'età di lei e di Abraamo (Gen 11:30; 17:17; 18:11). Ma Dio provvede miracolosamente con la nascita di Isacco, che porta le promesse e il piano di Dio (Gen 21:1-7).
Ma neanche Isacco è una benedizione per tutte le nazioni, e neanche suo figlio Giacobbe. Giacobbe ha 12 figli, e sotto lui Israele diventa una nazione di settanta persone, che è una parte della promessa alla discendenza di Abraamo. Dio però ha anche promesso di dare loro il paese del Canaan (la Palestina), ma gli Israeliti devono trasferirsi in Egitto a causa di una carestia (Gen 46:27; 50:24-25). Può Dio ancora adempire le sue promesse e ripristinare l'umanità, se il suo mezzo scelto si trova nel posto sbagliato?
avatar
principessa

Messaggi : 459
Data d'iscrizione : 09.10.13
Età : 63
Località : Bari

Torna in alto Andare in basso

Re: > Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno :

Messaggio  principessa il Lun 10 Feb 2014, 09:39

Non è la ricchezza che ci fa grandi, nemmeno il benessere o una scrivania di comando, si è grandi quando siamo piccoli dinanzi al Signore perché tutte le nostre speranze avranno soluzioni! 
(Web)



Buon giorno a tutti  Smile
avatar
principessa

Messaggi : 459
Data d'iscrizione : 09.10.13
Età : 63
Località : Bari

Torna in alto Andare in basso

Re: > Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno :

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 1 di 5 1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Torna in alto

- Argomenti simili

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum